Professor Thiene a La Nazione: “Astori col defibrillatore si poteva salvare”

Di Ilaria Ulivelli - Qs-La Nazione

39



Come riporta il Qs-La Nazione, «Davide Astori si poteva salvare, se si fosse intervenuti in tempi rapidi con un defibrillatore». Lo dice Gaetano Thiene, professore ordinario di Anatomia patologica speciale all’Università di Padova, cui – assieme al collega, il prof Carlo Moreschi – è stata affidata, dalla procura di Udine, la perizia medico-legale sul caso della morte improvvisa del capitano viola. Si poteva salvare se l’episodio tachiaritmico che gli è stato fatale fosse successo di giorno, in un luogo facilmente raggiungibile, se qualcuno si fosse accorto della sua perdita di conoscenza.

E comunque se si fossero attivati immediatamente i soccorsi. Perché Davide «è morto a causa di una fibrillazione ventricolare», come spiega al telefono il professor Thiene. La forma più maligna di fibrillazione (da non confondere con quella atriale, molto comune). Che è catalogata, dalla comunità scientifica internazionale, fra le cause principali di morte improvvisa cardiaca.

Un’aritmia caratterizzata da contrazioni rapide, inefficaci e irregolari dei ventricoli che, per conseguenza, non riescono a pompare sangue per irrorare il cervello e gli organi. Unica salvezza, in questi casi, è l’intervento immediato con il defibrillatore: somministrando uno shock elettrico al miocardio. Praticamente erogando un’elevata quantità di corrente elettrica per brevissimo tempo (qualche secondo), viene abolita temporaneamente ogni attività elettrica che consente al cuore di riprendere la sua fisiologica attività ritmica. Dunque la perizia medico-legale non sconfessa l’autopsia dove si parlava di «morte cardiaca», «senza evidenze macroscopiche», «verosimilmente su base bradiaritmica». Ovvero nell’autopsia si ipotizzava che il cuore avesse rallentato il ritmo sino a fermarsi, cosa che può avvenire come conseguenza dell’arresto cardiaco causato da una fibrillazione ventricolare.

La perizia è un approfondimento dell’autopsia. In generale le fibrillazioni ventricolari possono essere causate da anomalie coronariche congenite che nei giovani sono difficilmente diagnosticabili se il paziente non accusa molti sintomi; da uno spasmo coronarico, ossia da un restringimento dei muscoli delle arterie coronarie; oppure da alterazioni del muscolo cardiaco. E non è detto che gli esami, per quanto approfonditi e frequenti, possano rilevarne la presenza. Poi ci sono le canalopatie, come la sindrome di Brugada e la sindrome del Qt lungo di tipo3, tutte patologie geneticamente determinate. E tutte patologie che possono scatenare una fibrillazione ventricolare.

«Quando inizia l’artimia maligna ci si sente male e si perde coscienza quasi immediatamente», spiega Fabrizio Drago, primario della Cardiologia e Aritmologia dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, anche specialista in medicina dello sport. «I controlli purtroppo non possono evitare tutto. Nonostante che l’Italia sia il Paese che ha fatto di più in termini di prevenzione della morte improvvisa nello sportivo – spiega Drago – Dagli anni Settanta abbiamo una legge che tutela l’attività agonistica, grazie alla quale sono stati abbattuti di oltre l’80% i casi di morte improvvisa sui campi. Siamo stati i primi e i migliori, e ce ne vantiamo. Malauguratamente non tutto si può prevedere».

Quali sono le cause più frequenti di morte cardiaca? «Se dopo i 40-50 anni la morte cardiaca più frequente è causata da cardiopatia ischemica, nei giovani adulti prevalgono le malattie geneticamente determinate, come le cardiomiopatie che spesso sono familiari e le canalopatie, patologie che causano un’alterazione dell’elettricità della cellula cardiaca, che possono svilupparsi in aritmie maligne, anche mortali».

39
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
LUCA VIOLA 63
Ospite
LUCA VIOLA 63

LA FAMIGLIA ASTORI NEL CASO MALAUGURATO FOSSE PARTE LESA COME APPARE DALLA PERIZIA DELLA PROCURA DI UDINE CHIEDEREBBE UN RISARCIMENTO CHE VEDREBBE COSTRETTI I DV A VENDERE LA FIORENTINA…LA PERIZIA MEDICA VOLGE ATTUALMENTE SU UN GRADO DI COLPEVOLEZZA RESA TANGIBILE DAL ASSENZA DI UN COMPAGNO DI CAMERA PRONTO A CHIAMARE I SOCCORSI….LEGALMENTE UNA SOCIETÀ QUALSIASI ESSA DEVE METTERE IN COMPLETA SICUREZZA DI INCOLUMITÀ FISICA IL PROPRIO DIPENDENTE

Luciana
Ospite
Luciana

Esperto della legge 81 o solo desideroso di vedere la società viola trascinata in un fango che non le compete?!? In entrambi i casi sei fuori luogo. Abbi un briciolo di rispetto e di ritegno.

LUCA VIOLA 63
Ospite
LUCA VIOLA 63

CARA LUCIANA…LA LEGGE NON AMMETTE IGNORANZA…È DUBITARE DI UNA DICHIARAZIONE DI UN MEDICO PERITO ESPERTO NEL RAMO MI SEMBRA UN TANTINO PRESUNTUOSO E DI PARTE SOLO DA PARTE TUA…CORDIALI SALUTI

Purple50141
Ospite
Purple50141

Ma basta! Ormai purtroppo non si puo’ salvare. Mica possiamo avere un medico personale di guardia con fibrillatore in ogni camera d’albergo per tutti i soggetti apparentemente sani! BASTA CON QUESTI MEDICI CHE SI FANNO PUBBLICITA’ SU UNA MORTE!

Purple50141
Ospite
Purple50141

(e non mi riferisco in particolare a quelli citati in questo articolo, ma e’ la novantesima notizia in cui qualcuno parla di “si poteva salvare”… basta!)

Xan
Ospite
Xan

Basta…tacete …!! Ma il rispetto per la compagna e la sua bimba? …..!

Marcello
Ospite
Marcello

Allibisco dai tanti commenti fuori luogo. Mi sembra che questo sito sia frequentato da soggetti che non hanno capacità di comprendere i testo ignoranti totali che spesso perdono l’occasione di stare zitti. Rileggete l’articolo e cercare di comprendere bene le parole del tecnico. E ricordare, può succedere a chiunque di noi e, se succederà, speriamo che sia nelle condizioni più favorevoli per un intervento sanitario.
Alé Viola e … buona fortuna a tutti, me compreso.

si ruzza
Ospite
si ruzza

basta. silenzio. ricordo.

MAX
Ospite
MAX

ASTORI ha fatto ESAME DEL Cuore che stabiliva che era SANO. Quando sei SANO non metti un DEFRIBILLATORE nella stanza del paziente !!!!! Basta dire CAVOLATE !!!!!!

Animalliberation
Tifoso
animalliberation

Giusto. Ma non solo. Se il problema si verifica di notte mentre dormi non c’e’ santo che tenga

Pupiviola69
Tifoso
Pupiviola69

Lasciatelo riposare in pace…..i se e i ma sono il patrimonio dei bischeri…..nn andate a cercare quello che nn c’è , magari x fare una trasmissione più avanti o solo x pubblicità personale…….Sciacalli !!!!!!

violpuro
Ospite
violpuro

ASTORI ha fatto tutti gli accertamenti del caso dove si dava ASTORI SANO

FRANCESCO
Ospite
FRANCESCO

In Italia si sente il dovere di lasciare ogni accadimento nel dubbio: se…se…forse…ma chi c’era…ecc.
Così abbiamo la possibilità, negli anni, di costruirci verità “di comodo” al momento, al fine di far continuare a scrivere sul caso fino a sfinimento.
Nel caso di Davide è così evidente che è stata una tragica fatalità che nessuno poteva prevedere. PUNTO!

deno
Ospite
deno

….e allora?…si vuole incolpare qualcuno perchè è stato violato il divieto di dormire soli in camerà?…basta con queste cretinate…importante era avere conferma della morte naturale e così è stato….

Andrea
Ospite
Andrea

Resta il ricordo di un uomo innamorato della vita e della propria famiglia che se n’è andato come capita a tanti altri,in un attimo,senza dare segnali o avvisaglie precedentemente,una fatalità,non trasformate questa disgrazia in caso giuridico,se avete rispetto per il dolore dei familiari lasciate riposare in pace questo ragazzo

Turco
Ospite
Turco

Condivido al 100% tutto quello che ha scritto Ponzio. Anche mio padre ha avuto una fibrillazione ventricolare ed è ancora vivo solo perché gli è venuta allo stadio, nel parterre di tribuna, e la fortuna ha voluto che 15 metri dietro di lui ci fosse un ambulanza con il defibrillatore. In pochi secondi lo hanno soccorso ed ora sta bene. Se avesse guardato la partita a casa in poltrona o anche al bar, nella migliore delle ipotesi avrebbe fatto la stessa fine di Davide, nella peggiore l’ambulanza sarebbe arrivata per soccorrerlo in tempo record di 10 minuti e nel caso… Leggi altro »

orentano viola
Ospite
orentano viola

Ciao Capitano DA13 sempre con noi!!!

Conte-mascetti
Ospite
Conte-mascetti

Allora indaghiamo l’albergatore perché non ha dotato tutte le camere di un defibrillatore….. poi anche l’acf perché non lo ha fatto dormire in coppia……. e infine indaghiamo anche il medico cheche ha fatto le visite in quanto non si è accorto della presenza di qualche soffio subdolo

Brodolini Arturo
Ospite
Brodolini Arturo

Ma visto che tutti i luminari fanno a gara per esprimere pareri tecnici e medici così ben strutturati, poichè anche la giornalaia Ulivelli, anche tempo addietro regolarmente smaialata, si permette di sollevare dubbi circa l’operato dello staff medico viola, dico, è mai possibile che nessuno di costoro, da Galanti a seguire, si periti di fare precisazioni in merito alle visite effettuate sui giocatori della Fiorentina, alla loro periodicità, alla scrupolosità dei controlli? Ma che razza di società di balordi abbiamo?

Aldo
Ospite
Aldo

Caro professore mi sembra che lei non stia dicendo tutta la verità ,,anche da quello che ha detto alla nazione ,c è una forte contraddizione ,cosa hanno causato questo aumento dei battiti un un giocatore super controllato e visitato .
Sia nella prima autopsia che in questa non si chiarisce il fatto che ha causato queste sue situazioni .
I medico oggi non sono più liberi di dire quello che veramente la causa .
Mi sembra una fuori luogo dire che si poteva salvare con un defribikitaroe in altro luogo e momento ,grazie questo lo sanno anche i bambini .

AlessandrodaVada
Tifoso
AlessandrodaVada

Ma infatti… a cosa serve una laurea in medicina.
Anni e anni buttati via a specializzarsi ed a studiare e lavorare in ospedale.
Vuoi mettere la superiorità tuttologica derivante dall’innata consapevolezza di se?

oilel
Ospite
oilel

E chi non ha un defibrillatore accanto al letto per l’occorrenza ?!? È stata una tragica fatalità, non trasformiamola in un caso giuridico !!! sfv

MAX
Ospite
MAX

ASTORI è MORTO DI NOTTE QUANDO NORMALMENTE TUTTI DORMONO. Se il compagno dorme MUORE LO STESSO NON DICIAMO CAVOLATE. SE MIA NONNA AVEVA LE RUOTE ANDAVA PIU’ FORTE. La fatalità è che è morto di notte.

Valby
Ospite
Valby

Io spero che tutti i giocatori d’ora in poi dormano in doppie sempre, aiuta lo spirito di gruppo e insomma, può aiutare in certi casi. Con questo non accuso nessuno, fosse successo alle 3 di pomeriggio e non di mattina, forse parleremmo di un’altra storia… Detto questo che il capitano riposi in pace, giusto accertare responsabilità e stabilire la verità ma non aggiungiamo altro dolore alla famiglia sconvolta…

Pazzi di viola
Ospite
Pazzi di viola

Si poteva salvare certo ma purtroppo il suo destino era che si sentisse male da solo,di notte.,il suo destino era di morire quel maledetto 4 marzo,punto.Mi ha dato fastidio i titoloni ad esempio su sportmediaset che dicevano “sconvolgenti novità dalla perizia che sconfessa totalmente l’autopsia”,facendo pensare chissà cosa(tipo che qlc gi avesse dato qualcosa o uso di doping).Ciao DAVIDE Riposa in pace

pav
Ospite
pav

caro Ponmsio ci mancherebbe solo quello….mio cognato dorme da solo e non può permettersi un infermiere personale per cui dice Dio me la mandi buona…non diciamo fesserie

Ponzio
Tifoso
ponzio

Scienza si, fantascienza no! Dunque adesso tutti gli atleti dovranno dormire con accanto un infermiere sveglio, pronto ad attivare il defibrillatore. VI rendete conto che in alcuni casi la ricerca di visibilità diventa megalomania. La scienza è un bene assoluto e va rispettata, ma l’allarmismo e il terrorismo psicologico che conducono all’ipermedicalizzazione di ogni fase della nostra vita è assurdo. A me interessa sapere se Davide è stato visitato con regolarità e se è sempre risultato abile all’attività sportiva sotto sforzo. Altre assurde ipotesi che avrebbero potuto salvarlo servono solo a tormentare le persone che gli vogliono bene.

Padellaio
Ospite
Padellaio

D’accordo pienamente con te

Potini
Tifoso
Potini

Per una volta, sono completamente d’accordo con te.

LUCA VIOLA 63
Ospite
LUCA VIOLA 63

LE SOCIETÀ E PROPRIETÀ DI CALCIO HANNO L OBBLIGATORIETÀ IN TRASFERTA COME IN RITIRO DI FAR DORMIRE O RIPOSARE SOLI GLI ATLETI CHE LO VOGLIANO SENZA LA COMPAGNIA DI UN COLLEGA CHE IN CASO DI PROBLEMATICHE SALUTISTICHE PUÒ PRONTAMENTE AVVISARE I SOCCORSI?…SINCERAMENTE AL SOTTOSCRITTO APPARE EVIDENTE CHE UNA SOCIETÀ QUALSIASI ESSA SIA HA LEGALMENTE L OBBLIGATORIETÀ IN TRASFERTA DI FAR DORMIRE O RIPOSARE I PROPRI COLLABORATORI CON UN ALTRO COLLEGA….LO DICE IL BUON SENSO SULLA PIÙ ELEMENTARE REGOLA DI SICUREZZA DI INCOLUMITÀ FISICA DELLE PERSONE…ORA LA PALLA PASSA AL TRIBUNALE DI FIRENZE SE ESISTE COME CHIARAMENTE APPARE RESPONSABILITÀ OGGETTIVA DELLA… Leggi altro »

il foglionco
Ospite
il foglionco

infermiera !!!! questo ha sclerato,la pasticchina!!!

Giulio
Ospite
Giulio

la responsabilitá penale é e può essere solo personale, tranne ai tempi la responsabilità dell’editore di un giornale. insomma l’hai sparata a caso e l’hai sparata grossa

Leo
Ospite
Leo

Comunque su internet ognuno è libero di dire tutte le boiate che gli passano per il cervello (se ce l’ha….). Ho fatto sport agonistico a livello giovanile medio alto e ti posso assicurare che la cosa peggiore è dover dormire con un compagno prima di una partita. Non riesci a riposare bene, magari ti metti a chiaccherare e fai tardi, magari tu o lui vuoi leggere, magari lui va in bagno e ti sveglia…..qualcuno smessaggia o parla con la fidanzata Questo succedeva a noi che eravamo giovani, immagino un prof una volta che ne ha la possibilità faccia di tutto… Leggi altro »

Luciana
Ospite
Luciana

Spero per il tuo stesso bene che tu non dica sul serio, perché mi preoccupi e di brutto.

oilel
Ospite
oilel

Analisi perfetta ed esaustiva ! sfv

Aristarco Scannabue
Ospite
Aristarco Scannabue

Parole sante PONZIO, approvo al 1000%.

Alessandro_Toscana
Tifoso
Alessandro_Toscana

Ponzio, hai detto una bischerata, evidentemente non hai capito l”articolo (oppure hai letto solo il titolo), visto che dice che se capitava di giorno aveva possibilità di cavarsela, ma di notte a letto, in camera da solo per giunta, non ce l’ha fatta.
Se lo leggi l’articolo, dice che la perdita di conoscenza è stata quasi immediata, e dice che “non sconfessa l’autopsia” scritto a chiare lettere.
Altro che visibilità mediatica.

Kurus
Ospite
Kurus

Bellissimo commento che sottoscrivo.

Non soltanto megalomania, ma voglia morbosa di “creare lo scandalo” su una tragedia. Il termine di “terrorismo” che hai usato, Ponzio, è purtroppo molto esatto. Povero Astori.

Marcello
Ospite
Marcello

Verissimo ma non affermare ciò che i periti non hanno detto. Hanno detto semplicemente che se il malore di fosse manifestato in un altro.momento, l’intervento del defibrillatore avrebbe potuto salvarlo, se fosse praticato in tempi brevi. Nessuna fantascenza e nesuun terrorismo psicologico.

Articolo precedenteDavide Astori e la perizia choc: servono altre indagini
Articolo successivoIl Muro del pianto viola sarà dentro il ‘Franchi’, la società al lavoro insieme alla famiglia
CONDIVIDI