Serie A: nuove maglie tra tradizione e innovazione: quella della viola e progetto dell’anno

Di Tommaso Lavizzari - GQItalia

16



La Serie A 2017-2018 è cominciata da due giornate, permettendoci di vedere in azione tutte le squadre, sia tra le mura domestiche sia in trasferta, con le rispettive tenute di gioco. La Juventus, reduce dalla conquista di sei scudetti consecutivi, resta la squadra da battere ma, quest’anno, avrà a che fare con avversari molto competitivi. Su tutti il Napoli, ilMilan, l’Inter e la Roma. Il livello, però, si è alzato per tutti e anche la lotta per l’Europa e per la salvezza si preannunciano avvincenti, come al tempo delle sette sorelle, purtroppo senza i campioni assoluti del passato.

Le stesse maglie sembrano voler ricalcare i fasti della grande Serie A che fu e quasi tutti gli sponsor tecnici hanno deciso di puntare sul ritorno alla tradizione, ma senza rinunciare all’innovazione, che, in alcuni casi, prende esteticamente il sopravvento, scontentando i tifosi.

Ben 18 fornitori sono stati confermati rispetto alla passata stagione, solo due sono le novità: il brand spagnolo Joma ha preso il posto di Nike all’Atalanta, riportando le tradizionali righe verticali sulla maglia degli orobici, mentre la neo-promossa S.P.A.L. è passata da HS Football a Macron che, con 4 squadre, è il marchio più presente nella Serie A 2017-2018 e veste: Bologna, Cagliari, Lazio, e, appunto, la Società Polisportiva Ars et Labor

I grandi player internazionali si dividono quasi equamente il mercato. Se, infatti, Nike veste Inter e Roma, oltre all’Hellas Verona, del quale però è official supplier e non sponsor tecnico, ecco che Adidas riporta alla tradizione Juventus e Milan.

Nonostante l’apprezzamento internazionale per la maglia della Sampdoria, è Le Coq Sportif, sponsor tecnico della Fiorentina, a vincere all’unanimità il premio di maglia e progetto dell’anno.
Ben cinque le divise presentate, ispirate al Calcio Storico Fiorentino, uno degli sport più antichi e violenti del mondo. La prima maglia è la classica “Viola”. Il design è pulito, arricchito dal simbolo dei quattro quartieri storici della città di Firenze impressi tono su tono sul fianco destro della maglia. Proprio i quattro quartieri di Firenze – Santa Maria Novella, San Giovanni, Santa Croce e Santo Spirito – sono la fonte d’ispirazione per le quattro maglie da trasferta di quest’anno. Ogni maglia ha il colore rappresentativo del quartiere – Blu, Bianco, Verde e Rosso – e il suo simbolo – la Croce, la Colomba, il Sole e il Battistero – impresso tono su tono. Il progetto non ha catturato solo l’attenzione del pubblico italiano, ma anche di quello internazionale, in particolare del pubblico inglese, che rappresenta l’avanguardia assoluta per quanto riguarda l’abbigliamento sportivo legato al calcio, tra tradizione e innovazione.

16
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Lo Scettico
Ospite
Lo Scettico

Il progetto dell’anno ossia la retrocessione con cinque giornate di anticipo sulla fine del campionato…

Tarlo Viola
Ospite
Tarlo Viola

È proprio il caso di dire “SOLO PER LA MAGLIA”…

berlioz
Ospite
berlioz

I colore viola è troppo scuro, dovrebbe essere come quello dei Real.

Alessio69
Ospite
Alessio69

Sono d’accordo con te. Negli anni settanta era molto più chiaro, poi dagli ottanta in poi si è scurito notevolmente, a volte tendendo al blu.. ma sarà così difficile riproporre quel colore che ci dette l’ultimo scudetto?

Cuoreviola
Tifoso
Noble Member
cuoreviola

Ai tempi del primo scudetto era anche molto più scuro e per quanto ne so io quello era il vero viola della Fiorentina.

Canterbury
Tifoso
Canterbury

Le maglie ispirate ai quartieri a me piacciono molto; forse sarò romantico, ma avere anche la maglia metà bianca /rossa ispirata alla prima stagione del 1926, mi sarebbe piaciuta tantissimo.

Bunzalone
Ospite
Bunzalone

uuhhhhh guarda gli inglesi se le strappano di mano le nostre maglie. Ma l’avete visto il calcio inglese che maglie hanno ???? poi riguardate i nostri soliti pigiami….

Goliath
Ospite
Goliath

In quanto a cose inutili siamo sempre i migliori. Vedi quella pagliacciata del “terzo tempo”, e adesso quest’altra scemenza.

cerbero
Ospite
cerbero

ah, ole noste radici sono scemenza?

arnaldo
Ospite
arnaldo

ahh perchè quei manfani del calcio in costume sarebbero le nostre radici ????? e sa anda di nulla….

cerbero
Ospite
cerbero

ma te ti ha portato la piena oppure non conosci la storia di Firenze?

Mario Viola
Ospite
Mario Viola

Io, fossi il responsabile marketing del Folletto, vedendo quei 4 nella foto, toglierei subito la sponsorizzazione! Li trovo ridicoli

Mario Viola
Ospite
Mario Viola

Per quelli che mi faranno notare che sono 5 aggiungo che quello Viola Non è ridicolo!

cerbero
Ospite
cerbero

un progetto molto bello e affascinante. Spiace solo che non vi sia una squadra all’altezza a rendergli onore.

Belushi
Ospite
Belushi

A parte il calcio, siamo forti. Forza Viola

Fragioari
Ospite
Fragioari

Bellissime maglie, progetto di marketing fantastico, le vorrei tutte!
Peccato la pochezza dell’organico che le veste, sono veramente amareggiato dell’andamento della situazione! Meglio tre maglie è un progetto calcistico autentico da metterci dentro!

Articolo precedenteDa oggi riapre la campagna abbonamenti, tornano anche le promozioni
Articolo successivoTomovic interessa all’Atalanta ma operazione non semplice per i tempi ristretti
CONDIVIDI