Qui Brescia: Spalek o Romulo dietro le punte contro i viola. Davanti Balotelli

0



Eugenio Corini pensa già alla formazione da opporre alla Fiorentina: 4-3-1-2, ci sarà anche Tonali in mezzo al campo

Smaltita l’amarezza per l’epilogo brusco, anticipato e inatteso dell’amichevole con i serbi del Vojovodina – degenerato in caso politico quando sono comparse bandiere albanesi, si è sfiorato lo scontro fra fazioni e la partita è stata sospesa – il Brescia è tornato ad allenarsi ieri mattina al centro sportivo di Torbole Casaglia. Si sono allenati tutti agli ordini del tecnico Eugenio Corini, compresi gli ormai recuperati Magnani e Viviani, ad esclusione dei lungodegenti Torregrossa e Ndoj, che proseguono nella loro tabella differenziata verso il rientro nell’elenco dei convocabili. Così scrive La Gazzetta dello Sport.

FORMAZIONE. Naturalmente Corini dovrà attendere il rientro dei nazionali, verificarne le condizioni, prima di decidere quale formazione contrapporre alla Fiorentina lunedì, a caccia dei primi punti in gare casalinghe dopo le sconfitte interne con Bologna e Juventus. Di sicuro è ipotizzabile la riproposizione di un 4-3-1-2 con Joronen in porta, Sabelli e Martella a presidiare le fasce, Cistana e Chancellor centrali, Bisoli e Dessena mezze ali, Tonali playmaker, Romulo trequartista alle spalle delle punte Balotelli e Donnarumma. È la strada maestra.

ALTERNATIVE. Le alternative? Spalek trequartista e Romulo mezz’ala; oppure Tremolada play e Tonali mezz’ala. In entrambi i casi l’escluso sarebbe Dessena. Oggi giornata di riposo per il Brescia, che tornerà in campo domani pomeriggio a Torbole.