Rocco pensa a Batistuta: il possibile ruolo del Re Leone

24



Gabriel: “Sarei lusingato, ho visto l’entusiasmo straordinario per l’arrivo di Commisso. Sta per iniziare una bellissima avventura”.

Una bomba mediatica dal retrogusto dolcissimo per Firenze. La nuova Fiorentina starebbe seriamente immaginando di riportare dentro Gabriel Batistuta, a 19 anni dal suo addio viola. Oggi è un brizzolato cinquantenne con tanta voglia di restituire al pallone almeno una porzione di quanto ha ricevuto. Nel suo personale dizionario dei sinonimi calcio significa Firenze. L’amore per la città ed i suoi colori è conclamato. Così scrive La Nazione.

‘SAREI LUSINGATO’. Quando si è sparsa la notizia di un interessamento di Rocco Commisso per Batistuta lui ha risposto così: “Se davvero la Fiorentina pensasse a me sarei lusingato e molto felice – ha detto a Lady Radio– Sapete quello che rappresentano per me Firenze e la maglia viola. In questi giorni ho visto un entusiasmo straordinario per l’arrivo del presidente Rocco Commisso. Credo che stia per iniziare una bellissima avventura per la nuova società viola”. Gabriel è rimasto colpito dall’accoglienza che la sua città ha riservato a Rocco e dalla formidabile voglia di ripartire verso destini migliori. E’ rimasto favorevolmente impressionato anche dalla carica del nuovo patron e dal suo approccio con il mondo viola.

RUOLO. Il nodo da sciogliere, però, adesso è la possibile collocazione del Re Leone nell’organigramma viola. Ci saranno dei contatti nei prossimi giorni, le parti dovranno vedersi e sviluppare quella che ad oggi resta un’idea molto bella, ma non ancora tradotta nella realtà. Gli scenari sono molteplici: per Gabriel potrebbe esserci un incarico operativo a Firenze in seno alla società o magari, invece, una veste di ambasciatore nelle “Americhe”. In questo caso le competenze tecniche si affiancherebbero a quelle diplomatiche: Batistuta in Argentina, e in più in generale in tutta l’America latina, gode di una fama assoluta e anche di tanta credibilità. Pure negli Stati Uniti il suo nome è una garanzia. Di sicuro Rocco e Gabriel sembrano parlare la stessa lingua nel calcio e nella vita: uomini che non sono nati fuoriclasse, ma che hanno raggiunto il tetto del mondo attraverso sacrifici pesanti.

24
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
I'Savonarola
Ospite
I'Savonarola

Ma anche basta.

vito
Ospite
vito

MA SARA’……………

ZINZO® quello vero (non quell'altro gobbo)
Ospite
ZINZO® quello vero (non quell'altro gobbo)

Basta leggere i giornaletti locali, i blogghetti di quartiere e ascoltare le radiucole falsamente viola per accorgersi di che qualità è fatta la «marmaglia» di questi pseudo opinionisti da strapazzo. Ex giocatori rosiconi sul viale del tramonto pieni di invidia, ex scout licenziati che ce l’hanno con la Società e infamano, gente che ha provato a fare i DS e non li ha mai cagati nessuno che si permettono di pontificare e criticare, giornalisti che non utilizzano i congiuntivi ma che pubblicano numeri e cifre come fossero vangelo… e si potrebbe continuare. Questa è la qualità che esprime la Firenze… Leggi altro »

Badtzmaru
Ospite
Badtzmaru

Questo vigliaccone che ama sparare su chi non gli ha fatto nulla, per mero divertimento, rappresenterebbe un disvalore per una società sportiva sana e basata su principi di umanità.
Se purtroppo lo dovessero assumere, almeno avrebbe meno tempo da passare nella sua tenuta di caccia in Argentina.

Bagnolesi Giovanni
Ospite
Bagnolesi Giovanni

Fai pena per non dire di peggio

Zandim
Tifoso
Jakviola

E allora ghigliottina anche Baggio … ma cosa c’entra col calcio?

PolemicoViola
Ospite
PolemicoViola

Te sei da bannare a vita

giogio78
Ospite
giogio78

ma invece di simeone e muriel provare Batistuta e montella, dietro Rui… gli altri giovani maratoneti, anche scarsi tecnicamente ma che corrono e basta. devono correre anche per loro tre… recuperare palla e darla ad uno di loro tre… CHAMPIONS

Santa Proprietà
Ospite
Santa Proprietà

Meglio lui a 50 anni, che Simeone a 23.
Gioca lui tutta la vita…

A. Kanchelskis
Ospite
A. Kanchelskis

Con quelle caviglie purtroppo non credo, fosse stato sano l’avrei preferito per davvero..

PolemicoViola
Ospite
PolemicoViola

Sottoscrivo

Santa Proprietà
Ospite
Santa Proprietà

TU non sei sano, (di mente), a porti codesto quesito a parità di condizioni…

David, Signoria
Ospite
David, Signoria

Batistuta senza dubbio più furbo ed intelligente di AntoGnoni: l’uno si è legato già da subito ad una proprietà morente, sputtanata ed odiata che lo ha preso per legittimarsi ancora un po’ con i tifosi, passando per uno che si è venduto per due lenticchie (e contraddicendo la sua giovinezza, in cui lui è stato “il puro che non si è venduto”); l’altro ha aspettato che i giochi si compissero per fare il passo. Risultato: uno ha ipotecato e messo a rischio un debito di gratitudine immenso che era riuscito a costruirsi in gioventu’ con scelte francamente ammirevoli, un altro… Leggi altro »

Chicago
Ospite
Chicago

Si chiama Amore. Antonio sarebbe tornato anche con la società in Eccellenza.

David, Signoria
Ospite
David, Signoria

Anche io ho seguito la squadra in C2 ed in B. Ma legittimare con la propria faccia una proprietà oscena ed inguardabile, va contro il concetto di amore. Amore è lo scacciare chi non è degno di gestire l’oggetto del proprio amore, non il legarcisi a doppio filo. Questo non è amore. Nella migliore delle ipotesi è dabbenaggine. Nella peggiore è complicità.

luca
Ospite
luca

VERGOGNATI

David, Signoria
Ospite
David, Signoria

Si deve vergognare solo chi corre, alla prima offerta, dai “mercanti di schiavi” che lo avevano schifato per 15 anni 15, già avendo un lavoro onesto e decoroso, Ed accettare di legittimarli nel loro scempio di fronte ai tifosi che lo amavano, per la ciotola di lenticchie. Io non mi vergogno.

Daniel
Ospite
Daniel

Redazione, potete verificare la veridicitá dell’affare Ibrahimovic? Dal punto di vista anche non solo puramente sportivo andrebbe ad inserirsi perfettamente, a livello di aumento valore brand e come impatto marketing sarebbe devastante, in vero Rocco style.
Per questo anche un ingaggio di 5-6 milioni non lo vedo come un ostacolo considerato il ritorno.
Avanti Viola.

Joe..oh banana Joe
Ospite
Joe..oh banana Joe

Ibra non verrebbe mai a Firenze. Per lui conta solo vincere.

Goliath
Ospite
Goliath

Lo sai che Ibra ha 37 anni? E lo sai quanto guadagna? Indubbiamente farebbe più gol di Chiesa e Bedeone messi insieme… però….. Mah.

Daniel
Ospite
Daniel

E tu sai leggere? Perché quanto potrebbe guadagnare é scritto sopra, ed é anche scritto che non sarebbe un investimento puramente sportivo, data appunto l’etá.

all access (aka tattamea)
Ospite
all access (aka tattamea)

certo che non lo consideri un ostacolo l’ingaggio, mica ce li metti tu i soldi, che te frega.

Daniel
Ospite
Daniel

Metto i sottotitoli la prossima volta, cosí magari é piú semplice. Non considerarlo un ostacolo significava che uno come Ibra col ritorno mediatico si ripaga da sé.
Vediamo se ora la capisci o serve un tutor ulteriore. Sicuro eri uno di quelli che “ALLORA COMPRALA TE”.

Sentenza
Ospite
Sentenza

Per tutti quelli che ci ricordano quanto prende di stipendio la domanda è… Ancora state a fare i conti con l’oste che c’era prima.. Magari a Commisso di dare 6 milioni di euro a Ibra calcolando tutta la risonanza mediatica che ne conseguirebbe, sarebbe cmq un affare…
Ancora non ha comprato nessuno, aspettiamo i primi acquisti e tutto sarà più chiaro…

Articolo precedenteDi nuovo Pradè dopo Corvino. Con lui può tornare Ripa
Articolo successivoEcco la Viola di Commisso. Fase 2: mercato, confronto con l’Uefa e sponsor (FOTO)
CONDIVIDI