Salah, una figuraccia annunciata. Europei e Copa America, osservatori viola al lavoro

0



Che si andasse incontro ad una figuraccia lo temevano in molti. Anzi, documenti alla mano, era quasi scontato che la Fifa rigettasse il ricorso della Fiorentina nella vicenda Salah. Sentenza annunciata, anche se il club viola ha aspettato fino a tarda sera per confermare quanto si sapeva già dal pomeriggio. Il solerte procuratore di Salah aveva provveduto a mettere tutti in guardia con il proverbiale e, purtroppo famoso a Firenze, “tick tock” fastidiosamente efficace su Twitter per far alzare i bollori dei tifosi viola. Ricorso respinto, ma la questione non finisce qui. Anzi, la Fiorentina giura di avere ancora da giocare le sue carte nel ricorso al TAS. Si aspetterà dieci giorni, per conoscere le motivazioni del rigetto del ricorso e poi si procederà con l’ultimo grado della giustizia sportiva. Un tentativo disperato che, sensazioni alla mano, non porterà a niente per la Fiorentina. Ormai, però, se n’è fatta una questione di principio. E dunque aspetteremo altri mesi prima di pronunciare la parola fine su un caso che, a livello internazionale, fa fare alla Fiorentina una figuraccia di cui non se ne sentiva il bisogno.
 
Intanto, Corvino oggi tornerà dalla Spagna e ricomincerà a lavorare sul mercato italiano. In programma c’è anche una riunione con il Crotone. Logistica permettendo, dipende da quando il Dg gigliato prenderà l’aereo da Barcellona. L’incontro potrebbe slittare anche a venerdì, ma poco cambia. Al centro dell’attenzione c’è il futuro di Capezzi e quello di Ferrari. Il Crotone vuole tenere il mediano un altro anno in prestito. Corvino, prima di dare il via libera, dovrà ratificare l’accordo per il prolungamento del contratto del talento toscano. Per quanto riguarda Ferrari, invece, si intavolerà la trattativa. Il canale privilegiato della Fiorentina con il Crotone può fare la differenza, perché sul difensore sono segnalati altri club di primissimo piano.
 
Domani, con Francia-Romania, comincia anche Euro 2016. Vetrina continentale di prim’ordine, nella quale i giocatori gigliati cercheranno di mettersi in mostra. Tatarusanu bagnerà l’esordio contro Pogba e compagni in un match proibitivo, ma sarà interessante seguire anche Bernardeschi, Kalinic e Badelj. Per la Fiorentina, però, conterà soprattutto vedere all’opera altri giocatori, quelli che potrebbero trasformarsi nei rinforzi per la rosa di Sousa. Ecco perché, al pari di tanti altri club europei, la Fiorentina sulle tribune degli impianti francesi avrà diversi osservatori. Come pure qualcuno è segnalato negli Stati Uniti per seguire da vicino la Copa America del Centenario. Saranno tante le relazioni che arriveranno sul tavolo di Corvino, che poi dovrà scremare la lista in base a quelle che sono le esigenze del suo allenatore. Il mercato è anche questo. In Europa i giocatori sono certamente più conosciuti e costano di più. Fra quelli sudamericani qualche ‘corvinata’ può sempre scappare fuori. Il mercato, tra un viaggio a Barcellona ed uno a Crotone, è iniziato anche così.