Rossi, all’estero per tornare il vero Pepito: pedina per arrivare a Obiang?

    0



    Rossi Fiorentina - ChievoAlla fine, l’autostrada giusta per il rilancio di Pepito Rossi rischia di portare all’estero, scrive Il Corriere dello Sport – Stadio. Il giocatore vuole far riaccendere su di sé i riflettori. Sogna di provare a prendersi una maglia per i prossimi Europei dopo essere già stato costretto, suo malgrado, a rinunciare alle emozioni Mondiali, nel 2014, e non intende abbassare la sua asticella. Sia chiaro, il club viola non avrebbe alcuna intenzione di privarsi di lui. La gestione oculata del giocatore è stata studiata proprio nel tentativo di riportare Pepito, nel tempo, ad essere quel giocatore impressionante che nel 2013 aveva spaccato il campionato. Sousa, così come Della Valle, lo avrebbe voluto trattenere ancora. Rossi piace al Torino, al Genoa, persino alla Samp, ma garantire una maglia da titolare a prescindere da tutto non è cosa semplice e scontata. Non in Italia. Per questo, l’ipotesi di sei mesi all’estero potrebbe rappresentare la via di fuga più immediata da prendere in considerazione.

    Il Betis Siviglia non sta attraversando un momento felice sotto il profilo economico. Per questo lo stesso Macia ha fatto un passo indietro. Il Villarreal in questo momento non vuole privarsi della sua coppia d’attacco formata da Bakambu e Soldado. Discorso diverso, invece, è quello a cui stanno pensando i dirigenti di Real Sociedad. A trascinare i baschi, fin qui, è stato unicamente Imanol Agirretxte, e Rossi potrebbe diventare il suo partner più efficace. Pepito conosce già molto bene il calcio spagnolo e di certo non faticherebbe ad inserirsi.

    In Inghilterra c’è il Sunderland con cui la Fiorentina ha per altro un ottimo rapporto di collaborazione – è qui che è stato mandato a crescere Marcos Alonso – ma c’è anche il West Ham, club che per altro in estate ha rilevato un vecchio pallino viola, quello del centrocampista spagnolo cresciuto nel settore giovanile della Samp, Pedro Obiang. Il club guidato dal croato Slaven Bilic ha bisogno di rafforzare il reparto offensivo e Pepito potrebbe diventare il passepartout per portare a Firenze l’ex Samp.