Quattro anni fa, l’ultima Viola ‘europea’ di Montella. I fischi, la “dimensione”… e il 4° posto

47



Montella vs Siviglia
FIORENTINA-SIVIGLIA 14-05-2015 VINCENZO MONTELLA

Il 14 maggio 2015 i viola persero 2-0 al Franchi contro il Siviglia nella semifinale di Europa League: sono passati 4 anni esatti, sembra un’eternità.

Neto; Savic, Gonzalo, Basanta, Alonso; Pizarro, Mati Fernandez, Borja Valero; Salah, Ilicic, Joaquin. E poi Pasqual, Badelj e Lazzari a gara in corso. Aquilani, Bernardeschi e Gomez in tribuna. Fu questa l’ultima Fiorentina ‘europea’ di Vincenzo Montella. Quattro anni fa esatti, un pesante 0-2 al Franchi contro il Siviglia dopo lo 0-3 incassato al Sanchez Pizjuan. Era il 14 maggio 2015: i viola uscirono dal Franchi sotto una pioggia di fischi, figli della prestazione e soprattutto della delusione per una settimana caricata al suono di #giochiamolainsieme da parte della Fiorentina. Il Franchi aveva risposto in gran numero nonostante l’impresa fosse praticamente disperata dopo il passivo dell’andata.

DALL’EUROPA… Di contestazione in contestazione, quattro anni dopo. Allora Montella, a caldo, disse che la squadra “meritava di più rispetto di quello che gli è stato dimostrato. Chi paga il biglietto può esprimere il suo pensiero, ma i giocatori non meritavano i fischi, i tifosi presenti stasera non riconoscono la nostra dimensione. Forse qualcuno dei giocatori dopo stasera lo perderemo, ci prendiamo i fischi e andiamo a casa“. Parole che aprirono un solco tra tanti tifosi e l’allenatore, soprattutto per il concetto di “dimensione”. Ma frasi che rafforzarono il gruppo viola per quel finale di campionato, tanto che la Fiorentina vinse poi le ultime tre partite di stagione, qualificandosi poi al 4° posto.

…ALLA SALVEZZA. Quel quarto posto che oggi vorrebbe dire Champions, e che nel primo ciclo Montella è stato ripetuto per tre anni di fila. Con l’aggiunta di percorsi importanti nelle Coppe (finali e semifinali di Coppa Italia, semifinale europea). Dalla semifinale di Europa League alla lotta per la salvezza a due giornate dal termine, quattro anni esatti dopo. Con Montella ritornato sulla panchina viola da un mese. “Non pensavo di trovare una situazione così complicata, che con me è peggiorata”, ha ammesso dopo il ko contro il Milan, il 5° in 6 gare. “A Firenze ci sono grandi aspettative, e ci si arriva solo con l’unione tra le varie parti. Sta a noi unirci con la città e riportare entusiasmo”, ha detto l’allenatore pensando al futuro.

QUATTRO ANNI DOPO. Tutto diametralmente diverso, quattro anni dopo. Giocatori (non è rimasto nessuno), società, voglia di investire, idea di calcio. Un palcoscenico europeo che manca da tempo, così come la capacità di affrontare a viso aperto le grandi in Italia e non solo. Il passato dice che la Fiorentina ha saputo far bene calcio e arrivare ad alti livelli, che al tempo sembravano ‘banali’ o ‘scontati’ ma che adesso appaiono lontanissimi nel tempo. Il presente dice di una lotta salvezza che si è fatta sempre più concreta, a suon di sconfitte. Il futuro, invece, è un vero intrigo. La lettera di Diego, la contestazione aperta dei tifosi, un parco giocatori che potrebbe essere cambiato in toto. Montella prova a fare da ‘garante’, testimone di un calcio che funzionò (e bene). Ma con una salvezza ancora da conquistare, e una stagione che è diventata disastrosa, difficile capire come poter tornare ai tempi che furono.

47
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Belgioviola
Ospite
Belgioviola

I fischi devono continuare Montella se ne deve andare

Tucamazzo
Ospite
Tucamazzo

Che bello generalizzare eh? A quella partita non c’ero ma ricordo che a “contestare” la squadra fu solo la curva, che si prese il biasimo dell’intera citta’ (mio compreso). Non ci fu alcuna contestazione alla societa’, ad eccezione della frasetta di Montella sulla “dimensione” che lasciava intendere come la squadra non fosse all’altezza, risultando scoperta in un paio di ruoli. E Montella (che oltretutto aveva ragione) si prese parecchie infamate per quello. OGGI non ci sono solo i soliti 4 imbecilli (che tra l’altro stanno dappertutto Juve Milan Napoli comprese) a contestare ma buona parte della citta’, che voi gommini… Leggi altro »

Oriundo
Ospite
Oriundo

E nonono bellino te non c’eri e si vede….TUTTO LO STADIO FISCHIO’ CONTESTO’ UMILIO’ una squadra intera io c’ero eccome e i cori di derisione spaccavano il cielo Fiesole, Maratona, Tribuna, Ferrovia, neanche un applauso a una squadra che finiva male quella che era stata una grande annata. Non erano 4 imbecilli a contestare era uno stadio, una tifoseria, una città
Diciamo le cose come stanno, ca**o.

Giancampi
Ospite
Giancampi

nel 2015 con montella quarti i
Dv venivavo chiamati ciabattini e braccini corti

Gianluca puɐןɐǝz ʍǝu
Ospite
Gianluca puɐןɐǝz ʍǝu

C’era chi aveva già capito

mick
Ospite
mick

La dignità non si vende.Chi guida una società deve avere passione ,punto.L’atalanta va forte perchè ha un progetto e una dirigenza che evidentemente lavora bene perchè il vertice della società ha ed infonde passione.Questo a Firenze manca quasi del tutto e i risultati si vedono,il criterio guida è la plusvalenza e il sig.Corvino è inadeguato a lavorare in questo perimetro.Ci vorrebbe un mago e lui non lo è di certo.Io per conto mio preferirei che la società fosse ceduta.

biascia intingoli
Ospite
biascia intingoli

è roba di pazzi !!
squadra arrivata 4° e contestata !!

fanno bene i DV a vendere a Sundas….quella è la dimensione dei lenzuolai !!

Tanto non si piglia nè Munoz nè Salvio
Ospite
Tanto non si piglia nè Munoz nè Salvio

Nel ritorno di Fiorentina-Siviglia i tifosi esagerarono, ovviamente. Ma, cari leccavalle, se ricordate bene, mica fischiarono la società. Non cercate di riportare l’episodio a vostro favore dicendo “sono i soliti che contestano sempre”. Perchè quei “soliti” hanno sempre sostenuto la squadra, anche in questi anni bui. Ovviamente, dopo anni di soverchierie braccine e di malagestioni, hanno cominciato a protestare contro i braccini. Ma questo non c’entra nulla con quell’episodio. Per quanto mi riguarda, con me i braccini avevano chiuso già dall’epoca dell’addio a Prandelli, comportandosi in modo a dir poco meschino. Chi non lo riconosce è in malafede o leccavalle… Leggi altro »

Giancampi
Ospite
Giancampi

Braccini…. Leccavalle…. Ciabattini……
Terminologia infantile come molti bimbi della fiesole

diego
Ospite
diego

I problemi a Firenze son tanti

1. Vi credete i migliori del mondo, siete spocchiosi e insoddisfabili.
2. Avete una curva ridicola, la Fiesole è morta con il CAV.
3. Giornali e giornaletti sanno solo criticare e rilanciare “notizie” infondate e spesso destabilizzanti di altre testate.
4. Il comune chiacchiera, chiacchiera e da 10 anni promette uno Stadio che mai si farà.
5. I DVD si sono stufati di investire soldi.

serpenti nelle tasche
Ospite
serpenti nelle tasche

poveri noi, mancava questo..

PolemicoViola
Ospite
PolemicoViola

Giusto! Perché mai, infatti, restano in questa città piena di problemi e di gente spocchiosa?

Gianni
Ospite
Gianni

Investire va sostituito con rimetterci

Gaetano
Member
Gaetano

Ecco, giusto per ricordare che certi tifosi contestano pure quando le cose vanno bene…

andre
Ospite
andre

i fiorentini contestavano anche all’epoca.. io da tifoso viola non di firenze ero esaltatissimo per quegli anni.. dispiaciuto solo di non aver vinto una coppa italia

Aspetta & Spera
Ospite
Aspetta & Spera

Paragoni del genere lasciano il tempo che trovano, quella squadra aveva giocatori che ancora oggi sono protagonisti in Champions e nei loro campionati…obbiettivamente la doppia semifinale col Siviglia doveva essere molto più combattuta, anche se poi l’esito non fosse cambiato, non c’era tutta questa differenza tecnica. Come fu perso malamente il ritorno in coppa Italia con i gobbi…Montella pur avendo dato un gioco scintillante mostrò grossi limiti in fase di obbiettivi da raggiungere…

diego
Ospite
diego

dei tuoi obiettivi…
per la fiorentina i limiti erano stati superati

Aspetta & Spera
Ospite
Aspetta & Spera

..di un tifoso vero, come tanti, da tanti anni

Gianluca puɐןɐǝz ʍǝu
Ospite
Gianluca puɐןɐǝz ʍǝu

Ma che diamine dici. Ma di quali limiti parli. La Fiorentina è una delle sole 14 squadre europee ad aver giocato tutte e 3 le finali continentali! Neanche milan ed inter possono dirlo!

Gianni
Ospite
Gianni

Non lo so questo, cmq sia si giocava contro una squadra molto più esperta di noi ad affrontare partite di quel livello. Arrivavano da due/tre finali consecutive

Articolo precedenteLafont-Dragowski: per il futuro ne resterà uno solo. Sul polacco Parma e West Ham
Articolo successivoPrestiti di rientro: da Saponara a Eysseric. Solo Maxi Olivera potrebbe essere riscattato
CONDIVIDI