Troppo presto per considerare il punto all’Olimpico una svolta. A prescindere dal risultato, col Napoli sarà un banco di prova

40



Pur con tutte le considerazioni pessimistiche del caso, la Fiorentina uscita dalla gara con il Sassuolo ha ritrovato comunque convinzioni e soprattutto tre punti. Certo, l’avversario era modesto ed ha interpretato malissimo la sfida del Franchi. Ma i viola, dopo 25 minuti di brutto calcio, hanno preso il comando delle operazioni a centrocampo e non lo hanno più mollato.

Una dose di autostima che serviva come il pane ai ragazzi di Pioli, autostima che aveva già iniziato a crescere dopo la sfida dell’Olimpico contro la Lazio. Il pareggio acciuffato all’ultimo istante contro una delle squadre del “campionato A1” di questa Serie A a grupponi, infatti, ha di certo innalzato il morale del gruppo gigliato. Difatti, dopo la successiva vittoria di domenica, sono in molti ad augurarsi che quel rigore realizzato da Babacar allo scadere sia da considerarsi una vera e propria svolta per la stagione della Fiorentina, finora troppo zoppicante per scaldare le anime del tifo.

Tuttavia, sebbene sia giusto ritrovare ottimismo dopo due buoni risultati, è decisamente troppo presto per affermare che la Fiorentina abbia imboccato una strada che la porterà verso una maggior continuità di risultati e di prestazioni. Il perché ce lo dicono le due partite affrontate dai viola: Astori e compagni ancora non riescono ad essere continui all’interno dei novanta minuti di gioco. Tutto sommato buona la prestazione dell’Olimpico, ma nel primo tempo sono stati diversi i momenti bui per il team, soffocato dal pressing dei biancocelesti. Con il Sassuolo la squadra di Pioli ha mancato il giusto approccio alla partita, facendo fatica a far girare velocemente il pallone ad inizio incontro. Inoltre, sebbene durante questa stagione i viola siano stati capaci di clamorosi scivoloni contro formazioni sulla carta decisamente inferiori, c’è comunque da ricordare la modestia mostrata dalla squadra di Iachini.

Insomma, per decretare passi avanti nel lungo percorso di questa Fiorentina occorrono altre prove. Il calendario da qui al termine del girone di andata risulta essere abbastanza complicato. A partire dalla proibitiva sfida di domenica al San Paolo con il Napoli; si prosegue in casa con il Genoa (con in mezzo la Coppa Italia, in cui di fronte ci sarà l’altra di Genova, la Sampdoria); poi si va in Sardegna ad affrontare il Cagliari (campo storicamente difficile per i colori viola). Infine, chiude il girone d’andata il match del Franchi con il Milan il 30 dicembre.

La partita contro la squadra allenata da Sarri preoccupa non poco l’ambiente fiorentino. D’altra parte, il Napoli è senza dubbio di un’altra categoria e non si può pretendere che la Fiorentina faccia risultato al San Paolo, anche se le ultime partite ci dicono che difficilmente i viola potranno trovare gli azzurri in un momento migliore da affrontare. Stavolta, quel che si vuole dalla Fiorentina non è il risultato, ma una prestazione che possa far uscire i gigliati da Napoli a testa alta. Certo, se poi arrivassero anche dei punti…

Commenta la notizia

avatar
Ordina per:   ultimi | più vecchi | più votati
marco mugello
Ospite
Member

1)IL PUNTO E’UN ALTRO!… il nostro obbiettivo è perdere dignitosamente lasciando vedere quanto è bravo l’allenatore e quanto sarebbe bravissimo se fosse in una grande squadra come l’Inter, o è tentare il colpaccio col Napoli? sono due filosofie diverse…C’è qui un equivoco, oggi in una radio è stato chiesto ad un opinionista se dobbiamo mettere un autobus di fronte alla porta,e lui ha risposto “No.. Non dobbiamo avere paura.!..” risposta superficiale!… non è detto che chi si tira indietro abbia paura, ma piuttosto che, valutato l’avversario un allenatore porta ritocchi per metterlo in difficoltà…Se no la grande Inter, tutta difesa arcigna e contropiede, che faceva ogni partita 5 azioni e 3 goal alle fortissime, sarebbe una squadra idiota guidata da un Herrera idiota… invece era la più forte e velenosa del mondo!!!

Iomiricordo
Ospite
Member

Ingiusto. A Napoli strappare un punto è enormemente piu difficile che a Roma.

marco mugello
Ospite
Member

2) E’ vero che uno ha una filosofia, ma deve fare le opportune varianti.. il Napoli non è il Sassuolo…e alla base di tutto la difesa deve essere fortissima!! L’attacco giusto per il Napoli è Chiesa e Simeone punte, e Thereau rifinitore… dietro…Thereau può fare assist, Chiesa e Simeone velocissimi, scattanti, tiro ottimo e Chiesa un dribbling magico, sono veleno per i difensori talvolta macchinosi del Napoli… se no chi può entrare negli spazi che ci saranno alle spalle della difesa del Napoli ? in unnbraccio di ferro col gioco a flipper che hanno, ci forano come un tovagliolo…anche la Juve si è tirata indietro senza vergogna, creando problemi e vincendo uno a zero..Il flipper con centrocampo e difesa densissima.diventa difficile e pericoloso… con la difesa alta ci fanno a fette..

Deaffy
Ospite
Member
Concordo con chi dice che a fare la differenza sarà il “come”. Non voglio vedere una prestazione indecorosa come contro chievo e crotone, tanto per capirci. A Napoli ci sta di perdere…del resto pure la rube ha messo un autobus davanti alla porta e ha fatto catenaccio per evitarlo in tutti i modi. Non concordo, invece, con chi dice una sconfitta NON può essere punto di svolta..proprio gli strisciati bianco e neri l’anno passato qui a Firenze le presero e, da quel momento, allegri si convinse a cambiare modulo definitivamente, cominciando il cammino verso lo scudetto. Continuo a ritenere la soluzione che ci dà più peso in attacco e centrocampo (provata da Pioli contro la Lazio) come quella percorribile anche per partite difficili come queste; quando l’ho vista mi è piaciuta subito: meno lancioni fatti a caso e più possesso, diretti in verticale sulle vie centrali. Pioli l’ha provata anche… Leggi altro »
Mazzone
Ospite
Member

Una prestazione dignitosa senza umiliazione basterebbe.
Tanto la nostra dimensione è questa. Metà classifica.

Clint Giglio
Ospite
Member

Comunque vada a Napoli sarà importante capire con che spirito la squadra scende in campo e come affrontiamola partita. Il risultato viene dopo. Sono fiducioso

Sangue Viola
Ospite
Member

Sarà durissima ma piu’ importanti solo le ultime tre gare di andata, lì dobbiamo fare 9 punti!!

Aliush
Ospite
Member

Non c’è da abbattersi se si perde a Napoli. Come non c’è da avere eccessiva sicurezza per aver battuto il Sassuolo.

Stefano
Ospite
Member

Fuoco di paglia

riccardo incisa
Ospite
Member

io sono fiducioso

Andrea
Ospite
Member

Complimenti a chi scrivevsempre sto articoli che servono solo x coltivare antipatia verso la Fiorentina.. pretendere di fare punti a Napoli, scrivendo che da lì potrebbe nascere la svolta è proprio una fesseria. A Napoli anche la Juve si è dovuta chiudere in difesa.. immagino già che lunedì dopo la probabile sconfitta co saranno articoli contro i della Valle e corvino.. ancora complimenti..

rotlf
Ospite
Member

Allora, secondo il ragionamento dellavaldese noi abbiamo speso, dice, 70 milioni di euro questa estate, il napule quasi la metà, dovremmo passeggiare vincendo in scioltezza .sul loro campo. Se però si pensa anche che abbiamo venduto 4 volte più del napule ci si rende conto che siamo in mano a degli affaristi. Peraltro dei 70 milioni di euro spesi non c’è un giocatore che sia una certezza. Quindi è giusto andare a napoli (che fattura poco più di noi) già rassegnati giusto?

Petrone
Ospite
Member

Quindi secondo questo ragionamento, se ho capito bene, domenica scorsa il Milan doveva vincere 10-0 col Benevento. Giusto?

Sinapsilondon
Ospite
Member

Ragazzi, siam pazzi?! Mi spiego, a napoli ci sta perdere se poi perdi bene meglio se poi fai risultato ancora meglio, invece con le 2 genovesi DEVONO ARRIVARE 2 VITTORIE SENZA SE E SENZA MA per questo necessario aspettare prima di scrivere di svolta, in virtù del fatto che sono convinto usciremo dalla CI e col grifo un pari al massimo se va bene RAGAZZI SMENTITEMI FORZA RAGAZZI FORZA VIOLA SEMPRE

Annibale
Ospite
Member

Se si perde a Napoli mica verrà fuori un’altra tragedia ?
Ci sta e ci sta anche bene, sono più forti ma bisognerà vedere le condizioni fisiche dei napoletani. L’impegno ce lo metteranno tutto comunque, poi si vedrà.

Nicola Bibbiena
Ospite
Member

Perdere a Napoli ci sta, certo. Dipende però anche dall’eventuale “come”…

Ponzio
Ospite
Member

parole sante

joretti
Ospite
Member

Il punto di svolta sarebbe fare 7 punti in 4 partite: 3 col Genoa e 4 fra Cagliari e Milan.

Vitellozzo da Frittole
Ospite
Member

Se vinciamo a Napoli inizia una nuova avventura, a me piace tantissimo questa squadra umile ma ambiziosa, in costante crescita.
SempreSoloForzaViola

oh nacchero...
Ospite
Member

beato te….che un tu’ capisci nulla…..

Kiniko
Ospite
Member

Ma lasciamo perdere Napoli e concentriamoci su Genoa e Cagliari che sono partite alla nostra portata! Basta con queste favole a cui non crede più nessuno!

Andrea Certaldo
Ospite
Member

Sono d’accordo !! diamo sempre peso a partite “impossibili” per fare la svolta !!

Napoli è un campo troppo difficile per dire che è una partita decisiva….e se poi si vincesse a Napoli e si perdesse in casa col Genoa??
cosa si direbbe??

ci si crea troppi climi d’attesa sulle partite….

Claudio da Sasso
Ospite
Member

Il punto di svolta non è dato dal gioco o dal risultato finale, ma da come il tutto viene raggiunto. L’aver pareggiato al 94′, è quello che segna un punto di svolta. Quel rigore ha in se vari significati. Il fatto di averlo raggiunto all’ultimo, che vuol dire averci provato e creduto fino all’ultimo, a coronamento di un secondo tempo in cui la squadra ha giocato restando in partita per tutti i 50 minuti. E anche nel primo, dopo la prima metà il gruppo non ha mai mollato, cercando comunque di rispondere alla fisicità e alla forza dei biancocelesti. Cosa si pensava, di andare a Roma e dominare? Domenica a Napoli, si può anche perdere, anzi, probabilmente andrà così, quello che conterà il come

IrBudelloDiToPa
Ospite
Member

e quindi vai a napoli e perdi. Punto di svolta pure quello? Veramente vi siete autoconvinti e vi date pacche a vicenda per giustificare ogni risultato che non sia una vittoria come punto di svolta e risultato buono? Boh, ora vo a giocare un supernalotto e sento se mi pagano lo 0, d’altra parte è un risultato positivo anche quello no?

Claudio da Sasso
Ospite
Member
Se si discute di questioni tecniche, come l’articolo indica, il mio pensiero resta lo stesso. Una squadra nuova, giovane, assemblata alla fine del mercato estivo, non da molti spunti ne fa pensare che si possa andare a Napoli per vincere (che se poi succede non è che mi dispiace). Se invece c’è da fare polemica sulla solita diatriba lenzuolai vs. leccasuole, allora hai sbagliato indirizzo. Non me ne può fregare di meno di entrare in quel tipo di contesa. Non mi do pacche sulle spalle, ne mi convinco che sia tutto a posto. Se devo dire qualcosa contro la società e/o la proprietà lo faccio per conto mio e secondo il mio modo di vedere senza schierarmi con nessuna fazione, stessa cosa se invece sento di doverla elogiare. Penso e ragiono con la mia testa. Se non ti sta bene ciò che ho detto, dì le tue ragioni, ma non… Leggi altro »
Petrone
Ospite
Member

Grande Claudio. Concetto chiarissimo che esprime anche come la penso io. Anche a me interessano soprattutto le questioni tecniche, visto che mi piace lo sport calcio e non quello che c’è dietro.
A questo proposito, condivido il tuo pensiero sulla partita con la Lazio. Provarci a Roma fino al 94′ è segno di avere testa e gruppo. Stanno crescendo in questi aspetti che sono fondamentali quando non hai dalla tua la superiorità tecnica.
Se a Napoli l’atteggiamento sarà lo stesso io sarò soddisfatto. Se poi faremo punti lo sarò ancora di più.

CLAUDIO1
Ospite
Member

A NAPOLI I NOSTRI PROBLEMI SI CHIAMANO BADELY A CENTROCAMPO, MOLTO LENTO, CHE FATICHERA’ MOLTO CONTRO IL CENTROCAMPO RAPIDO DEL NAPOLI E BIRAGHI CHE SULLA FASCIA QUANDO SI TRATTA DI DIFENDERE FA ACQUA DA TUTTE LE PARTI…. GIOCHEREI A TRE INSERENDO HUGO E ALZANDO BIRAGHI…. POI SE NON GIOCA INSIGNE LE NOSTRE CHANCES AUMENTANO MA SERVE MASSIMA CONCENTRAZIONE,COSA CHE PIOLI DIFETTA….. INSOMMA CONTRO SARRI DOMENICA ABBIAMO UNA BUONA POSSIBILITA’ IL NAPOLI E’ STANCO , MA VANNO FATTI DEI CORRETTIVI ALLA SQUADRA PER CERCARE DI NON AGEVOLARE IL GIOCO SULLE FASCE DEL NAPOLI… VEDRETE PIZZICHERANNO SPESSO BIRAGHI, PERCHE SANNO CHE LI ABBIAMO L’ANELLO DEBOLE….

gangia81
Ospite
Member

Se non altro mancherà Insigne.

si ruzza
Ospite
Member

4-5-1 Catenaccio e contropiede.

Giglioxx
Ospite
Member

Che tristezza… soprattutto pensando a quando si cantava “il pallone è quello giallo!”

Andrea
Ospite
Member

Dai a Napoli ci sta tutto perdere.. la prima partita importante sarà con la Samp in coppa Italia.. . Dalla coppa c è una bella strada x andare in europa

gianni usa
Ospite
Member

Se Parolo ,(che e’ un brocco incredibile che spiega ancora di piu’ il fallimento mondiali) senza nessuno a contrastarlo avesse segnato su quel colpo di testa da tre o quattro metri si sarebbe perso senza attenuanti,come si fa di solito con quelle piu’ forti.Vinciamo a Napoli e allora si potra’ parlare di svolta,perche con la Lazio s’e avuto solamente un gran c..o.,VAR compresa.

polpo
Ospite
Member

Sai come si dice a Firenze che i se e i ma sono il patrimonio dei Bi…ri

ANTONIO
Ospite
Member

il punto dell’olimpico e’ stato regalato. continuare a dire che la partita di Napoli sara dura e difficile per la fiorentina vuol dire che secondo I giornalisti della fiorentina, la viola perdera. miracoli non hafatto a chi non possiede fede.

IrBudelloDiToPa
Ospite
Member

no perchè davvero c’è chi considera una svolta un pareggio fortunato all’ultimo minuto con la lazio?

Scudetto_nel_2011
Ospite
Member

Il Napoli ci spezzerà le reni

.

Ma quello che ci farà veramente
rimanere di STUCCO saranno
le INFAMIE al povero Pioli

.

Gli stessi intenditori di brigidini di Lamporecchio
che contro il Sassiolo hanno TACIUTO
sulla posizione FUORI RUOLO di BENASSI

.

Capre , capre assolute

.

Un abbraccio

Il vostro Scudetto nel 2011

Ziociccio
Ospite
Member

Chissà quanto sei stato giù di morale lunedi…speravi in una sconfitta per scrivere le tue solite bischerate in maiuscolo……già non vedi l’ora di scrivere domenica sera o lunedi prossimo, confidando in una bella e pesante goleada del Napoli…..io invece spero proprio di non leggerti, sarebbe il segno di un risultato positivo….volesse il cielo…..
FORZA VIOLA

Antonio Inoki
Ospite
Member

ma chetati gufo! a te un ti pare il vero se a Napoli si perde….. poi anche con la Samp e con il Genoa, a cagliari, con il milan, con l’inter, a genova con la samp e per tutto il calendario…… Per te l’è tutta pari basta che si perda e sei contento! almeno puoi continuare a spappolarci le p… con i tui commenti da non trombante cronico! sculetto dei miei cogl…. ehm stivali!

fabioviola68
Ospite
Member

Qualcun’altro doveva spezzare le reni alla GRECIA . . . .
tu lo sai come ando’ a finire . . . .
sai una sega te di storia . . . .
sei esperto solo di calcio . . . . . .

Kurus
Ospite
Member

Esperto di calcio…?

wpDiscuz
Articolo precedenteHagi, l’opzione Pescara non convince. Ipotesi più probabile il ritorno in Romania?
Articolo successivoFiorentina, stasera cena di Natale per la prima volta senza i Della Valle
CONDIVIDI