Ranking Uefa: anche il Portogallo supera l’Italia, adesso scesa al quinto posto

    0



    Ranking UefaCome riporta La Gazzetta dello Sport, anche il Portogallo, nel ranking Uefa, supera l’Italia. Passata adesso dal quarto al quintov posto…

    Niente da fare: i quarti di quest’Europa League sono quelli del sorpasso nel ranking Uefa. Il Portogallo ora è quarto, l’Italia retrocede al quinto posto. Doppia avvertenza però. Intanto sarà sorpasso dal 2015, cioè dalla classifica con la quale a luglio comincerà la prossima stagione: avremo insomma un anno per recuperare. E poi la Juve potrebbe ribaltare la situazione da subito, tra la semifinale e la finale, facendo meglio del Benfica e riportandoci al quarto posto. In ogni caso l’allarme non può essere ignorato.
    Se fino a un paio d’anni fa si parlava di Germania nel mirino, per recuperare il podio (e 4 squadre in Champions), adesso siamo coinvolti in una battaglia di retroguardia con i portoghesi per non scivolare ancora nel ranking. Il problema è che a luglio le italiane scarteranno il coefficiente del 2009-10, stagione in cui hanno accumulato 5,4 punti in più delle portoghesi: anche così si spiega il sorpasso. Ma non solo. Il Portogallo ha fatto meno punti di noi nelle ultime due stagioni, è vero, ma dal 2011 ha portato 3 squadre in finale (l’Italia non ci riesce dal 1999 con il Parma).
    Le conseguenze eventuali della retrocessione? In Champions non cambia niente: tutte le nazioni dal 4° al 6° posto qualificano 3 squadre. In Europa League, invece, qualcosa succederà: dal 2015-16 infatti, con il nuovo ciclo triennale, le prime 4 nazioni del ranking qualificheranno 2 club, e non più uno, direttamente alla fase a gruppi. Risparmiare un preliminare significa prepararsi meglio d’estate.
    Il 5° posto è il peggio per l’Italia dal 1984. Ci sono stati momenti più difficili, nel 1982 addirittura 12°, ma nella seconda metà degli anni 80 — quando il campionato italiano era quello più bello del mondo — era cominciata la risalita. Dal 1986 al 1999 (tranne il 1990) il primato che sembrava inattaccabile, poi la caduta fino al 5° posto. Domina la Spagna e non c’è da sorprendersi: 4 squadre nelle semifinali di Champions ed Europa League, cioé il 50% di tutte le coppe. Coppe europee o coppe del Rey?