Primavera, tra Fiorentina ed Atalanta una sfida a colpi di talento

Francesca Bandinelli - La Nazione

0



FIORENTINA PRIMAVERA-TORINO 31-05-2018. ESULTANZA DI DIAKHATE. SILPRESS/GALASSI SILVANO

Fucine di talenti contro. Fiorentina e Atalanta, stavolta, si troveranno di fronte ad un percorso ad ostacolo: sono entrambe tra le quattro migliori squadre del campionato di Primavera 1, i viola hanno nelle gambe in più i 180 minuti dei play off mentre i bergamaschi hanno chiuso la regular season in vetta alla classifica, ma in palio c’è molto di più che il pass per una finale scudetto giovanile. Sono quasi 40 i baby transitati dal settore giovanile ricostruito dai dirigenti che si sono succeduti dal 2005 ad oggi, dopo che il fallimento aveva raso al suolo storia e prestigio, scrive stamani La Nazione.

Da Danilo D’Ambrosio, classe ’88 che ha chiuso la stagione come laterale basso all’Inter di Spalletti, fino a Giacomo Satalino ceduto la scorsa estate al Sassuolo riservandosi una percentuale sulla futura rivendita del suo cartellino, senza considerare la punta di diamante, ovvero Federico Chiesa, che secondo l’osservatorio sul calcio ha avuto un incremento di valore superiore ad ogni aspettativa. Il coraggio di investire sui giovani fa parte della filosofia di entrambi i club: non è un caso se sui 95 convocabili del settore giovanile viola, siano chiamati oltre 30 ragazzi, dalla Under 15 con i suoi azzurrini in erba per arrivare alle varie Under 19, italiane e non solo. Ed i nerazzurri non sono certo da meno. Pure a livello di cessioni, i numeri e le plusvalenze sono tra le più ricche: solo la scorsa estate, i viola hanno incassato 40 milioni da Bernardeschi, mentre la società di Percassi se n’è trovati a disposizione 25 per Kessié passato al Milan. (…)

Martedì, allo Stadio dei Ricci di Reggio Emilia, alle 18 (diretta RaiSport e Sportitalia), non si potrà sbagliare. Pure i ragazzi di Bigica, a mezzo social, stanno chiamando tutti a raccolta: ci sarà bisogno del sostegno anche della città, per tentare di prolungare il sogno intanto fino ai 90 minuti finali, che eventualmente si giocherà contro la vincente tra Inter e Juventus.