Ritiro per sorprendere Fatturato? Brava e complimenti Fiorentina

    0



    Della Valle e MontellaTutti in ritiro. Diciamo subito che non si tratta assolutamente di una punizione. E’ semplicemente la conseguenza della ‘lezione’ avuta dodici mesi fa. E visto che quest’anno la Fiorentina si gioca molto tra gennaio e marzo in casa viola, dalla società ai giocatori passando da Montella e dal suo staff tecnico, non si vuol commettere errori di cui poi pentirsi a fine stagione.
    Ecco allora che dopo la sosta per le festività natalizie e la ripresa degli allenamenti in casa viola si vuol tenere l’asticella dell’attenzione e della concentrazione al massimo.
    Quindi ben venga il ritiro per il bene e per il futuro della Fiorentina. Nei prossimi tre mesi non ci sarà possibilità di respiro perché giocheranno ogni tre-quattro giorni e quindi è corretto non avere altre distrazioni anche se sulla professionalità di questo gruppo nessuno può sicuramente dire niente. E quindi ritiro sia pensando al prossimo impegno, al derby col Livorno e di iniziare il 2014 nel migliore dei modi, con una vittoria.

    Questa mattina sulla Gazzetta dello Sport è uscita un’interessante inchiesta sui fatturati delle ‘sette sorelle ‘. L’articolo evidenzia per prima cosa come la Fiorentina sia tra i club più virtuosi e non ha nessun debito con le banche. Avremmo voluto capire meglio come certe cifre di altre squadre sono emerse all’interno dell’articolo o perché nella parte della Fiorentina non si evidenzia che nell’ultimo bilancio al 31/12/2013 i Della Valle hanno dovuto staccare un assegno di circa 10 milioni per ripianare le perdite quando invece si sottolinea che l’ultimo bilancio è terminato in pari, ma al di là di tutto questo c’è un dato molto importante che emerge, che fa capire meglio quanto è difficile e dura stare al pari delle ‘solite big’ o addirittura fare meglio: il fatturato dei club. Il Milan nel 2013 ha registrato un fatturato di 276 milioni di euro, la Juventus 275, l’Inter 176, Roma 125, Napoli 120, Lazio 108 e Fiorentina 73.
    Dati che portato a dire: BRAVA E COMPLIMENTI FIORENTINA; BRAVI E COMPLIMENTI DELLA VALLE; BRAVA E COMPLIMENTI ALLA SOCIETA’. Con il suo poco fatturato riesce a competere e lottare contro club che invece hanno anche quattro volte tanto. Segno evidente che il lavoro portato avanti dalla dirigenza viola e poi da allenatore e giocatori è nettamente migliore di quelli tanti altri club che a fine anno fanno registrare fatturati ben superiori.
    Dal 2015 cambierà anche la ridistribuzione dei diritti tv, speriamo che sia l’occasione per la Fiorentina di ottenere molto di più rispetto al passato. E avere maggiori soldi da investire sommati al modo di lavorare dei dirigenti viola c’è da scommettere che il divario con le ‘solite big’ si ridurrebbe drasticamente se non addirittura superarli…e allora si che ci sarebbe da divertirsi…


    Gianni Ceccarelli