Serie A, 3-1 casalingo del Cagliari ai danni del Genoa. A segno Simeone

138



L’ex viola a segno di testa nella vittoria dei sardi sul Grifone

La quarta giornata di Serie A si è aperta con l’anticipo del venerdì, che vedeva fronteggiarsi Cagliari e Genoa. A spuntarla sono stati i sardi, che si sono imposti per 3-1 sul Grifone grazie ad un gol dell’ex viola Simeone (a segno con un bel colpo di testa), la rete di Joao Pedro e all’autogol di Zapata. Inutile il gol del momentaneo 2-1 firmato da Khouame.

138
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
DeiXo
Ospite
DeiXo

mammamia c’è chi rimpiange simeone…pensa come stiamo messi..

RG7
Ospite
RG7

Come punta hai preso di meglio!?Hai tenuto forse Muriel? Punti forte su Vlahovic?

DeiXo
Ospite
DeiXo

Vlahovic su una gamba sola è già meglio.

Andrea
Ospite
Andrea

Pedro non è ancora pronto? Che significa? L’investimento più importante gioca con la primavera e fa pure ridere. Simeone era da tenere, punto. Prima vittoria? Intanto domani ultimi da soli e poi si vedrà!!! Il pareggio con i gobbi? Specchietto per le allodole! Sarri a Firenze non vince mai, ha tradizione negativa e basta. Questo pagliaccio di Montella deve essere cacciato il più presto possibile o saranno dolori!!

Marione.
Ospite
Marione.

Non commento il Cholito ma commento che il Genoa è poca roba e con noi poteva vincere 5 a 0.
Spero che le prestazioni ignominiose siano terminate li e domani a Bergamo si possa vedere una viola diversa

RobertParish
Tifoso
Robert Parish

Non mi sembra che Simeone venisse insultato o infamato allo stadio come dicono in molti.
Quando è entrato in campo è sempre stato sostenuto.
E’ chiaro che, magari su un forum, uno sarà libero di dire le proprie opinioni.
Comunque tutti coloro che lo rimpiangono, non mi sembra che l’ anno scorso si siano mai pronunciati in sua difesa,
E’ facile parlare dopo.
Comunque PRADE ha fatto una scelta, ha preferito Pedro a Simeone. Vedremo se ha toppato oppure NO.

Claudemo
Ospite
Claudemo

Ti correggo io ho sempre detto che non l’avrei ceduto.
E comunque , visto la penuria di attaccanti che abbiamo, scommettere su Pedro invece che dare la possibilità a Simeone di riscattare un anno non buono, dopo che aveva fatto bene gli anni passati, è da matti. Buona giornata

Argentinos
Tifoso
Argentinos

A parte la polemica su Simeone, inutile quanto nociva, c’e Da dire che contro il Genoa hanno vinto in scioltezza. Questo la dice lunga su quanto c’e Ancora da lavorare a Firenze!

TENG O BOA
Ospite
TENG O BOA

Simeone ha fatto 6 gol l’anno scorso, è un brocco conclamato…fortuna che ci sà CF21CAGNOTTOGIOCODASOLOTIROSEMPREIO che farà 30 gol e ci porterà in scempion

andrea
Ospite
andrea

A me fate ridere, mi sembra che anche un certo Babacar doveva essere un fenomeno e poi che fine ha fatto? Simeone l anno scorso non e’ che non giocava ma sbagliava goal a porta vuota!!!! se ora segna vuol dire che e’ piu’ sereno che il percorso alla Fiorentina era finita lo vedevano tutti!!! In bocca al lupo!!! Non c’e’ altro da dire……..

L.Scarottone
Ospite
L.Scarottone

Tanto abbiamo il diritto di recompra, siamo in una botte di ferro.

Gio
Ospite
Gio

Magari l’avessimo

Viola 51
Ospite
Viola 51

A prescindere dalle reti che ha segnato a Cagliari, a Simeone un’altra possibilità in Viola l’avrei data volentieri, tenuto conto che con la Fiorentina dello scorso anno, forse non avrebbe segnato neanche Pelé……

angelo scandicci
Ospite
angelo scandicci

è un giocatore con un grosso difetto sul primo controllo. soffre le critiche (non deve essere facile portare il suo cognome; sa bene che tutti pensano giochi solo per via del padre) e si demoralizza facilmente al primo errore. A firenze era bruciato grazie ad allenatori tifosi e giornalai. Giusto cederlo. è un brocco? no . 34 gol in tre anni in serie A a 24 anni te lo dimostrano. Forte di testa in anticipo, buon senso della posizione molta resistenza buona corsa. ha bisogno di fiducia e di uno grosso accanto che gli faccia spazio. Resta un attaccante da… Leggi altro »

Articolo precedenteLa giornata viola: il riassunto
Articolo successivoPedro, serve calma e pazienza, a breve arriverà il suo momento. Atalanta ferita, Montella può approfittarne
CONDIVIDI