Ricorso Borja: obiettivo cancellazione della squalifica

    0



    Borja Valero EsbjergQuestione di affetto. E dunque guai a toccare quei campioni che sono tali sia in campo, sia fuori. Borja Valero è uno di questi, e 24 ore dopo il suo sfogo (post squalifica di 4 giornate) a raccontare al mondo quanto Firenze abbia nel cuore il centrocampista spagnolo, ci pensa la sua compagna, Rocio Rodriguez, raccontando la sue sensazioni su Twitter. «A Careggi, dal fornaio, in farmacia, il corriere…tutti mi dicono che sono con @bvalero20 e lo sostengono. Questa è Firenze». Tutta la città, insomma, abbraccia idealmente il suo campione. Colpito e affondato da Gervasoni nel finale di quella partita tutta sbagliata che è stata Parma-Fiorentina.
    Ma la maxi squalifica di Borja Valero ha fatto il giro del mondo e ovunque è stata battezzata come «ingiusta». In particolare, il caso che ha al centro il centrocampista viola ha avuto ampi spazi su giornali (online e non solo) spagnoli. «Marca» e «As» hanno rilanciato con forza le dichiarazioni fatte dal giocatore due giorni fa con titoli a tutta pagina come questo: «Borja Valero accusa. Quello che ha scritto l’arbitro è falso».
    Intanto società e studio legale stanno lavorando al ricorso che la Fiorentina presenterà alla Corte Federale per ridiscutere la maxi-squalifica subita dal giocatore. L’obiettivo vero del lavoro degli avvocati rimane quello di puntare alla cancellazione totale della pena, anche se è più facile prevedere che si presentino carte e motivazioni per riuscire a ottenere una forte riduzione. Al momento, lo stop di 4 giornate costringerebbe Borja Valero a saltare queste sfide: Lazio, Juventus (in trasferta), Chievo e Napoli (in trasferta).
    Ma oltre al lavoro dei legali a cui è stata affidata la difesa del calciatore spagnolo, la mossa più importante per convincere la Corte potrebbe essere la presenza dello stesso Valero davanti alla giustizia sportiva. Il centrocampista vuole far valere la sua buona fede, vuole raccontare la sua carriera di calciatore sempre corretto e (salvo in una occasione) per niente accostabile a situazioni di tipo violento o risse con avversari. La riunione della Corte che prenderà in esame il ricorso di Borja Valero dovrebbe riunirsi nella seconda parte della prossima settimana e comunque in vista della prossima sfida dei viola, il 9 marzo a Torino contro la Juventus.