Ristori (ag. Piccini): “A Firenze non gli è mai stata data una possibilità”

36



Le parole del procuratore del terzino destro, prodotto del settore giovanile della Fiorentina

Dario Ristori, agente  di Cristiano Piccini, ha parlato ai microfoni di Radio Sportiva dopo la prestazione del terzino del Valencia contro la Finlandia:

“Purtroppo alla Fiorentina non gli è mai stata data una chance, il motivo dovreste chiederlo alla società. Firenze è sempre nel suo cuore e il prossimo anno si sposerà nel capoluogo toscano. Qualche anno fa il rammarico era tanto, adesso se ne è fatto una ragione ed è contento della sua carriera”.

36
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
paolinoPaperino
Ospite
paolinoPaperino

Comunque non si possono fare contratti da prof a tutti quelli che escono dalla Primavera, bene darli in prestito (come è successo a Piccini) e se nei primi due anni sfondano si riportano a casa e si contrattualizzano, altrimenti si accetta il rischio che sfondino lontano da Firenze e poi in quegli anni c’era il contratto di Gomez, Rossi ecc… Questo non esime Corvino da colpe, anche gravi, sulla scelta dei giovani da mettere in rosa ne ha toppati una ventina, come minimo.

satanello viola
Ospite
satanello viola

E CHI SE FREGA…………………………………..

massimo
Ospite
massimo

Ristori, lo abbiamo dato in prestito al Livorno e non lo facevano giocare in continuazione nemmeno li, alternandolo con terzini semisconosciuti si serie B. Se poi l’aria della Spagna lo ha rivitalizzato è un altro paio di maniche. Comunque non mi sembra un fenomeno nemmeno ora.

Oranje
Ospite
Oranje

Queste sono cose gravi. Ma è un classico. Se pensate che giovani valenti come Gori e Sottil hanno fatto lo stesso. E l elenco aumenta.

enzo
Ospite
enzo

La VERITA’ dice che quando NON si ottengono piazzamenti importanti in campionato, buona parte dei giocatori si guardano attorno sguinzagliando i loro procuratori. La colpa che date alla dirigenza è che tutti voi vedete NON ESISTE METTETEVELO IN TESTA qui in VIOLA deve rimanere SOLO CHI CREDE REALMENTE NEI NOSTRI COLORI, PUNTO E BASTA …. sono CERTO che l attuale dirigenza se vede un gruppo coeso è forte almeno nel 70% della formazione, investirebbe senza alcun problema, ovviamente vendendo chi non crede o sogna di prendere stipendi altisonanti. Mettetevelo in testa noi abbiamo un tetto di ingaggio che non porta… Leggi altro »

Valerio Tume
Ospite
Valerio Tume

C’era una volta il piccolo Enzo che alla sua bella età credeva ancora a Babbo Natale, alla Befana e ai giocatori che “credono nei colori”…..

enzo
Ospite
enzo

Il solito consumato che manco sa leggere …. MA CHI CI CREDE AD UNO ATTACCAMENTO ALLA MAGLIA SEMMAI VEDO UN ATTACCAMENTO AI SOLDI, è sopra dicevo proprio questo, potete parlare quanto volete qua a FIRENZE a meno di grandi investimenti, non rimarranno mai dei giocatori con questo tetto di ingaggi perchè già sognano di prendere tutt’altro in tutt’altro posto (Esempi pratici CINA guardate quanti giocatori che potrebbero fare la fortuna di squadre, se ne vanno senza pensarci due volte VEDI HAMSIK ed altri). Quindi colpevolizzare la società perchè non investe è da BAMBINI DELLE ELEMENTARI qui come in altri siti… Leggi altro »

Patronno dell’humusso
Ospite
Patronno dell’humusso

CORVINO VATTENE

ClaudiodaSasso
Tifoso
claudiodasasso

A che serve spendere soldi, investire sulla primavera, per poi dare via i ragazzi che in quella categoria emergono? Bernardeschi e Chiesa sono solo la punta di un iceberg che ogni anno viene aggiornato e i ragazzi che ne escono vengono ceduti in prestito o per pochi Euro. Se si punta sui giovani si prendono tecnici che credono in loro. E soprattutto non si svendono. Ma Diego Della Valle si arrabbia per Mancini, perché non ha ottenuto i soldi che si aspettava, non perché ha perso un giocatore che poteva essere utile alla prima squadra a costo zero. Autofinanziamento, abbassamento… Leggi altro »

Coralli magreb
Ospite
Coralli magreb

Effettivamente ai ragazzi usciti dalla primavera, viene concessa solo l’opportunità delle partite in ritiro, contro le squadre dilettanti. Tornati a Firenze spesso abbandonano la prima squadra. L’unico negli ultimi dieci anni ad aver avuto tante possibilità fu matos, ma con risultati scadenti. Io darei più fiducia.

Mauri
Ospite
Mauri

Motivo semplice da spiegare….perché il giocatore era già di proprietà della Viola e il Panzone fetente e faccendiere non si poteva riempire le tasche, come invece fa quando prende i brocchi che gli vengono proposti con i pizzini dai procuratori suoi “compagni di merende”. Lapalissiano.

gangia81
Ospite
gangia81

Esatto. Non c’è guadagno se il giocatore viene dal vivaio. Vuoi mettere a prendere un peruviano di 16 anni? Lì sì che ci sono ricche commissioni.

silvan
Ospite
silvan

diciamo che Piccini è stato dato in prestito x 3 stagioni (carrarese,spezia e livorno)…e non ha mai brillato,
poi ceduto al Betis nella B spagnola,e poi si è valorizzato allo Sporting e al Valencia
ma prima ha girato parecchio.
certo…se andiamo a vedere chi abbiamo comprato in questo ruolo,c’è da spararsi.,,
Romulo(buon corridore,ma terzino non era)…Gilberto…Dicks…Laurini (buona riserva ma niente piu)..
Gaspar (????)…Salcedo…..Aleandro Rosi..,Cassani che era buono 2/3 anni prima..Richards in prestito.
alla fine abbiamo sempre dirottato un centrale li,..Roncaglia,Milenkovic.

Certamente si poteva ricomprare Piccini a 3 milioni.almeno conosceva gia l’ambiente.

Probabilmente il procuratore non era amico del d.s.
a pensar male si fa peccato,ma spesso………

MoNrOo
Ospite
MoNrOo

Non fu ricomprato perchè Piccini ebbe svariati infortuni pesanti. Tutto quì.

Articolo precedenteJuventus Women, Guarino: “I miei brividi guardano indietro a tutti quelli che hanno lottato ai diritti del calcio femminile”
Articolo successivoFontana: “Chiesa è una certezza e può diventare un campione”
CONDIVIDI