Primavera, chi è pronto per la Fiorentina?

17



La Fiorentina Primavera ha perso un’altra finale ma sicuramente nella formazione di Bigica ci sono tanti giovani molto interessanti in ogni ruolo. Parliamo dei vari (e molto chiacchierati) Gori, Diakhate, Sottil e Cerofolini ma ce ne sono tanti altri che probabilmente sono già pronti per confrontarsi con campionati più impegnativi di quello Primavera.

Guardando l’undici più utilizzato da Bigica si possono trovare prospetti molto interessanti che già a Moena potrebbero avere un’occasione importante con Pioli. Ecco dunque gli undici giocatori più utilizzati dal tecnico della Fiorentina Primavera: Ranieri, Diakhate, Sottil, Gori, Valencic, Pinto, Lakti, Hristov, Cerofolini, Maganjic, Ferrarini (in rigoroso ordine di minutaggio). Di questi molti hanno assaggiato almeno la panchina della Prima Squadra, ma c’è già qualcuno pronto a fare esperienza con Pioli? Il primo esame per loro sarà a Moena, da dove è partito anche Federico Chiesa.

Commenta la notizia

17 Commenti on "Primavera, chi è pronto per la Fiorentina?"

avatar
ultimi più vecchi più votati
Giuseppe
Ospite
Member
L’unico che ha margini di miglioramento e che ha i fondamentali è Sottil non ha paura di saltare l’uomo e quando cambia passo son dolori inoltre non ha solo un piede buono, ma gioca con tutti e due, di negativo ha la supponenza sapendo di essere forte , sono sicuro che Pioli l’atteggiamento lo cambia a forza di calci nel sedere, se la finale giocata con l’inter avesse avuto più passaggi cosa che non è avvenuta ne ho contati 7 di cui 2 giocabili forse avremo perso ma sicuramente avremmo visto una partita meno imbarazzante
alfredo
Ospite
Member

Mi dispiace ripetermi ma il nocciolo della questione è sempre lo stesso: Pioli non è l’allenatore adatto per la valorizzazione dei giovani. Non ha la personalità adatta per opporsi a Corvino che è il vero dominus della situazione con poteri di fare e disfare a suo piacimento. Del resto si è visto come sono andate le cose nella gestione di Hagi e nel mancato utilizzo di Hristov che è rimasto a scaldare la panchina preferendogli giocatori già ampiamente bocciati tipo Oliveira.

enzo - Rimini
Ospite
Member
Disamina di Walter giusta, anch’io in TV ho seguito spesso la Fiorentina Primavera nel torneo di Viareggio, semifinali e finali del Torneo Primavera e altre gare, ma Bigica non ha dato un gioco di personalità alla squadra e contro l’Inter, ma anche Atalanta, cos’ come in altre gare ha fatto giocare la squadra solo di rimessa e ancora più quando passa in vantaggio come dimostrato nella semifinale con l’Atalanta dove c’è andata bene, mentre è andata male nella finale persa nel Torneo di Viareggio sempre contro l’Inter e dopo essere andati in vantaggio. Gli allenatori di questo settore devono essere… Leggi altro »
Thoreau
Ospite
Member

Dai commenti si evince che l’idea delle seconde squadre dove far crescere i propri vivai non è poi così peregrina….
Il campionato primavera è inutile.

MassiKK
Ospite
Member

Le seconde squadra fanno comodissimo.. solo che, grazie ai risultati delle ultime stagioni con Corvino, bisogna aspettare qualche anno noi..
Siamo sesti in graduatoria e ce ne andranno max 3 l’anno.,,
quindi 2 o 3 anni minimo se non si peggiora ancora…

lolletti
Ospite
Member
Difficile da dire, in Serie A non basta essere bravi a giocare a pallone, bisogna essere professionisti, reggere la pressione, avere personalità…. e anche un po’ di culo Della primavera di Chiesa il vero predestinato sembrava Minelli, che ora credo giochi in Lega Pro, nemmeno titolare. E vi ricordate Carraro? fatto esordire da Prandelli che lo stimava tantissimo, ora gioca nell’ Imolese. Delio Rossi schierò Ashong diverse volte, non andò nemmeno troppo male….. che fine ha fatto?? Bernardeschi era un gioiello della nostra Primavera e comunque ha dovuto fare la sua gavetta a Crotone. Invece Chiesa che negli allievi non… Leggi altro »
angelo scandicci
Ospite
Member

tutto vero. devo dire che hai centrato il problema.
per dire io carraro sempre detto che non arrivava in A (fisicamente poco forte, idem Minelli: quanti giocatori di A sono 1.68?); però di quell’annata avrei detto che pure bittante non fosse da meno di piccini; invece è in B.
Idem gigli e mancini, due buoni centrali ma il primo mi sembrava meglio del secondo.
Su chiesa poi sei stato veramente perfetto: e pure gli addetti ai lavori pensavano che non fosse niente di che Parlando con un amico procuratore all’epoca mi disse che secondo lui giocava solo per il nome … invece…

MassiKK
Ospite
Member

e Sousa lo lanciò verso l’infinito e oltre

Pacco dono
Ospite
Member

Gori, Sottil, Cerofolini,Diakhaté e Hristov possono sperare di avere una chanche in serie B per vedere che pesci sono. Gli altri lasciamo perdere, sorrido quando sento parlare di Ranieri, Valencic o Meli, sono certo che neanche il lega pro vedrebbero il campo.

Stefano
Ospite
Member

Sono stato a Reggio Emilia..Forse il bulgaro per questione anche di fisico. Il resto per me è rappresentato da giovani che al massimo potranno venir fuori dopo campionati minori. Max la serie B e facendo gavetta anche li. Deluso soprattutto da Sottil anche per atteggiamento apparentemente presuntuoso.

Stefano
Ospite
Member

Nessuno se siamo veramente onesti

MATTEO FIRENZE
Ospite
Member

per me l’unico da buttare nella mischia è Sottil … pure Gori in realtà ma il suo ruolo merita una continuità iniziale per mettere esperienza nelle gambe e nella testa (lo stesso vale per Hristov e Ranieri)

cmq ben vengano ragazzi giovani da lanciare … per poi GODERSELI A LUNGO TERMINE !!!!

angelo scandicci
Ospite
Member

solo cerofolini .
hristov gori diakhate sottil ora in B in un paio di anni in A
ranieri e Pinto in C e dubito vedranno la A prima di 3 stagioni nelle serie minori;
gli altri sono gente che per me in A non ci arriverà se non forse a 25 26 anni (tipo iemmello per intenderci).

claude
Ospite
Member

ragazzi facciamo maturare cerofolini. e’ bravo ma affidargli la n.1 mi pare eccessivo. andate a rivedere i goal presi. un po’ di grossa complicita’ e’ sua

Walter, Firenze
Ospite
Member
Sinceramente mi sembra che nessuno sia pronto per il salto dalla Primavera alla Serie A. Secondo me è anche colpa dell’allenatore. Nell’ennesima finale persa contro l’inter, la squadra è rimasta bloccata nella nostra metà campo per tutti i 90 minuti, senza mai riuscire ad impensierire la difesa dell’Inter. Trovo sbagliato mettere i nostri gioiellini (alcuni sono anche costati molto) nelle mani di un allenatore inesperto. E’ tempo di cambiare mentalità. per allenare i giovani ci vogliano dei veri Maestri, o comunque allenatori di forte personalità. E’ più facile fare l’allenatore della prima squadra, li basta un gestore di risorse, ma… Leggi altro »
AntonioViola
Ospite
Member

Qualcuno bisogna portarlo di sicuro. Al mister la scelta…

pav
Ospite
Member

Credo quasi tutti…se vendo i migliori

Articolo precedenteFiorentina Women’s in campo contro la violenza sulle donne
Articolo successivoGori, il Benevento lo vuole in Serie B
CONDIVIDI