Ancora Saponara: “Mi piace fare assist, col Cagliari mancati a livello nervoso. Tifosi? Abbiamo riacceso il fervore”

8



Queste altre parole di Riccardo Saponara al Corriere dello Sport – Stadio.

Certo, quando l’abbiamo vista alle spalle dell’attaccante, di Simeone, spesso è stato….un bel vedere: eleganza e concretezza, come contro la Roma. «E’ una posizione che esalta le mie qualità. Non sono un attaccante esterno né tantomeno una seconda punta. Potendo contare su un centrocampo molto bravo in fase di interdizione, capace di spingersi anche in avanti, in quel fazzoletto di campo posso dare un contributo importante. Io sono un giocatore che ha….la necessità di muoversi tra le linee, senza schiacciarmi sulla linea dei difensori avversari».

Mancano ancora 90 minuti al termine della stagione, ma questa rischia di essere la seconda stagione, dopo quella al Milan, archiviata senza reti. Il gol è un’ossessione? «Non mi pesa il fatto di non aver segnato nemmeno una volta. A me piace costruire assist: quelli sono i miei gol, quelli che fanno la differenza».

Un assist a San Siro cosa rappresenterebbe per lei? «La ciliegina sulla torta di due mesi vissuti a buon livello. Sembrava che la stagione potesse scivolare via in maniera anonima, invece non è stato così».

La qualificazione in Europa, paradossalmente, è sfuggita più per i punti persi con le piccole che contro le big. «Probabilmente col Cagliari abbiamo avuto una mancanza sotto il profilo nervoso che poi è diventata naturale conseguenza di una resa minore a livello fisico che a volte è stata inspiegabile».

Di certo c’è che questa squadra, giovane e spregiudicata, è riuscita a riavvicinare i tifosi. C’è di nuovo entusiasmo attorno a tutti voi. «Tutto è cominciato dalla scorsa estate a Moena, quando ci fu una sorta di promessa bilaterale di impegno. Prima della trasferta di Bologna sono venuti a….tirarci le orecchie, eravamo reduci dal ko col Verona. Io ho apprezzato tantissimo i toni del colloquio, oltre all’atteggiamento. C’erano anche i presidenti dei quattro quartieri che rivendicavano l’orgoglio per i rispettivi colori. Siamo consapevoli di aver riacceso un pizzico di fervore. Vinti o vincitori, abbiamo sempre ricevuto una pioggia di applausi: siamo orgogliosi, sono emerse doti umane da parte della squadra e una dose importante di resilienza».

Commenta la notizia

8 Commenti on "Ancora Saponara: “Mi piace fare assist, col Cagliari mancati a livello nervoso. Tifosi? Abbiamo riacceso il fervore”"

avatar
ultimi più vecchi più votati
onsag
Ospite
Member

Questa mancanza a livello nervoso è preoccupante, perchè denota
un deficit determinante nella possibilità di questa squadra per competere
per un qualunque obbiettivo. Riguardo a Saponara la prossima stagione
sarà la sua ultima possibilità di tornare a livelli almeno accettabili, altrimenti
Corvino avrà anche la responsabilità di aver investito 9 milioni in un flop
che una società in autofinanziamento non si può permettere.

pippo 68
Ospite
Member

anche questo Saponara…. via via per favore……..
chiedo per cortesia alla banda dei pidocchi rivestiti da imprenditori:
possiamo finalmente rivedere un personaggio degno di indossare la maglia viola numero 10?
qualcuno che sia un minimo degno dei vari Antognoni, Rui Costa, roberto Baggio ecc ecc
Poi Se per i Fratelli ragnatele in tasca questo è impossibile forse vuol dire che sono loro non adeguati al bacino di Firenze?

Nemo
Ospite
Member

Infatti Saponara ha la 8………

Giucas
Ospite
Member

Secondo me, ti piace farti altre cose, altrimenti non si spiega come mai quando giochi fai cahare!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

MatteoPv
Ospite
Member

..eterno incompiuto..una negatività in campo ed una a bilancio!..cos avranno mai visto in uno così!??!..bah!

REM
Ospite
Member

Manca di grinta e concretezza da sempre .. speriamo maturi ma ormai pare tardi .. Peccato un talento sprecato. Avesse metá della testa (calcisticamente parlando) di Simeone sarebbe un top

fra diavolo
Ospite
Member

Caro mio devi ancora dimostrare tutto a Firenze, tanto per farti capire qui sono passati Antognoni,Baggio,Mutu ecc per ora visto poco poco, se sali di tono ti alleni seriamente e cominci a giocare e segnare bene altrimenti molta panca e medaglietta.

roberto
Ospite
Member

RICCARDO
giocatore di grosse qualità tecniche
ottima pedina nella sua posizione
adesso nella prossima stagione (dopo aver smaltito i vari infortuni ) sicuramente farà benissimo

Articolo precedenteMilan-Fiorentina, a dirigere il match sarà Fabbri. Al Var Mazzoleni
Articolo successivoI (nuovi) fratelli d’Italia: Chiesa-Donnarumma e il rilancio azzurro. Viola e Milan i più giovani di A
CONDIVIDI