Pucci a FI.IT: “Da oggi nessuno parli più di Fair Play finanziario. ADV avrebbe dovuto esprimersi in modo diverso, ma la storia con Firenze non è finita. Gli abbonamenti…”

145



Pucci accvc

Giornata intensa in casa viola. Prima la decisione negativa del Tas di Losanna, poi la durissima presa di posizione dei tifosi, con il comunicato firmato  UnoNoveDueSei-Curva Fiesole.

Per commentare le vicende accadute oggi in casa viola, la redazione di Fiorentina.it ha contattato in esclusiva Filippo Pucci, Presidente dell’Associazione Centro Coordinamento Viola Club.

Il Tas ha ribaltato la decisione dell’Uefa riammettendo il Milan in Europa League dopo che quest’ultimo ha trasgredito le regole del Fair Play finanziario, adesso cosa succederà?
La sentenza del Tas ci ha dato due certezze, due novità. La prima certezza è che più nessuno potrà più parlare di Fair Play finanziario. Perché il Fair Play finanziario non esiste. È inutile continuare a dire alla gente che bisogna seguire il percorso del Fair Play perché attualmente il Tas ha delegittimato questo criterio, quindi da oggi evitiamo di parlarne. Il secondo punto è che la sentenza ha certificato che i fondi d’investimento possono detenere società di calcio. Oggi la sentenza del Tas ha cambiato il mondo del calcio”.

Quindi, d’ora in poi anche i Della Valle e i dirigenti viola non dovranno più parlare di Fair Play finanziario?
Non esiste più. Oggi la sentenza del Tas ha stabilito che la regola del Fair Play finanziario non esiste più. A questo punto parlare di queste cose è come parlare di aria fritta”.

E pensare che questa sentenza è arrivata ancora prima che la proprietà del Milan, attraverso il proprio consiglio di amministrazione, passasse da Yonghong Li al gruppo finanziario speculativo Elliot. E oggi la Procura di Milano ha indagato il proprietario cinese per falso in bilancio…
Esatto, il CdA non si è ancora svolto e quindi i vertici non sono passati al nuovo proprietario”.

Oltre al malumore e rabbia per la decisione del Tas c’è però una tifoseria, almeno una gran parte, che è nuovamente in rotta con i Della Valle, con la società e il loro modo di fare calcio a Firenze. Lei è il Presidente di un’associazione, l’Accvc, con oltre 11mila tifosi associati. La Curva Fiesole ha emesso un comunicato chiaro e limpido, chiedendo che i Della Valle cedano la società e c’è anche chi chiede l’intervento in prima persona del sindaco di Firenze Dario Nardella…
Se mi viene chiesto se sono contento allora dico subito di no. Se mi viene chiesto se ho un’alternativa ai Della Valle, rispondo subito di no. In questo momento, guardandomi attorno, non vedo alternative. Questo non vuol dire da tifoso, però, come la gran maggior parte di sostenitori viola che possa essere contento di una manifesta dichiarazione di ridimensionamento. Secondo me quello che ha detto Andrea Della Valle è stato di una trasparenza incredibile, però, se lo diceva in altra maniera non avrebbe creato nessun tipo di sussulto. Avendolo detto in questa maniera, invece, ha creato il malumore”.

Ma cosa intende quando dice che Andrea Della Valle avrebbe potuto dire le cose in maniera diversa?
Dire che sarà una Fiorentina che lotterà tra il sesto e il settimo posto oppure dire che sarà una Fiorentina che lotterà per l’Europa League significa la stessa cosa, ma se dici alla gente, ai tifosi, che lotterai per l’Europa si aprono molti orizzonti e crei maggior entusiasmo. Se invece mi dici che lotti per il settimo posto mi dici che lotti per il posto più sfigato di tutti. Che poi alla fine ti porta a fare i preliminari di Europa League quando d’agosto siamo in vacanza sulla spiaggia”.

A questo punto cosa dovrebbero fare i Della Valle, la società ed i tifosi?
I tifosi cosa volete che facciano? Possono esprimere la loro opinione rimanendo sempre nei canoni delle regole e della civiltà. È sicuramente una questione che deve essere gestita. Secondo me quello che ha detto Andrea Della Valle era una cosa normalissima ma se lo diceva in altro modo era molto meglio”.

Se però ci fosse qualcuno che iniziasse a essere interessato alla Fiorentina, dovrebbe farsi avanti, dovrebbe far capire certe cose oppure sono operazioni che devono essere fatte lontano da tutto e tutti?
Io ho visto due passaggi di società: quello dai Pontello ai Cecchi Gori e poi quello dal disastro di Cecchi Gori ai Della Valle. È chiaro che se c’era una dichiarazione d’intenti e c’erano delle volontà la gente si faceva viva, altrimenti rimaneva nell’anonimato. Questo vuol dire che non ti manifesti mai anche se ci fosse un interesse o meno”.

Con i Della Valle si tornerà a quel periodo dove certi tipi d’investimento hanno permesso a loro stessi di portare a Firenze grandi giocatori e fare squadre sempre più competitive?
Io sono un po’ perplesso sotto alcuni aspetti perché ci sono delle contraddizioni di fondo. Nel senso che ci sono delle dichiarazioni fatte ad hoc, che devono servire per fare il mercato, oppure ci sono delle contraddizioni di fondo che il tifoso se lo domanda. Se è vero che stavi dietro a un giocatore come Pjaca, che ha un costo del cartellino e dell’ingaggio non indifferente, come fanno a dire che non hanno soldi per il mercato? E’ evidente che una delle due situazioni è falsa. Se uno non ha il budget non va a cercare cose improponibili”.

Crede che comunque Corvino, col poco o tanto budget a disposizione, sia sempre l’uomo giusto per fare il mercato della Fiorentina?
Questo è un discorso diverso. Io mi rifaccio alle dichiarazioni di Andrea Della Valle quando ha detto che ha dato a disposizione per il mercato 20 milioni più tutto quello che verrà ricavato dalle vendite e dal surplus. Mi dicono che in ritiro ci siano 31-32 giocatori e questa è una situazione che mette in difficoltà anche lo stesso allenatore Pioli che mi domando come faccia a gestire un gruppo così grande”.

Diego e Andrea Della Valle comprendono bene la situazione relativa ai tifosi. A Moena nessun accenno di contestazione, a Firenze tutto il contrario…
Secondo me si. Moena è una cosa a sé, è il paradiso. Quando c’è un ritiro nessuno può pensare di non trovare gente che sia innamorata della Fiorentina. Poi c’è il mondo esteso, che non è solo Moena ma tutta la tifoseria e quindi le opinioni, almeno in parte, sono tutte diverse

Però la società viola è soddisfatta della risposta per la campagna abbonamenti Quasi settemila, a oggi, gli abbonati alla Fiorentina.
Di fronte ai dati che storicamente la Fiorentina era abituata a dare è un dato preoccupante. Adesso saranno 7-8mila, ma in Curva Fiesole saranno forse 3-4mila e si capisce da questi numeri la reale situazione. Se poi di fronte a quelli che sono gli elementi che fanno nascere la fantasia e l’entusiasmo dei tifosi, che sono gli acquisiti, il risultato ottenuto di fronte a quasi nessun arrivo, se non gente praticamente sconosciuta, allora dico si che è un risultato buono. Ma in base a questi parametri e non quelli generali. Questo evidentemente è lo zoccolo duro di tifosi che rinnova l’abbonamento qualsiasi saranno i giocatori, la squadra, che scenderà in campo”.

Da Presidente del Centro Coordinamento Viola Club da molti anni avrà vissuto momenti belli, felici, tristi, positivi, negativi, di grandi vittorie e sonore sconfitte, ma siamo ai titoli di coda con i Della Valle?
No

Perché?
Lo percepisco da elementi che sono legati alla vicenda dello stadio”

Da Presidente dell’Accvc, proprio per la situazione che si è venuta a creare nuovamente con i tifosi, è in programma qualche incontro con i Della Valle o la società viola per capire cosa sta accadendo?
Io direi di aspettare la fine della campagna acquisti, poi vediamo cosa succederà”.

145
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Maurizio - Viareggio
Ospite
Maurizio - Viareggio

Bravo Pucci tieniti i DDV ancora al comando vedrai dove ci porteranno… ricordo che quando eravamo nel giro delle coppe il vostro Diego incontrò Platini (condannato a 4 anni) più volte per parlare di questo fair play finanziario… andate a rileggere quello che diceva il ciabattino a quei tempi e vedrete che la sua intenzione era quella di non spendere e siccome agli altri interessa vincere, voleva impedire a tutti di spendere non oltre quanto fatturato per non creare troppo dislivello… Ma se lo sceicco ha soldi da buttar via e vuole comprarsi tutto, non mi dovrei preoccupare del fatturato,… Leggi altro »

Giovanni66
Member
Giovanni66

Quando persone che lavorano duramente per 1300 e dico 1300 euro al mese assistono a mercati di calciatori a 200 milioni e passa…… Con ingaggi da 30 milioni e passa, il pensiero del sig DDV lo accetto eccome.
Un campionato con più squadre competitive dato da limiti di ingaggi e di spesa per cartellini sarebbe giusto e visto che viviamo in un paese Con 5 milioni di persone che sono Povere spero che prima o poi ci si ribelli e si dica fine a sto schifosissimo sistema

Viola Carminio
Ospite
Viola Carminio

Ma dove erano i DV quando la formazione viola veniva riempita di scalzignudi avendo venduto Berna, Vecino, Baba, Borja,etc..(100 milioni!) e, udite udite, un titolare della Croazia seconda al campionato del mondo per 4 milioni?… E’ il capo che decide, controlla indirizza… chi non ha testa abbia gambe…

Giovanni66
Member
Giovanni66

Il titolare della Croazia a Firenze non ha Mai giocato una partita decente
Saluti

ste
Ospite
ste

dimenticavo,prossimo anno li facciamo un c..così al milan. elliot non metterò………..il milan,per ora,è messo male se non trova uno pieno di soldi

ste
Ospite
ste

i della valle non sono nemmeno un millesimo di elliot. pucci si ricordi che ci hanno fatto fallire per 3,5 milioni!!!!!!! facile fare i grossi a parole per cavalcare la piazza,come questo governo!

DogMax
Ospite
DogMax

Sei una minoranza qui e in Italia.
Datti pace

Humus & Presepe
Ospite
Humus & Presepe

E’ finita la pacchia, per il Giglio Magico, amico mio…. adesso tocca anche a Firenze!

Dado
Ospite
Dado

Creare una società fantasma, fare sconquassi finanziari sile milan, pretendere pari trattamento…. questo i DV dovevano minacciare agli organi svizzeri

William
Ospite
William

Premesso che odio l’attuale dirigenza della Fiorentina…ma se il milan per avere 7 punti in piu’ di noi deve spendere piu’ di 200 milioni di euro l’anno per gli acquisti la cosa mi fa veramente incavolare.
Non chiedo ai DV di spendere la stessa cifra del milan..ma di non intascarsi i soldi per ogni plusvalenza effettuata…

Gaetano
Member
Gaetano

Io non mi aspettavo che entrassimo al posto del Milan in EL, e non capisco neanche cosa avrebbero potuto fare i DV per favorirlo, quindi non capisco cosa sotto questo aspetto gli si rimproveri. Io a Napoli attendo che scatti il verde per attraversare, nel frattempo passano invece decine di pedoni, non mi sento un fesso… al più me la prenderei con i vigili.
Il mercato? Mi aspetto un esterno offensivo doc, non in prestito secco, nessuna cessione importante, altrimenti prevedo guai seri durante il prossimo campionato se le cose andassero male, cioè al di sotto del 6°-7° posto…

Giorgio
Ospite
Giorgio

Corrotti e corruttori,ecco la fotografia dell’Italia attuale.Statistiche corruzione: Italia tra i “cattivi”, è 61esima al mondo.Quali possibilità avremmo potuto avere se il capo dei corruttori è ancora padrone del Milan?

Emidiocinosi
Tifoso
emidiocinosi

Giustizia Sportiva MAFIOSAAAAAAAAA………

Trentamilionia37
Ospite
Trentamilionia37

In effetti essere in mano ad un fondo di investimento dovrebbe essere il primo passo verso il fallimento…qui si fanno progetti sportivi a lungo termine…e come lasciare la gestione di un pollaio ad una volpe

Articolo precedenteIl discorso di Pioli alla squadra: “A giugno entreremo in Europa dalla porta principale”
Articolo successivoSi chiude il ritiro, prima il Venezia e poi la presentazione. Non ci sarà Nardella
CONDIVIDI