Si blocca Kalinic e manca l’alternativa

di Giovanni Sardelli - La Gazzetta dello Sport

6



KO-linic. Nel secondo tempo contro la Sampdoria i viola non hanno perso soltanto due punti, ma anche il proprio centravanti. Kalinic infatti, al termine del match di domenica, ha accusato un dolore via via più intenso alla coscia sinistra. Dolore che ha richiesto degli accertamenti diagnostici eseguiti nella mattinata di ieri che hanno evidenziato una lesione muscolare di primo grado del muscolo bicipite femorale. Il recupero può variare, a seconda dei casi, tra i 10 ed i 15 giorni. La sosta in questo senso aiuta. Alla ripresa ci sarà l’Empoli. Impossibile stabilire da ora se il croato potrà recuperare.

L’attaccante eseguirà le terapie del caso con l’obiettivo di tornare a lavorare prima sul campo, poi in gruppo, nella prossima settimana. Per far questo ovviamente non potrà rispondere alla convocazione della propria Nazionale, ed è un peccato. Perché se è vero che la concorrenza di Mandzukic spesso lo relega in panchina, è altrettanto chiaro che la sfida importantissima di sabato contro l’Islanda nel girone di qualificazione ai prossimi Mondiali intrigava. «Nikola torna presto» il tweet della Federazione croata.

CHE INIZIO I dati fino ad ora raccontano che gli infortuni muscolari dei calciatori viola sono decisamente inferiori alla media. Motivo di vanto per lo staff di Sousa anche se sul tipo di precauzioni o di cure per i giocatori non sempre c’è unità di visione tra le varie anime del club. Sempre i dati raccontano che l’inizio di stagione del centravanti croato è stato positivo. Tra campionato ed Europa League in quindici partite ha segnato 9 reti, buona parte delle quali arrivate nell’ultimo periodo. Uno stato di grazia interrottosi proprio con la Sampdoria. Prestazione insufficiente, poca concretezza davanti alla porta, calo nel secondo tempo e il problema muscolare. Sulla qualità del giocatore però, non esistono dubbi. La resistenza al maxi corteggiamento a suon di milioni del Napoli è solo l’ultima dimostrazione Ed i teorici concorrenti per il ruolo, Babacar e Zarate, in realtà restano decisamente dietro nelle gerarchie.

Babacar se non altro è l’unico candidato deputato a far rifiatare Kalinic. Sarà il senegalese a sostituirlo ad Empoli, qualora il recupero non fosse ultimato per la ripresa del campionato. Zarate è invece sparito dai radar. Nello scorso campionato era il dodicesimo titolare, durante la preparazione estiva pareva ultra motivato. Problemi personali legati alla salute della moglie non lo hanno aiutato. Lo score parla chiaro. Mezz’ora in campo in Europa League, meno di un’ora complessiva (e mai titolare) in campionato. In pratica, in tutta la stagione, ha giocato meno di novanta minuti tra campionato ed Europa League. Una miseria.

6
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
alessandro
Ospite
alessandro

Babacar in Serie A può giocare tranquillamente titolare, lo ha già ampiamente dimostrato segnando anche gol importanti. Certo non fa il maratoneta come Kalinic, ma se giocasse con continuità sicuramente riuscirebbe a segnare più di un gol in otto mesi, come ha fatto Kalinic la stagione scorsa.

Singleton
Ospite
Singleton

Per Sousa Babacar e Zarate non vanno bene neanche per i semipro del Liberec, così fà giocare fino a romperlo Kalinic. Certo Baba e Zara fanno un gioco diverso dal croato che cmq con la Samp è apparso già sfinito infatti arrivava sempre in ritardo ed è terminato 9 volte in fuorigioco , indice di stanchezza e poca lucidità. Attaccanti diversi, gioco diverso per un qualsiasi allenatore dotato di raziocinio ma il mago del portogallo è un presuntuoso integralista: tutti si devono uniformare al suo UNICO credo altrimenti non giocano e vengono emarginati. Insomma Sousa è un mezzo fesso che… Leggi altro »

Tifosissimo
Member
tifosissimo

sembrerebbe che più passa il tempo e più si sta preparando il terreno per sbarazzarci di Zarate……….grande, grandissima c******.
se così finirà, ce ne pentiremo molto, ma molto amaramente.

Massimo
Ospite
Massimo

Sousa, il peggior allenatore della storia della Fiorentina (escluso Agroppi), approfitterà della situazione per dire non è colpa mia… Andava cacciato all’inizio di stagione: ha rovinato Pepito, sta rovinando Zarate e Babacar! Sousa vuole la B per essere il più bravo!

matteo praga
Ospite
matteo praga

M quali alternative volete trovare ? Guardate l esito del sondaggio accanto e vi dice tutto… la gente ha capito tutto benissimo

FabioLAquila
Tifoso
Fabio L\'Aquila

Le alternative non mancano, manca chi sappia utilizzarle forse. È naturale che non si possano usare Babacar e Zarate allo stesso modo in cui viene utilizzato Kalinic. Bisogna cambiare qualcosa. Si toglie Tello e si gioca con difesa a quattro. 4231

Articolo precedenteIl 4-2-3-1, quando un modulo da risorsa può diventare un problema
Articolo successivoEmpoli-Fiorentina, scoppia polemica sul caro biglietti: proteste dei tifosi viola, si va verso uno sciopero
CONDIVIDI