Samp-Fio, l’Album dei Ricordi: dai gol di Bati ai cattivi pensieri fino allo 0-2 del primato

1



Sono 62 i precedenti tra blucerchiati e viola a Marassi, con un bilancio che dice 29 vittorie Samp, 21 pareggi e 12 vittorie della Fiorentina.

Rovinoso ko un anno fa a Genova. Fu 3-1 per il Doria, in una partita di esperimenti in cui Pioli provò la doppia punta, ma la squadra non fu quasi mai in partita se non per i primi dieci minuti. Con Quagliarella show, come spesso accade contro la Fiorentina:

Pareggio 2-2 l’anno prima, con Babacar protagonista di un siparietto con Viviano allo scadere col portiere tifoso viola quasi rammaricato di aver negato alla sua squadra del cuore il gol del 2-3.

L’anno prima ancora fu 0-2, in una gara che segnò l’esonero per Zenga (che in quella gara sfoggiava una pittoresca barba colorata) ed una delle più belle e solide gare della squadra di Sousa che comandava la classifica. A segno Kalinic e Ilicic su rigore:

 

Ko a Marassi 4 stagioni fa. 3-1 per i padroni di casa con rete di Savic e rigore sbagliato da Gonzalo Rodriguez. Gara, quella, ricordata per il battibecco tra il difensore argentino e Cuadrado per chi dovesse battere il rigore, ed anche per il famoso “dobbiamo toglierci lo smoking” di David Pizarro.

Il primo anno di Montella, fu vittoria in scioltezza. 0-3 a con reti di Ljajic, Cuadrado e Aquilani.

Gara a dir poco particolare quella per Ljajic, che si ritrovava di fronte Delio Rossi dopo tutto quello che accadde a Firenze in quel Fiorentina-Novara di fine 2011-12. Grande prova quella della Fiorentina, che dopo aver intonato il pallone è quello giallo al Franchi, contro l’Inter, anche a Marassi cantava il coro il pallone è quello bianco. Cambiava il colore, ma non le caratteristiche di gioco di quella Fiorentina.

Prima di quella sfida l’ultimo Samp-Fiorentina risaliva in Serie A alla stagione 2010-11. Viola avanti con Marchionni al  6’, ma rimonta doriana in un minuto con Ziegler e Cassano.

In seguito a quel 2-1, la squadra di Mihajlovic si ritrovò ultima in Serie A. Era la settima giornata, ed in classifica la Fiorentina aveva solo 5 punti. Il calvario del biennio Miha aveva ufficialmente inizio. Nel 2009-10 fu vittoria Samp 2-0, con prima rete da ex di Giampaolo Pazzini e gol di un altro ex, Franco Semioli. Prima di quella del primo anno di Montella, l’ultima vittoria gigliata a Marassi sponda Samp risaliva al 2008-09. Fu vittoria viola 0-1. Decisivo il gol di Riccardo Montolivo

Nel 2007-08 fu 2-2, con reti di Mutu e Donadel, (con clamoroso sfogo di Cassano per un giallo che gli costò la squalifica contro  la Roma):

 

Un Sampdoria-Fiorentina che molti ancora ricordano è quello del 2004-05. In pieno tempo di cattivi pensieri di Zoffiana memoria,  la Fiorentina in piena zona retrocessione cade a Genova con la Samp 3-0. Gol di Flachi, Tonetto e DianaBojinov espulso all’8’ del primo tempo, e Delli Carri al  10’. Viola in nove uomini con ancora 80 minuti da giocare. Arbitro di quella gara, Dondarini.

CLICCA QUI

Diverse le sconfitte targate Vincenzo Montella. Nel 97-98, 2-0 Samp con doppietta dell’aerplanino, o nel 98-99, 3-2 con ancora doppietta di Vincenzo Montella. Ed a proposito di grandi bomber, Samp-Fiorentina ricorda anche uno splendido gol di Batistuta, di testa, dal limite dell’area, nel ’95:

E sempre con la Samp, Batistuta superò lo storico record di Pascutti andando a segno per 11 domeniche consecutive nel 1994:

Storie di grandi campioni, che in chiave Fiorentina e Sampdoria riportano al Febbraio 1984. Giancarlo Antognoni, dopo aver segnato il gol dell’1-0 contro  la Samp, si rompe tibia e perone. Per lui stagione finita.

Vincere a Marassi, non è impossibile. Ma questa Samp gioca, e sarà un test molto importante per capire cosa potrà fare e dove potrà arrivare questa Fiorentina.