Pres. prima squadra di Traorè: “Per lui c’era la fila, soprattutto la Juve. Anche Corvino…”

0



Il presidente del Boca Barco aggiunge: “Corvino provò a prenderli già a quel tempo, quando era al Bologna”

Enzo Guerri, presidente del Boca Barco, prima società italiana in cui ha militato Junior Traorè, è stato intercettato dai colleghi di Radio Bruno. Queste le sue dichiarazioni: “È un bel vanto per la nostra piccola società aver lanciato sia Junior che suo fratello Amad, che gioca nella Primavera dell’Atalanta e credo sentiremo parlare anche di lui. La storia? Il padre di questi due ragazzi ha una scuola calcio ad Abidjan, quindi li ha cresciuti lui. Le disponibilità economiche erano quelle che erano, ma grazie ad un contatto col nostro paese sono riusciti a portarli da noi. È stata una stagione tribolata, ma alla fine ha dato i propri frutti”.

C’era la fila di società professionistiche per avere questi ragazzi. Junior giocava con i 98 anche se era un 2000 e ovviamente non c’era partita. A quell’epoca si notavano grandi doti soprattutto nel fratello minore, ma in Junior si intravedeva la capacità di poter giocare più indietro e dettare i tempi a centrocampo. Il suo allenatore dell’epoca mi ha raccontato che in una partita in cui è stato pungolato dagli avversari ha segnato tre gol e due assist in un tempo. Una delle squadre che li ha cercati con più insistenza è stata la Juventus: anche se era interessata di più al fratello minore li avrebbe presi entrambi. Corvino lo cercò anche quando era a Bologna, non lo segue solo da quando è esploso all’Empoli”.

“Sono ragazzi molto seri e molto inquadrati. Ovvio che all’inizio per loro è stato difficile, perché non conoscevano la lingua. Però poi è andata alla grande, è nato un rapporto con i compagni di calcio che continua oggi: sono ragazzi semplici e umili”. 

Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
Notifica di
Articolo precedenteLa splendida lettera del piccolo tifoso viola al coetaneo del Toro che piangeva in tv
Articolo successivoDossena: “Tra Muriel e Gabbiadini scelgo il colombiano. Attacco viola…”
CONDIVIDI