Prandelli: “Suarez? lo avevo visto a Firenze, fortunato a trovarlo qua”

4



Parla così il tecnico del Valencia ed ex della Fiorentina Cesare Prandelli al Corriere Dello Sport: «Qui è un altro mondo. Fatto di famiglie che vanno allo stadio vestite con le maglie del club, tifosi avversari che non insultano, partite dove si gioca a calcio fino alla fine, anche se il risultato è ormai andato. Una meraviglia». Valencia? «E’ una città da un milione di abitanti, però per spostarsi da una parte all’altra ci metti pochi minuti. Il centro sportivo è a Paterna, quindici chilometri dal centro. E’ come se da Firenze dovessimo andare a Prato, ma senza il traffico dei viali. La struttura è fantastica. Ci sono almeno 15 campi da calcio, c’è un piccolo stadio dove gioca il Valencia B con una tribuna da 5.000 posti a sedere. Mario Suarez? «Lo avevo visto giocare a Firenze nella stagione scorsa, ma trovarlo a Valencia è stata una fortuna. La sua disponibilità è incredibile, nei primi giorni mi ha aiutato anche con la traduzione durante gli allenamenti. Come giocatore è forte, vede gioco, capisce cosa fare e come muoversi prima di tanti altri. I suoi due gol sono stati un bell’inizio per tutti noi».

4
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Fragole e Sangue
Ospite
Fragole e Sangue

…non dimentico, non riesco a dimenticare, il periodo di Prandelli a Firenze. Mai provate emozioni tanto grandi dentro e fuori dal campo. Certo c’erano i risultati che Prandelli portava, fatto sta che eravamo un “sistema unico” squadra-tifo. Un magnifico tifo: elegante ma sempre presente. Ha giocato con squadre senz’altro non superiori a questa. Molti dei giocatori che hanno giocato con Prandelli solo con lui hanno dato il massimo per poi tornare ad essere semplicemente buoni giocatori. Non dimentico Liverpool, ma non dimentico il momento in cui Cesare rientrò allo stadio dopo la morte della moglie e lo stadio partecipò il… Leggi altro »

Biliapolis
Tifoso
biliapolis

Avevamo tree uomini Fondamentali Roncaglia Kuba e Suarez. e li abbiamo sbolognati ed era anche merito loro se eravamo nelle parti alte della classifica. specialmente i primi due, la catena destra della fiorentina, si sostituivano uno con l’altro, adesso Salcedo è da solo, ne Berna ne Tello arretrano per dargli una mano, due pseudo esterni inutili.

Pedro48
Tifoso
Patrizio Petruccioli

…è per questo che l’abbiamo mandato via

Robertonovoli50
Tifoso
Roberto Novoli

Prandelli dice: “Lo avevo visto giocare a Firenze nella stagione scorsa, ma trovarlo a Valencia è stata una fortuna. La sua disponibilità è incredibile, nei primi giorni mi ha aiutato anche con la traduzione durante gli allenamenti. Come giocatore è forte, vede gioco, capisce cosa fare e come muoversi prima di tanti altri.” Per il nostro Messia in panca un giocatore da sbolognare…dove è la verità?
Qualcuno dirà che ciascun allenatore vede la squadra a modo suo, ma tra i due concetti c’è un abisso….

Articolo precedenteRastelli: “Penso già alla Fiorentina. Vogliamo fare bene”
Articolo successivoEx viola, Ljajic: “Al Toro viviamo ogni partita come una finale”
CONDIVIDI