Rossi, il Genoa spinge. Respinta offerta del Levante. E la scadenza nel 2017…

    0



    Rossi Fiorentina - Chievo‘Pepito Rossi, Braccio di ferro con la Fiorentina’, titola Il Corriere dello Sport – Stadio. Il Genoa scommette (quasi) tutto su Giuseppe Rossi: è pronto a sferrare l’assalto decisivo. Forse già oggi, ma non è escluso che si possa scivolare dritti a lunedì, dopo la gara dei viola di San Siro contro il Milan. E’ stata rispedita al mittente, ieri, pure l’offerta del Levante, in Spagna, club che aveva garantito a Rossi la possibilità di essere titolare e che aveva, in linea teorica, rispettato le richieste della Fiorentina. Prima di prendere qualsiasi decisione, i manager dei Della Valle vogliono essere sicuri di avere in mano il suo sostituto. Intanto perché bisognerà capire se davvero chi arriverà potrà essere all’altezza: il rischio boomerang, del resto, in questa operazione è altissimo.

    La questione Rossi, per la Fiorentina, è delicatissima. Sì, perché dovrà essere discussa con attenzione anche la formula della cessione di Rossi (prestito con diritto di riscatto e controriscatto per i viola, questa l’ultima idea). Serve l’offerta giusta, anche perché non si può dimenticare che il contratto dell’attaccante scadrà nel giugno 2017. Cederlo in prestito secco per questi sei mesi significherebbe, senza un prolungamento dell’accordo, correre il rischio di andare verso uno svincolo a parametro zero in un futuro nemmeno troppo lontano. Per il club, che in passato (da Montolivo a Neto) è rimasto spesso prigioniero di queste situazioni e che su Rossi ha investito diversi milioni, si tratta di un epilogo che dovrà essere scongiurato in ogni modo.