Provaci ancora, Cholito: un anno fa decisivo con l’Inter, può essere la sua svolta (VIDEO)

3



Quattro panchine di fila, ma impatti sempre positivi (con gol) da subentrato. L’anno scorso riprese nel recupero i nerazzurri.

Sono i giorni di Giovanni Simeone. Da un posto da titolare fisso alla panchina, da uomo copertina alle critiche, e rinascita. O almeno ci prova, il Cholito. “Non è stato un periodo facile. Ho scelto anche di farmi aiutare da uno psicologo sportivo. Lui mi ha fatto capire che per migliorare dovevo pormi ogni giorno un piccolo obiettivo da raggiungere. Non sono pazzo, ho solo cercato un piccolo sostegno. E non vivo più solo per il gol. Quella è una conseguenza del lavoro”. Il gol che non arrivava, le prestazioni deludenti, le critiche dei tifosi. Poi quell’esultanza rabbiosa sotto la Fiesole che ha amplificato il momento complicato. Subito le scuse, ma feeling da ricucire. Mentre Muriel gli ‘soffiava’ il posto.

RISCATTO. La cavalcata di 60 metri contro la Spal ha in parte riscattato Simeone agli occhi dei tifosi. Un gol da grande giocatore, ‘come ai bei tempi’, una rete tutt’altro che banale e fondamentale, per chiudere una pazza partita come quella di Ferrara. Poi l’abbraccio con Pioli e con i compagni d’attacco, Chiesa e Muriel. Tutti dalla parte del Cholito. Un gol che poi arriva in un momento cruciale. Dove Simeone potrebbe tornare titolare. Magari già contro l’Inter: “Io sono pronto. E spero di fare gol”. Per la ‘settimana nerazzurra’ Pioli avrà infatti bisogno di tutti, e il Cholito può tornare dal 1′, con o senza Muriel al suo fianco. L’argentino è ricaricato, ora sente la stima e la fiducia, anche se il periodo difficile non è certo alle spalle. Anzi. Le panchine sono state difficili da accettare, ma Simeone ha saputo trovare dentro di sé la forza per ottimizzare i minuti in campo. Con risultati più che buoni, tra gol (4 da subentrato in stagione) e prestazioni positive.

UN ANNO FA. E Simeone potrebbe così tornare dal 1′ al Franchi contro l’Inter. Pensando ad un anno fa, quando fu proprio l’argentino a stoppare la gioia dei nerazzurri. Al 91′, il Cholito infilò il gol del pareggio con esultanza sotto la Fiesole. Quello che spera di fare, magari con una vittoria, domenica sera. Lo scorso anno, di questi tempi, aveva messo a segno gli stessi gol e gli stessi assist di adesso (7 reti e 4 passaggi vincenti). Poi, ci fu la svolta da fine marzo, con 7 gol e 1 assist nelle ultime 10 gare di campionato. Adesso, spera che la ‘primavera’ della sua annata possa presentarsi in anticipo. Magari nel momento decisivo della stagione. “Spero di vincere in questa città magica”, ha detto il Cholito. Per fare definitivamente ‘pace’ con Firenze, servirebbe un altro acuto al Franchi. Come un anno fa.

(gol di Simeone da 3′ 30” del video)

3
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
re_dei_gonzi
Ospite
re_dei_gonzi

Probabilmente Simeone è un giocatore che da meglio di se a partita iniziata, in tempi passati ci sono stati giocatori come Robbiati o bresciani che erano determinanti se entravano dal secondo tempo in poi ricordo che quando bresciani faceva 90 minutirendeva come una schiappa.
Probabilmente sono giocatori ottimi ma con limiti fisici o mentali nel senso che con la testa non reggono una partita intera.

alfredo
Ospite
alfredo

tifosi viola se avete la fortuna di parlare con SIMEONE DITEGLI CHE TRA 19 GIORNI L’atletico è a torino se lui potesse contattare qualche tifoso e poi passi parola che durente la partita si mettessero a cantare VIOLA VIOLA allo stadium sarebbe un colpaccio da brividi. Grazie ho dato l’idea fate voi sempre viola

Flamel
Ospite
Flamel

Se come spero con tutto me stesso Simeone riesce a trovare continuità state certi che arriva subito qualche strisciata a seminare zizzania con l’interesse alla compera, purtroppo questa società non tutela e blinda i pezzi pregiati passione zero, guadagni a mille.

Articolo precedenteSkriniar: “Fiorentina in gran forma e forte in contropiede. Dobbiamo esser pronti”
Articolo successivoFacchetti jr: “Fiorentina in forma e piena di talento. Spero che Simeone stia tranquillo…”
CONDIVIDI