Serie A: il Crotone chiede l’ammissione alla massima serie nell’ambito del processo al Chievo

8



logo Serie A 2018-2019

Non si placano le polemiche nel nostro calcio. Non solo in B. Il Crotone, intanto, chiede l’ammissione alla Serie A nella vicenda Chievo

Non bastava il caso Serie B, con le polemiche del caso. Anche in Serie A la situazione non è delle migliori alla luce del caso Chievo Verona. Il Crotone intanto ha chiesto l’ammissione in sovrannumero alla Serie A 2018-19, attraverso questo comunicato:

“Facendo seguito a tutta la pregressa corrispondenza, considerata la recente modifica dell’art. 50, comma 3 delle NOIF che recita: “Qualora vi siano concreti rischi che non sia garantito il regolare e/o tempestivo avvio del campionato, il Consiglio Federale, con delibera assunta con la maggioranza dei tre quarti dei componenti aventi diritto al voto, sentita la Lega interessata, può modificare il numero di squadre partecipanti ai campionati in corso con effetto immediato, anche prevedendo un numero inferiore o superiore rispetto a quello previsto dall’art. 49 delle N.O.I.F.”

-Considerato che in vista della quasi certa penalizzazione dell’AC Chievo Verona all’esito dell’udienza fissata per il prossimo 12 settembre;

-Considerato che la penalizzazione avrebbe l’effetto di falsare il regolare svolgimento del prossimo campionato di Serie A che sta per iniziare;

-Previo espletamento degli incombenti a carico degli organi in indirizzo, si chiede l’ammissione di FC CROTONE in sovrannumero al campionato di Serie A 2018/19″.

8
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Salvokr
Ospite
Salvokr

Noi crotonesi, delusi, derisi , ed umiliati, da questa politica calcistica insulsa… fare le cose X bene in modo pulito e trasparente non basta, siamo una realtà piccola ma sanissima, e X questo non ci caga nessuno, orgoglioso e fiero di essere crotonese, questa società non ci merita.

Vittoriosullabalaustra
Ospite
Vittoriosullabalaustra

E ancora c ‘è chi infama Vittorione. Colpevole la sua Fiorentina e altre che non sono state toccate?

Dragonpollo
Tifoso
dragonpollo

Si ma con le chiacchere non si arriva mai a nulla. Se siamo veramente d’accordo con Crotone e Palermo Se siamo veramente in disaccordo con la riammissione del Milan in EU E NECESSARIO FARSI SENTIRE. ATTRAVERSO I MEZZI D’INFORMAZIONE. CHIEDENDO ALLA SOCIETA’ DI PRENDERE UNA POSIZIONE CHIEDENDO AD ALTRE SOCIETA’ ED ALTRE TIFOSERIE DI FARE ALTRETTANTO. La Juve, in Milan, l’Inter, il Napoli, la Roma non pagano gli stipendi dei propri giocatori grazie ai propri tifosi. Li coprono “in parte” anche i tifosi delle altre squadre, attraverso il “movimento” dei diritti televisivi. UNO SCIOPERO, IN QUESTO MOMENTO, DELLE SQUADRE DI… Leggi altro »

Alebg
Ospite
Alebg

Parma e Chievo meriterebbero la C.
Fossi in Crotone o Palermo diventerei matto.
Questa è roba ben più seria della nostra Europa League.

Stefano
Ospite
Stefano

Il giudizio su un illecito sportivo, come quello del Chievo, a campionato iniziato significa ennesima soluzione della giustizia sportiva a tarallucci e vino.
Non possono certo far retrocedere il Chievo dopo che ha già iniziato il campionato di serie A. Nuova dimostrazione del marciume che c’é tra chi comanda. Va avanti solo chi ha santi in paradiso.

Antonio1943
Tifoso
Antonio

Fanno bene.basta con questa giustizia sportiva che non fa mai giustizia, e’ una vergogna dovrebbero dimettersi immediatamente.Come si fa a fissare un giudizio dopo che inizia il campionato? Significa che nonostante le magagne fatte si vuole salvare a tutti iIi costi il Chievo solo perche e’ amico degli amici.

Alessio69
Ospite
Alessio69

Perfettamente d’accordo, una vergogna inaudita, il Cesena e’ stato cancellato!

Solo VIola
Ospite
Solo VIola

Non è che il Chievo è amico degli amici, il fatto è che se condannano il Chievo per le plusvalenze dovrebbero condannare anche l’Inter per lo stesso motivo!!!

Articolo precedenteSimeone: “Vicino alla città di Genova”. Criscito: “Sono passato 10 minuti prima sul ponte”
Articolo successivoAltro giovane in uscita: l’esterno classe 1998 Giuseppe Caso verso il Cuneo
CONDIVIDI