Salah: “Sentenza Fifa? Non ci penso neanche, so come sono andate le cose. I tifosi..”

    0



    Badelj Salah Roma Intervistato da La Stampa, Mohamed Salah ha parlato anche del suo passato viola. Ecco alcune sue parole:

    Torino, Juventus Stadium, 6 marzo 2015. È là che il suo calcio ha dato una scossa agli italiani…
    «Una notte magica: due gol e la Fiorentina che vince l’andata delle semifinali di Coppa Italia. Peccato per il ritorno».

    Due reti, una dopo una lunga corsa da solo.
    «Un bel momento. Al ritorno a casa capii cosa significasse per i tifosi della Fiorentina vincere sul campo della storica rivale». 

    Ci risiamo. Dalla Fiorentina alla Roma, da una storica rivale della Juve all’altra. Come si immagina l’appuntamento di domenica sera? 
    «Segno, esulto e vinco. Scherzo, mica posso pensare che vada tutto così bene (sorride, ndr)». 

    Come mai ha scelto Roma e la Roma?
    «Qui c’è passione, calore. E poi in Medioriente tutti conoscono il club e Totti: quando ho firmato, i miei amici non smettevano un attimo di telefonarmi: “Momo salutaci il capitano…”».

    È preoccupato ora che la sentenza della Fifa sul contenzioso fra Fiorentina e Chelsea per il suo trasferimento a Roma è in arrivo? 
    «Conosco la situazione, non ci penso neanche. Non voglio sembrare arrogante, ma so come sono andate le cose».