Resta un punto verso la Champions…ma quella formazione.. Mario Gomez super, ora ritorna anche Rossi… Pradè a Dortmund

0



Diciamolo subito: il pareggio ottenuto al Friuli contro l’Udinese è comunque un risultato importante. Che non complica assolutamente il cammino della Fiorentina verso la conquista del secondo o terzo posto finale.
Certo, a fine partita rimane un po’ l’amaro in bocca per aver ‘regalato’ il primo tempo agli avversari (come anche sottolineato da Montella) e perché una volta ribaltato il risultato con una splendida doppietta di Mario Gomez la squadra viola non è riuscita a controllare fino in fondo la gara.
Tornando al primo tempo ha soprattutto lascito qualche dubbio la formazione iniziale. E’ vero che era l’ultima gara al termine di un periodo di partite e vittorie fantastiche ma è anche vero che era l’ultima gara prima della sosta di quindici giorni per le gare delle nazionali e la partita (come affermato da Montella alla vigilia) era ‘importante’, ‘fondamentale’, per il proprio futuro. Quindi, perché non schierare la formazione migliore? Pizarro (era in panchina e subito dopo la gara è partito per la convocazione in nazionale, quindi poteva giocare) e Richards (perché continua a essere impiegato col contagoccie?) potevano dare una impronta diversa alla squadra. E perché Salah non è stato subito inserito dopo il 2-1? La sua velocità sarebbe stata fondamentale, con i viola in vantaggio, per sfruttare le ripartenze.
Sicuramente se Montella ha fatto le scelte che ha fatto avrà sicuramente le sue ragioni ma è chiaro che in molti si aspettavano una Fiorentina diversa.

Esultanza Udinese - FiorentinaResta il fatto, comunque, che lui e a squadra stiano facendo una gran lavoro. Stanno ottenendo grandi risultati.
Ad aprile, alla ripresa del campionato la Fiorentina giocherà 8 partite (campionato, Coppa Italia e Europa League). Cinque gare saranno giocate al Franchi, 3 in trasferta. Sarà fondamentale come mai per l’apporto del pubblico viola. A speranza, facendo anche qualche sacrificio economico (certamente nelle possibilità di ognuno) di riempire sempre il Franchi. Bisogna ricordarsi che mai come quest’anno c’è la grande possibilità di ottenere risultati e vittorie storiche.
Quindi tutti assieme, tutti vicini, tutti uniti più che mai con la Fiorentina.

Mario Gomez Udinese - FiorentinaLo scriviamo per l’ennesima volta: per tutti coloro che  lo hanno sempre chiamato ‘Paracarro’, ‘Bidone’, segnate nel tabellino dei gol altre due reti di Mario Gomez. In questa stagione è arrivato a 9 gol realizzati (4 in campionato, 1 in Europa League, 4 in Coppa Italia) in un totale di 25 presenze (delle quali solo 10 partite per novanta minuti). A questo numeri bisogna aggiungere anche 3 assist e soprattutto il lavoro che fa per la squadra, sia portandosi via sempre due uomini e anche in fase difensiva. Le sue parole al termine della partita “Se vogliamo lottare per il terzo posto non possiamo perdere 2 punti così. Stanchezza? No, giochiamo sempre con una squadra diversa, ci sono tante squadre che giocano ogni 3 giorni. Qui è mancata la voglia di vincere e la stanchezza non può essere un alibi”. Parole pesanti, da leader, da campione che si assume le sue responsabilità e che richiama alla massima attenzione compagni e tutta la Fiorentina perché per ottenere grandi vittorie serve sempre e comunque, su ogni campo e contro ogni avversario, la voglia di vincere”. Lui deve fare di più? Certo, tutto è migliorabile…ma qualcuno probabilmente dovrebbe cospargersi la testa di cenere.

Pizarro e Rossi, Tribuna RomaInfine, sarà la sosta per le gare delle nazionali ma alla ripresa ci potrebbero essere due grandi sorprese per la Fiorentina, i tifosi viola e Montella. Sicuramente Bernardeschi (che già da qualche giorno si allena col gruppo) ma anche Giuseppe Rossi dovrebbe tornare ad allenarsi coi compagni. L’obiettivo è quello di metterlo a disposizione di Montella per la gara di ritorno di Coppa Italia il 7 aprile prossimo quando al Franchi arriverà la Juventus. C’è ottimismo perché questo avvenga. Recuperare Bernardeschi e soprattutto Giuseppe Rossi nel momento più importante della stagione sicuramente sarà un’arma in più per la Fiorentina.

Ciro ImmobileMercato. Che alla Fiorentina possa interessare Immobile del Borussia Dortmund non è una novità. Già a gennaio era trapelata la notizia. Sicuramente, secondo quanto raccolto da Fiorentina.it, mercoledì scorso (alla vigilia di Roma-Fiorentina di Europa League) il ds viola Daniele Pradè era allo stadio di Dortmund ad assistere alla gara di Champions tra la squadra tedesca e la Juventus. Sicuramente non era li per visionare giocatori bianconeri. Sotto osservazione certamente Immobile ma attenzione ad altre possibili interessi per altri giocatori del Borussia…

Autore: Gianni Ceccarelli, Fiorentina.it