Sabatini: “Pioli sta facendo quel che può, contro la Roma è gara aperta”

9



Sandro Sabatini di Premium Sport è intervenuto su Radio Bruno: “Di Francesco sta esaltando la Roma dell’anno scorso più Kolarov, lo stesso discorso non può valere per Pioli. La Fiorentina è quasi come una squadra giovanile, perché alterna top e flop. L’allenatore viola sta facendo quello che può. Domenica mission impossible? No, sarà una partita dove la Fiorentina potrà dire la sua”.

9
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Francesco Londra
Ospite
Francesco Londra

Hai ragione in pieno: Corvino e’ un incapace cronico, altri due mercati capitanati da lui e si lottera’ stabilmente per non retrocedere senza possibilita’ di fare plusvalenze……

ENRICO
Ospite
ENRICO

DELLA VALLE VATTENE OEO DELLA VALLE VATTENE OEO

Fabio, Milano
Ospite
Fabio, Milano

SABATINI al posto di CORVINO sarebbe la prima cosa da fare. E’ incredibile come non ci si renda conto che lo smantellamento integrale di una squadra con un’ossatura comunque da quarto o quinto posto sia prima di tutto un danno economico per la stessa società per lo meno se la si vuole veramente vendere. Solo l’anno scorso la partita con la Roma tutto sommato era una partita fra squadre sostanzialmente della stessa categoria. Solo in 1 anno sono riusciti a farla diventare un “mission impossible”. Complimenti

Ezio
Ospite
Ezio

Sono d’accordo con quanto afferma Sabatini. I giocatori sono questi e ce li dobbiamo sciroppare (allenatore in primis) Abbiamo subito tre sconfitte 2 a 1 arrivate da cappellate oscene che con elementi un pelino più decenti in difesa potevano essere tre vittorie visto che un gol l’abbiamo sempre segnato in quelle partite. Abbiamo sei punti in meno poche balle! D’altronde con una difesa che compie ad ogni partita almeno tre oscenità senza contare i rinvii del portiere a pene di segugio, cosa vuoi mai pretendere visto che tra le altre cose anche nelle partite vinte la costante cappelle ci fu,… Leggi altro »

Gianluca
Ospite
Gianluca

Concordo pienamente! 7 lunghe partite ci ha messo Pioli per accorgersi che il modulo 4-2-3-1 è completamente inadeguato alla rosa della Fiorentina,errore doppio considerando l’esplosione di Benassi collocato in una posizione a lui più congeniale. Il paragone con la gestione dell’Inter calza a pennello,trattasi di grande professionista e nulla più,il suo gioco è prevedibile ed è vittima delle sue strategie che a lungo andare non porteranno né punti né un calcio divertente ed innovativo.

Tifoso
Ospite
Tifoso

La società cercava uno yes man e che fosse in grado di far veleggiare la squadra a metà classifica senza rischiare troppo la lotta salvezza e Pioli era la scelta giusta.

Alex55
Ospite
Alex55

Per farsi un idea delle potenziali capacità di Pioli basta vedere con i fatti del campo cosa ha fatto Pioli con la rosa dell Inter = esonero (buttato fuori) e Spalletti con più o meno la solita squadra = 29 punti record dopo undici gare .!Quando si dice che il manico conta.Fra Spalletti e Pioli e’ come mangiare e stare a guardare.Ragazzi non si può pretendere il sangue da una rapa.Quaranta punti alla svelta.E poi si vedrà quel che sarà.

Luca1966
Tifoso
Luca1966

se permetti l’inter non è la stessa squadra dell’anno scorso….

Fabio, Milano
Ospite
Fabio, Milano

Sono d’accordo che Spalletti è altra categoria rispetto a Pi0li ma l’Inter è stata modificata in modo sensibile. Basta pensare al centrocampo … che è il nostro (però al panzone non piaceva)

Articolo precedenteChampions League, il programma della serata
Articolo successivoFlachi: “A Crotone c’è stato un problema di approccio. Babacar…”
CONDIVIDI