Rossi e Neto, sono loro i due grandi argomenti della sosta del campionato

0



Oggi l’ultima fatica, anche se un allenamento a gruppo ridotto è niente rispetto al ciclo di partite terribili che la Fiorentina ha sostenuto e dovrà sostenere dal 4 aprile in avanti. Da domani tutti in vacanza, per tre giorni pieni. Da queste parti era più un meno un miraggio da tempo, ma Montella ha voluto dare più del consueto giorno di riposo alla sua squadra. Un po’ perché giocatori e staff hanno veramente bisogno di staccare la spina a livello mentale, un po’ per premio, visti gli ottimi risultati conseguiti da Gomez e compagni. E quindi, da venerdì a domenica, il mondo gigliato staccherà la spina in modo totale. Ci sono da recuperare energie in vista di un nuovo tour de force, che inizierà con la partita contro la Sampdoria della vigilia di Pasqua. Subito un crocevia importante per le sorti del campionato. La rincorsa all’Europa passa anche attraverso Mihajlovic. L’obiettivo terzo posto è vivo, anche e soprattutto perché il calendario non è per niente sfavorevole alla Fiorentina. Anzi, la squadra di Montella è quella che, da qui alla fine, potrebbe avere la strada più in discesa. Al contrario, la Lazio, ha un cammino totalmente in salita soprattutto nelle ultime giornate. Insomma, sperare non costa niente, ma i passi falsi non possono essere ammessi negli scontri diretti.

 

E durante la pausa per gli impegni della Nazionale, i grandi temi trattati saranno più o meno due. Il primo riguarda il ritorno di Giuseppe Rossi, che ieri ha fatto una visita lampo a Coverciano. Tuta grigia, passo svelto e poche parole. Era accompagnato dal preparatore atletico viola Emanuele Marra ed ha svolto alcuni test per la forza muscolare, che anche gli altri Azzurri hanno svolto nei primi giorni di ritiro. Un segnale importante, perché il recupero di Pepito è monitorato e concordato passo dopo passo dallo staff medico viola e da quello della Nazionale. D’altra parte, Antonio Conte non ha mai nascosto la sua stima per Rossi e nel momento in cui tornerà a disposizione farà di nuovo parte della Nazionale. E dunque non resta che aspettare. Dopo Pasqua il Fenomeno viola tornerà a lavorare sul campo con il gruppo. E’ prevista una visita di controllo, l’ultima, prima di tornare ad allenarsi a pieno regime: leggasi alla voce contrasti. Niente fretta e niente tabelle, raccogliamo il consiglio che filtra dalla Fiorentina. Anche perché Montella non ha l’attacco a pezzi e non c’è bisogno di forzare i tempi. L’obiettivo è certamente quello di avere Rossi in buona forma più avanti, quando la Fiorentina potrebbe giocarsi partite davvero importanti.

 

L’altro grande argomento riguarda Neto e, di riflesso, Tatarusanu. Il portiere romeno è tornato ad allenarsi e certamente avanzerà la sua candidatura per giocare titolare contro la Sampdoria. Difficile, però, pensare che Neto possa lasciare il suo posto fra i pali dopo un periodo di forma così esaltante. La decisione spetterà totalmente a Montella, che non sarà influenzato in alcun modo dalla società. La città è divisa, anche se il partito pro Tatarusanu è probabilmente in maggioranza. E sul fronte Neto resta da capire quale possa essere la decisione che prenderà per il suo futuro. Diversi addetti ai lavori sono convinti che la sua prossima squadra non sia già decisa. La Juventus vorrebbe metterlo sotto contratto, per poi girarlo in prestito alla Sampdoria in attesa che Buffon termini la sua carriera di numero uno. Soluzione, questa, che sembra non esaltare il brasiliano, che ha comunque tenuto la porta aperta ad altre soluzioni estere. Ed in tutta questa incertezza c’è anche chi insinua che la Fiorentina possa fare un nuovo tentativo per convincerlo a rinnovare il contratto, anche se è molto difficile (quasi impossibile) che Neto cambi idea.

Autore: Alessandro Latini (@LatoAle) – Fiorentina.it

Commenta la notizia

avatar
Articolo precedenteFIORENTINA.IT SOCIAL, scopri come interagire con noi!
Articolo successivoQuotidiani: le prime di Qs, CdS, Stadio, Gazzetta, Tuttosport
CONDIVIDI