Scontri Polizia-tifosi Atalanta, la ricostruzione della Questura di Firenze

di Giovanni Sardelli e Alessandro Catapano - La Gazzetta dello Sport

37



I tifosi della Dea denunciano una brutale aggressione. Per la Questura erano armati e cercavano lo scontro

«Chiarezza» sui fatti di Firenze. Ieri la invocavano tutti: l’Atalanta a tutela dei propri ultrà che denunciano di aver subito una brutale aggressione da parte della polizia; il sindaco di Bergamo Giorgio Gori in difesa dei propri concittadini; i parlamentari in rappresentanza dei propri elettori.

Ma la «chiarezza» chiesta al ministro dell’Interno Matteo Salvini, sulla cui scrivania ieri è arrivato il report del Questore di Firenze Alberto Intini la invocano innanzitutto le forze dell’ordine che mercoledì notte stavano scortando verso l’uscita da Firenze i 35 pullman dei tifosi atalantini (ben più dei 23 annunciati alla vigilia della sfida), accusate – secondo alcune testimonianze, anche video – di aver bloccato un mezzo del corteo e di averne brutalmente malmenato i componenti, senza motivo e oltretutto a pochi metri di distanza dal casello autostradale di Firenze Sud dove il servizio scorta sarebbe terminato.

I FATTI. Come riporta La Gazzetta dello Sport, la ricostruzione ufficiale della Questura di Firenze, inviata al Viminale solo ieri, a caso già scoppiato, ricostruisce i fatti in modo dettagliato, con il racconto dei capi squadra e gli audio delle registrazioni radio, presto al vaglio della magistratura.

Due pullman cominciano a decelerare e progressivamente si staccano dal gruppo, ignorando il primo intervento di una pattuglia che li affianca e gli intima di riaccodarsi. Pochi metri dopo, in prossimità del ponte del Varlungo, i componenti del primo mezzo costringono l’autista a fermare la corsa (nella circostanza avrebbero anche rotto il freno a mano).

Il secondo pullman si accoda (ne arriverà un terzo che dopo poco riprenderà la marcia). Dalla pattuglia di polizia, che via radio ha già chiamato i rinforzi, scende il capo squadra. Riesce a salire sul mezzo.

Davanti a sè – racconta – trova decine di ultrà «travisati», armati di «bottiglie di vetro, cinte con fibie metalliche, martelletti», che gli chiudono immediatamente il portellone alle spalle – mentre altri ultrà scendevano in strada dalla porta posteriore – e lo malmenano. In suo soccorso, dopo pochi istanti piombano i colleghi in tenuta antisommossa, quelli che si vedono nei video postati in rete dai tifosi del secondo pullman, che effettuano subito una carica di alleggerimento per ricacciare dentro gli ultrà.

Ne fa le spese un funzionario a cui con un calcione viene sfondata la visiera del casco: riporterà la frattura del setto nasale e la rottura del labbro superiore, con cinque punti di sutura e dieci giorni di prognosi. Saranno 6 gli agenti refertati in ospedale, a fronte di decine di tifosi che ieri documentavano in rete con foto piuttosto eloquenti di essere state manganellate senza tanti complimenti. Riportata la calma, vengono lentamente identificate 130 persone. Alcune di loro verranno denunciate per resistenza e lesione a pubblico ufficiale.

Secondo la ricostruzione della Questura, gli ultrà dell’Atalanta – che già nel viaggio d’andata avevano provocato momenti di tensione – volevano staccarsi dal corteo per sfuggire alla sorveglianza della polizia e andare a caccia dei rivali della Fiorentina, con cui magari si erano dati appuntamento da qualche parte.

37
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Marisa
Ospite
Marisa

Ad oggi tutto fa pensare ad un attacco della polizia, dai video del Mc Donald’s non risulta esserci nessun tifoso viola da “picchiare” la testimonianza dell’avvocato Riva sceso dal terzo pullman in soccorso dei tifosi dopo essere stato contattato telefonicamente da uno di loro ed infine la testimonianza dell’autista , non bergamasco e non Atalantino…..è inspiegabile e sinceramente fa male pensare che le persone che dovrebbero difenderci possano fare una cosa simile ma purtroppo ad ora nessuna delle loro molteplici versioni è stata confermata….prima i tifosi volevano picchiare loro poi i tifosi Viila al McDonald’s., 30 bergaschi sono andati al… Leggi altro »

Braccinocorto.com
Ospite
Braccinocorto.com

Non fermiamoli. Anzi lasciamo che si picchino in zone chiuse e controllate tipo colosseo . Prima o dopo la smetteranno

panda
Ospite
panda

Bravi poliziotti.. mi dispiace quelle che sono andate di fuori

Renato
Ospite
Renato

Che buffonata quella dell’appuntamento con i tifosi della Fiorentina. Ma come fa la polizia a pensare che la gente sia così cretina da credere a queste bischerate.

PiElle, Fi
Ospite
PiElle, Fi

oggi in tv ho sentito una cosa che ha molto più senso, cioè che questi gruppetti avrebbero avuto intenzione di assaltare tifosi viola che stavano al McDonald sul raccordo
se poi sia vero o no, naturalmente non posso dirlo

P P
Ospite
P P

Guarda che purtroppo quando 2 tifoserie si scontrano, il 90% delle volte é perche si danno appuntamento.
Ti sembrerà strano ma é così. É molto difficile sia casuale, e spesso fissano posti poco sorvegliati per darsele e farla franca

Mswmel
Tifoso
mswmel

Poveretti…… e mi riferisco ad alcuni di loro che hanno lasciato un commento……. ancora si tira in ballo questi tossi……. di …..

Mswmel
Tifoso
mswmel

Poveretti……… e mi riferisco ad alcuni di loro che hanno lasciato un commento……. Ancora si tira in ballo questi tossici…..

Kermit71
Tifoso
kermit71

e poi capita che un giorno le cose si rigirino e magari quelli che oggi si professano vergini vestali finiscano in pronto a farsi medicare o peggio ancora in questura per assalto al treno col morto che ci scappa,finitela che neanche gli ultà viola sono verginelle,è quasi mezzo secolo che seguo le gesta della fiorentina e la cronaca degli ultras

Maremma Viola
Ospite
Maremma Viola

Ma che interesse ha la Polizia a fermare i 2/3 pullman, quando non vedono l’ora di riaccompagnarli e levarseli dai piedi??? Perché si sono fermati? L’autista lo sapra’ benissimo!!!!!! Vogliono sempre e comunque mettere di mezzo i SUPPORTERS VIOLA, ci provarono anche nella FINALE di COPPA ITALIA contro il Napoli!!!!!! Ma vi ricordate quando l’allenatore Conte Antonio ando’ a COLLOQUIARE con i tifosi dell’Atalanta: se non ci fosse stato il CANCELLO !!!!!………… Inoltre la Polizia ed il Ministro Salvini devono trovare l’autore del filmato, messo on-line, MOLTO OFFENSIVO rivolto alle Forze Dell’Ordine.

FiUl
Ospite
FiUl

Guarda che in questa storia i tifosi viola non sono neanche stati nominati… E per quanto riguarda l’autista del pullman, fai una ricerca e senti cosa ha detto in una trasmissione radiofonica… Chi a sbagliato deve pagare, come hanno fatto sempre gli ultras, che perlomeno loro hanno il coraggio di prendersi le loro responsabilità, nei casi in qui hanno sbagliato mi riferisco.

Francesco
Ospite
Francesco

L’autista che poi è anche il proprietario dell’impresa di trasposrti ha dato una versione ben più precisa e credibile : le persone che lo hanno fermato e danneggiato sono proprio coloro che dovevano proteggerlo.
Lui è un imprenditore,che merita rispetto come tutti i lavoratori.

Lorenzo
Ospite
Lorenzo

Anche se credo che le cose siano andate come riportato dai carabinieri ammetto che dopo le oscenità fatte passare per verità assoluta sul Magherini non mi fido di quel che dice l’arma.

Cosmat
Member
Cosmat

L’unica volta che son dovuto scappare e ho respirato i lacrimogeni allo stadio fu con l’Atalanta una trentina di anni fa quindi non conservo certo un bel ricordo di quella tifoseria. Detto questo ammetto che dopo i fatti di Magherini e i video che circolano delle versioni delle forze dell’ordine non mi fido più tanto.

Articolo precedenteIl blog di Ludwigzaller: Saltarello
Articolo successivoBaiano sicuro: “Chiesa e Muriel si possono paragonare a Chiesa padre e Mutu”
CONDIVIDI