Sei partite durissime per continuare a sognare. A Napoli con due titolari in più e (forse) uno in meno

24



La Fiorentina arriva al prossimo mini ciclo sulle ali dell’entusiasmo. Gli avversari sono impegnativi e metteranno alla prova la forza dei ragazzi di Pioli.

La Fiorentina arriva alla sosta per le nazionali carica di entusiasmo e di buoni propositi per questo nuovo campionato. Continuando a guardare esclusivamente alla partita successiva, avendo come unico obiettivo fissato il miglioramento della posizione della passata stagione (quindi dal settimo posto in su), i ragazzi di Pioli vogliono togliersi diverse soddisfazioni, con la spensieratezza tipica delle squadre giovani e la garra che è entrata di fatto nel DNA di questo gruppo.

TOUR DE FORCE. L’entusiasmo giustamente derivato dalle vittorie casalinghe con Chievo e Udinese, è bene dirlo subito, andrà messo alla prova con un mini ciclo ben più impegnativo. Si parte sabato 15 (ore 18) al San Paolo con il Napoli; si chiude il 7 ottobre all’Olimpico con la Lazio. Nel mezzo, le sfide al Franchi con SPAL e Atalanta e le trasferte contro Sampdoria e Inter. Dopo i biancocelesti altra sosta per le nazionali.

TORNA VERETOUT. Sei gare, quattro delle quali in trasferta, che ci aiuteranno a comprendere il reale valore di questa squadra. A partire dalla sfida contro mister Ancelotti, sfida per la quale Pioli conta di recuperare due titolari fondamentali, ovvero Veretout e Pjaca. Il francese è il miglior centrocampista a disposizione dell’allenatore ex Lazio e Inter, ha svolto l’intera preparazione con i compagni e non partirà con la propria nazionale. Dunque, non ci sono grossi dubbi sul suo impiego contro gli azzurri.

SITUAZIONE PJACA. Dubbi rimangono su Marko Pjaca, ancora alla ricerca del ritmo partita. Il croato, vero colpo del mercato gigliato, è entrato bene in partita con l’Udinese, facendo subito intravedere tutta la sua qualità quando entra in possesso di palla. La condizione fisica, però, è ancora rivedibile. Ecco perché, probabilmente, le parole di Pioli a margine della vittoria coi bianconeri (“Spero che i miei giochino il più possibile, e poi tornino sani qui a Firenze”) si riferiscono in primis all’ex giocatore della Juventus. Fortunatamente, il suo sostituto Eysseric, sebbene in possesso di caratteristiche totalmente diverse, con l’Udinese ha disputato la sua miglior partita in maglia viola. Ma è innegabile che gli strappi e la tecnica di Pjaca farebbero davvero comodo, soprattutto in una partita in cui la Fiorentina dovrà giocoforza difendersi e tentare di ripartire in diverse fasi del match.

DUBBIO LAFONT. Purtroppo, la Fiorentina rischia seriamente di dover fare a meno di Lafont, quantomeno a Napoli (e non è detto che possa recuperare per le successive partite). La “lesione tra primo e secondo grado a carico del bicipite femorale della coscia destra” non lascia tranquilli sul recupero del portiere francese in tempo per la prossima di campionato. Dunque, al momento è probabile che al San Paolo ci sarà Dragowski a difendere la porta della Fiorentina. Da probabile partente a titolare in un big match, il polacco dovrà dimostrare di essersi lasciato gli errori alle spalle e di poter essere considerato un portiere affidabile in Serie A.

OBIETTIVO SOVVERTIRE IL PRONOSTICO. Due titolari in più, uno in meno. Questa la previsione a dieci giorni dalla prossima partita di campionato, campionato che la crudele sosta ha interrotto proprio quando cominciavamo ad avere l’acquolina in bocca. Si dice che le pause facciano bene alle squadre in difficoltà e male a quelle in rampa di lancio. Ovviamente, ci si augura che invece Pezzella e compagni tornino ancora più carichi dai propri ritiri. Determinati a sovvertire tutti i pronostici e tentare l’impresa.

 

24
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
GIULIANO
Ospite
GIULIANO

non posso esimermi nell’iniziare la mia riflessione,sull’editoriale a firma marco zanini,nell’affermare,che personalmente nella mia visione del calcio,non riesco ad andare oltre nei miei pensieri,alle prossime due gare,quella del san paolo,e poi pochi giorni dopo quella di marassi con la samp. io sono concentrato su queste due gare,due impegni veramente con coefficente di difficoltà elevato,e che a mio avviso ci diranno quel qualcosa in più,a che punto siamo nell’integrazione del nuovo gruppo di calciatori,nel sistema di gioco di mr pioli,nell’apprendimento dei principi base che mr pioli vuole applicati in campo,e inoltre capiremo meglio anche se i leader ormai conclamati del nostro… Leggi altro »

SATANELLO VIOLA
Ospite
SATANELLO VIOLA

rispondo al gobbo 2011… A NAPOLI CI STA DI PERDERE. E NON SAREBBE LA FINE DEL MONDO……………………………….. FORSE LEI NON VEDE L’ORA DI SPUTARE SENTENZE CON LA VIOLA…………………..E DI VEDERLA PERDERE……… GODREBBE COME UN MATTO……. QUESTO SERA CAPITO…………………. LA SUA FILOSOFIA E QUESTA…………….. COME LE RIPETO QUESTO NON E’ IL SITO DEI GOBBI…………… NE DI AGITATORI DI GRUPPO………………. PERO….’ CHI SI CONTENTA…………………………..

Mario 07
Ospite
Mario 07

Se il portiere no fa qualche stupidaggine e ritorna ad essere quello che ci ha fatto vedere all’inizio della storia con la Fiorentina abbiamo i mezzi per lo meno di uscire indenni dal San Paolo soprattutto se riuscissimo a segnare un gol all’inizio della partita.

GIULIANO
Ospite
GIULIANO

il portiere,a cui tu fai riferimento,il drago per essere maggiormente precisi,compie le stupidaggini,perchè a livello psicologico,caratteriale è fragile,è titubante,lui non trasmette serenità e sicurezza ai suoi compagni di reparto,e non sa guidare la difesa,non riveste i panni del leader del reparto difensivo,perchè il ragazzo giocando poco,si sente ripeto lui per primo insicuro,un estraneo nel sistema di gioco della fiorentina,e nei meccanismi del reparto difensivo,è un ragazzo che a mio avviso,possiede tutti i requisiti per poter fare bene,ma il suo limite è a livello mentale,caratteriale,non riesce ad entrare in campo,dicendo la frase magica nel suo cervello,la frase che ogni portiere deve… Leggi altro »

VIA I DV
Ospite
VIA I DV

VIA I DV!!!

Modena
Ospite
Modena

Via Dante Alighieri, Strani alcuni fiorentini.

GeoxBxl
Ospite
GeoxBxl

Non abbiamo molto da perdere, arriviamo con il morale alto mentre loro si leccano le ferite post Marassi.
La gestione dei portieri è sempre stata misteriosa a Firenze, siamo una delle pochissime squadre ad avere il portiere della primavera come terzo portiere
Scelta ancora più incomprensibile in una stagione nella quale il titolare e la riserva sono entrambi giovani e con poca esperienza: possibile non ci fosse sul mercato un portiere di esperienza al quale offrire un contrattino ?
A centrocampo sono curioso di capire se veretout giocherà davanti alla difesa oppure mezzala, io mi aspetto il tridente veretout, benassi, gerson

Giulio
Ospite
Giulio

potevano riportare a casa il mitico Berni dell’Inter, che é di Calenzano…

ste
Ospite
ste

Analisi perfetta.

pippo77
Ospite
pippo77

Non ê certo a napoli (perlopiù col dente avvelenato per aver preso 3 pere a sampdoria) che si DEVE vincere per forza. A me basterebbe limitare i danni e un punticino sarebbe oro colato. Poi se la squadra fa la prestazione maiuscola ci sta tutto, ma le partite da vincere ASSOL UTAMENTE sono con le dirette avversarie (toro, atalanta, genoa, samp…) e tutte le piccole. Questo per dire che se si torna da napoli con 0 punti non è cambiato nulla.

Scudetto_nel_2011
Tifoso
Scudetto nel 2011

Contro il Napoli siamo spacciati Quelli sono avvelenati e vorranno rifarsi , mica si sono già montati la testa come noi che per due partite viinte con due squadre materasso pare si sia vinto il campionato . Ma soprattutto preoccupa Cagoski , da quando è arrivato a Firenze non ha MAI PARATO un tiro , ogni conclusione degli avversari è un goal sicuro, persino con l Udinese 1 tiro un goal , e per fortuna che l arbitro ha fischiato un attimo prima un fallo di giuoco altrimenti non si vinceva nemmeno questa . Al San Paolo ci vorra il… Leggi altro »

Boh !
Ospite
Boh !

Che fai ? Ricominci ? Non appena vedete (perché non sarai il solo) che può esserci una difficoltà, eccovi pronti a gufare !
Ora che ce l’hai detto ritorna, per un’altra quindicina di giorni, a rimuginare su quello che potrai scrivere dopo la partita…nella speranza, nostra, di non leggerti più per un bel pezzo
Un abbraccio

michele
Ospite
michele

Ma cosa vuoi spacciare, gufo rintronato

PolemicoViola
Ospite
PolemicoViola

Come sempre il grande Scudetto dice le cose come stanno e, come sempre, subito sorton fuori i soliti personaggioni che a parte ‘gufo’ e ‘checca isterica’ non conoscono altri epiteti con cui apostrofare chi, al contrario di loro, possiede un cervello e sa come usarlo. O anche solo gli occhi per vedere. Come se Dragowsky non fosse davvero un bidone tra i pali come non se ne sono mai visti da anni in qua, e come se non fosse vero che il Napoli rischia di rifilarci un grappolo di pizze. Ma dico io… Se non siete d’accordo con certuni ARGOMENTATE,… Leggi altro »

Beppe
Ospite
Beppe

Quel che dice a volte potrebbe anche essere vero. Il problema è come lo dice e perchè, con le stesse identiche frasi e prese in giro dei miei amici di Milano o Torino che tifano strisciate. Mai un commento positivo, solo astio e critiche. Quando sbaglia, sparisce per un po’. Quando ci azzecca, eccolo riemergere tronfio come se mai avesse detto bischerate.
Non abbiamo bisogno di gente così. Tu almeno argomenti qualcosa di tecnico. Lui dice solo che si fa schifo e offende di giocatori Viola. Se lo difendi sei come lui. Due gobbi. Andate altrove, please.

Pio Canti Senefreghetti
Ospite
Pio Canti Senefreghetti

Programmazione parola poco chiara in Fiorentina Eysseric da sicuro partente possibilmente a titolo definitivo per monetizzare fino all’ultimo a titolare quasi inamovibile ,ora Dragowki anche lui partente in tuttele maniere al limite in prestito per giocare con conseguente arrivo di un portiere datato ma esperto per sicurezza e fare un po da chioccia a Lafont , ora anche con qualche incertezza sul rendimento titolare per alcune partite fondamentali per gli obbiettivi viola ,speriamo che vada tutto per il meglio ,senno cosa dire a chi contesta queste situazioni …………solo che ha ragione ,non si puo fare calcio a certi livelli sperando… Leggi altro »

Stefano
Ospite
Stefano

Ma tu sei nella testa di Corvino e Pioli per sapere quali erano REALMENTE (non le voci di mercato) gli intenti in relazione a Eysseric e Dragowski? Come fai ad essere così sicuro che Eysseric doveva andare via e Dragowski altrettanto? Io so solo che Pioli voleva due giocatori per ogni ruolo ed Eysseric è l’alter ego di Pjaca e può fare anche un ruolo diverso (es. trequartista). Dragowski ha detto lui che avrebbe voluto giocare, ma della Viola non ha parlato nessuno in merito. E se invece l’intento della Fiorentina fosse stato fin dall’inizio quello di tenerli entrambi, dove… Leggi altro »

si ruzza
Ospite
si ruzza

comunque, completo viola con pantaloncino nero … eccezionale.

claude
Ospite
claude

calma e gesso. dispiace per il portiere ma abbiamo cuore per superare bene questi ostacoli. sempre vicini ai ragazzi viola

elcoyote
Ospite
elcoyote

Mah! Di certo abbiamo una squadra migliore dello scorso anno. I migliori sono stati tutti trattenuti, con l’eccezione di Badelj. Tra i nuovi arrivi ci sarà sicuramente il pacco, ma mi sembra di poter dire che ci sono giocatori di una certa qualità. Resta insoluto il problema dei terzini: un problema grave per un allenatore che deve affidare questo ruolo a chi come Malenkovich fa di mestiere il centrale e a chi, come Biraghi, è bravo a spingere ma non a difendere. Anche Laurini non mi sembra un granchè… Inoltre Dragowski in porta non mi fa stare tranquillo. Stante la… Leggi altro »

PolemicoViola
Ospite
PolemicoViola

Troppo presto per darsi alla pazza gioia, questa squadra deve ancora dimostrare tutto e, soprattutto, di essere costante nel rendimento, che poi è la cosa più importante nonché la caratteristica che più è mancata l’anno scorso. In molti nella partita con l’Udinese hanno rivisto le vecchie, tipiche pecche del ‘non-gioco’ di Pioli: passaggi lenti e prevedibili, difficoltà a impostare dal centrocampo in su, attaccanti spaesati che correvano a vuoto. Mentre nella prima partita la viola sembrava finalmente una squadra che sapeva giocare in verticale e pure velocemente. L’unica costante nelle due partite è stato il rendimento della difesa, sempre ai… Leggi altro »

Stefano
Ospite
Stefano

Forse ti dimentichi il diverso atteggiamento in campo che hanno tenuto Chievo e Udinese. Il Chievo ha giocato aperto ed ha provato anche ad offendere (riuscendoci in qualche caso nel primo tempo). L’Udinese è stata chiusa a riccio nella sua metà campo per tutta la partita, con almeno 10 uomini dietro la linea della palla (obbiettivo strappare un punto), intasando gli spazi. Contro squadre così chiuse chi deve attaccare si trova SEMPRE in difficoltà a fare gioco, visto anche che l’arbitro, inesperto, ha permesso ai centrocampisti dell’Udinese di arrangiarsi anche con le maniere forti. Partite così, nella maggior parte dei… Leggi altro »

PolemicoViola
Ospite
PolemicoViola

Stefano, una squadra che riesce ad essere costante, e che vuole essere VERA squadra soprattutto, lo fa proprio NONOSTANTE i diversi approcci in campo tenuti dalle avversarie… Sennò troppo facile. Sei TU che devi riuscire a imporre il TUO gioco, non subire la chiusura a riccio di una squadra come l’Udinese. In altre parole, devi avere gli strumenti giusti per scardinare avversari difensivisti come per quelli che attaccano di più.
In ogni caso io non mi sbilanciavo né in positivo né in negativo, mi limitavo a contraddire l’articolo perché è troppo presto per vedere tutto rosa (o viola).

Leo curva fiesole
Ospite
Leo curva fiesole

Della partita di napoli mi preoccupa il teatrino che stanno montando i guaglioncelli. Anticipo assurdo di sabato alle 18, San Paolo forse non agibile, bufera nello spogliatoio. Da qui al prossimo sabato aspettiamoci altre alvinate…
Proviamo comunque ad andare in tanti.

Articolo precedenteLa giornata viola: il riassunto
Articolo successivoQuotidiani: la prima pagina di Qs, Stadio, Gazzetta, Corriere dello Sport, Tuttosport
CONDIVIDI