Rebic: “Sto bene, spero in un’altra chance con il Torino”

    0



    Rebic ChievoAlla prima da titolare in maglia viola ha fatto centro. Ante Rebic si è sbloccato contro il Chievo in Coppa Italia, trovando la prima rete con la Fiorentina. Tanto entusiasmo anche in terra croata, per un talento che contano di avere pronto e decisivo anche per i Mondiali in Brasile. Ecco quanto ha dichiarato Rebic proprio ai media croati: “Spero di continuare questo momento positivo. E’ stato uno dei pochi gol di testa della mia carriera, ma è stato bello segnare per la Fiorentina – riporta slobodnadalmacija.hr. Sono venuto qui per ottenere risultati importanti. La corsa da Savic dopo il gol? Era il suo compleanno, avevamo festeggiato con lui, con tutta la squadra e soprattutto con Ilicic e Tomovic. Mi aveva preso in giro quando aveva saputo della mia partenza da titolare, dicendomi di correre da lui se avessi fatto gol. E così ho fatto, per festeggiare. Erano venuti allo stadio anche mio padre e mia sorella dalla Croazia: mi hanno portato fortuna. L’infortunio? Ho preso una botta da Dainelli, quindi sono uscito anche su consiglio dei medici, anche per precauzione. Ma sto bene, nessun problema per domenica. Gli infortuni di Rossi e Gomez? Rossi starà fuori per due o tre mesi, Gomez si sta riprendendo ma per adesso solo in palestra. E’ difficile qui avere delle opportunità, davanti gli spazi sono pochi. Il ruolo dell’attaccante in Italia è il più difficile. Io e Joaquin? Abbiamo giocato da attaccanti, io un po’ più centrale, anche se a volte mi allargo per cercare il mio gioco. Domenica con il Torino? Spero di avere un’altra occasione. La cosa più importante adesso è trovare il ritmo di gioco. Prima di questa partita non giocavo praticamente da tre mesi. E’ difficile quando non si gioca, è difficile anche sfruttare le opportunità per noi giovani in Italia. Infatti nessuno, tranne forse Pogba alla Juventus, gioca con costanza”.