Riganò: “Pedro deve ascoltare Montella. Può essere il centravanti giusto”

10



L’ex centravanti viola ha parlato del collega verdeoro che ancora deve esordire con la prima squadra

Christian Riganò ha parlato a La Nazione. Tema principale Pedro, l’attaccante brasiliano acquistato in estate dalla Fiorentina: “Se la Fiorentina ha azzeccato il centravanti giusto questa squadra saprà fare divertire noi tifosi e soprattutto proseguire un percorso interessante. Il gol ritrovato con la nazionale è sicuramente una bellissima notizia“.

Da bomber a bomber quali sono i consigli per Pedro?
Deve stare sereno e continuare a lavorare ascoltando i consigli dei suoi attuali allenatori, due dei quali tra l’altro sono stati grandi attaccanti (Montella e Caccia, ndr). Certo si deve adattare velocemente al nostro calcio che è profondamente diverso da quello brasiliano“.

Da allenatore cosa pensa del modulo di Montella?
Vincenzo è molto più bravo di me. Dico solo che bisogna sperare che gli avversari prendano le misure il più tardi possibile a questo assetto che ha permesso di centrare tre vittorie consecutive, ma come detto Montella sa il fatto suo e saprà trovare le contromisure giuste. Lui che è stato un attaccante sa bene l’importanza di un vero 9. Ma se uno non ce l’ha, come si dice, deve fare di necessità virtù. E lui ha avuto l’intuizione giusta dalla Juve in poi. Quando lo avrà potrà alternare e variare le varie situazioni tattiche. Sarà una risorsa importante“.

Su Ribery?
Un giocatore di talento, e non lo scopriamo ora, ma anche tatticamente intelligentissimo. E’ un attaccante, ma anche un costruttore di gioco, si abbassa a centrocampo per cercare il pallone e far ripartire la squadra. Perfetto con Chiesa in tandem, ma anche accanto a una prima punta“.

10
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
PIPPO
Ospite
PIPPO

Pare evidente che la Fiore non può prescindere da un centrocampo a 5 e i due davanti , vuoi per sqalifiche, vuoi per infortuni, vuoi per tenuta fisica di alcuni “vecchietti” dovranno giocoforza essere sostituiti spesso anche nella stessa partita.
Occorre perciò cominciare ad inserire qualche giovane come Pedro, Vlahovic, Montiel , Sottil senza aspettare di essere completamente inefficienti in attacco

mauro
Ospite
mauro

Troppe aspettative su Pedro …. speriamo bene !!
ma io partirei con Boa o Vlahovic e poi se Pedro è quello che dicono ben venga ma ancora brucia l’esperienza con Piacja !!!

Hanamichi
Ospite
Hanamichi

Leggenda viola, maltrattata. Voglio il bomber Di Lipari in societa’

Batigol,pc
Ospite
Batigol,pc

“Dio perdona,Riga no”

Ponzio
Tifoso
ponzio

se lo dice Riganò mi fido a prescindere. Verso di lui, sento un debito di riconoscenza talvolta persino superiore a quello maturato con Bati. Sarà la sua spontaneità e la sua semplicità, ma mi ci sento più affezionato. Di tutti i nomi accostati alla Fiorentina come Società, perché quello di Riganò non riesce mai a penetrare il confine istituzionale? Nessun ruolo, nessuna convocazione in sede, nessun riconoscimento? Lui potrebbe essere il nostro naturale ambasciatore al “SUD”, colui che scopre i talenti nelle regioni che meglio conosce.

PIPPO
Ospite
PIPPO

Speriamo che non sia un’altro Piacja

Cancello
Ospite
Cancello

Pedro come movenze e classe ricorda Van Basten!

Carlo F
Ospite
Carlo F

Siiii?

Tagliamosche
Ospite
Tagliamosche

…..a me,come movenze,ricorda Roberto Bolle…..ahahah…

marco mugello
Ospite
marco mugello

Si, ma visto al rallentatore….. ha meno scatto di un treno merci in partenza….

Articolo precedenteTonali: viola preparano l’affondo a gennaio. Pradè può superare i 40 milioni
Articolo successivoCambio di modulo: dipende tutto dalle condizioni di Boateng
CONDIVIDI