Rossi, altra esclusione dai titolari: il rilancio passa dal mercato? Ipotesi Empoli o Betis

    0



    Astori Rossi carpiLA PRIMA sorpresa del mercoledì di coppa Italia viola arriva quando in sala stampa appaiono le note delle formazioni ufficiali: Rossi non c’è. Niente maglia da titolare, niente occasione da sfruttare per ritrovare la condizione, niente ’operazione-rilancio’.
    Pepito rimane fra le riserve. Anche questa volta. E la giustificazione firmata da Paulo Sousa («scelta tecnica») appare obiettivamente poco convincente.
    Più facile – nel gioco dei sospetti e delle previsioni – immaginare che la Fiorentina stia prendendo in seria considerazione l’idea di programmare altrove il processo di recupero di Rossi.

    DIFFICILE, infatti, pensare che l’eventuale presenza di Pepito contro il Chievo, ultima chance del 2015, a due settimane dall’apertura del mercato, possa rappresentare il test decisivo per scartare a prescindere la soluzione dell’addio in prestito da gennaio a giugno.
    Società ed entourage del giocatore, stanno valutando insieme e in accordo, ogni tipo di eventualità. Serve un club che possa dare a Rossi quello che non sta trovando a Firenze, ovvero continuità di gioco. 
    Si è parlato di contatti con l’Empoli e con la Sampdoria (in Italia) e con il Betis Siviglia (in Spagna). L’ultima parola spetterà comunque a Pepito. O a Sousa?