Pubblicità dentro il ‘Franchi’. Pace tra Comune e Fiorentina

    0



    Dario NardellaCome riporta questa mattina La Nazione, Comune di Firenze e Acf Fiorentina Spa chiudono il lungo contenzioso sul pagamento della pubblicità all’interno dello stadio con un accordo favorevole ad entrambe le parti, rinunciando a due processi dagli esiti incerti. Comune e società hanno preferito la via dei buoni rapporti alla battaglia legale, considerati gli obiettivi comuni di promozione dell’immagine sportiva della città e anche in vista della realizzazione del nuovo stadio. La decisione è arrivata adesso con una delibera di giunta, votata all’unanimità, che ha preso atto della richiesta di una soluzione transattiva della Fiorentina, della legittimità, regolarità contabile e tecnica espressa nel parere favorevole dell’Avvocatura e della direzione Area coordinamento risorse del Comune, e infine di un atto di indirizzo del 2008 del Consiglio comunale.
    La decisione del Comune di Firenze arriva, non a caso, proprio in un momento importante per i rapporti tra l’amministrazione e la società sportiva della città. Il sindaco Dario Nardella ha dato parere positivo, salvo il rispetto di prescrizioni legate ai bisogni della città, al piano di fattibilità e al piano economico finanziario presentato per la realizzazione del nuovo stadio nell’area della Mercafir. In questo contesto l’accordo raggiunto aggiunge un elemento positivo ai buoni rapporti tra Palazzo Vecchio e la Fiorentina. L’accordo transattivo riguarda il mancato pagamento del canone della pubblicità da parte della società viola. La Fiorentina si impegna a rinunciare ai giudizi pendenti e a qualsiasi altra pretesa. Dall’altra parte il Comune riduce le proprie pretese e rinuncia alle penalità «fino ad oggi irrogate come si legge in delibera per un importo pari a 422.312 euro». Oltre alla volontà di mantenere buoni rapporti con la società viola, il Comune ha deciso di evitare lungaggini ed incertezze dei due procedimenti pendenti davanti alla Cassazione e alla Commissione tributaria regionale. La Acf Fiorentina, dal canto suo, ha già versato i canoni pubblicitari per le stagioni calcistiche che vanno dal 2002-2003 al 2009-2010, per un importo complessivo di un milione e 904.306 euro, comprensivi di interessi e sanzioni.
    Inoltre la società viola riconosce canone e interessi richiesti con le diffide per un totale di un milione e 481mila euro. Dal gennaio 2010, invece, con la nuova convenzione che elimina il canone di installazione dei mezzi pubblicitari, la società viola si è dichiarata disponibile a pagare 350mila euro, di cui 12.200 a titolo di interessi, per il canone calcistico delle due stagioni 2010-2011 e 2011-2012.

    Commenta la notizia

    avatar
    Articolo precedenteMati e Basanta saltano tre partite. E anche Borja Valero non dovrebbe farcela..
    Articolo successivoSi farà il nuovo stadio alla Mercafir. Ok della Fiorentina
    CONDIVIDI