Si chiude il girone di andata: giro di boa a 37 punti, 2° miglior Fiorentina dell’Era DV

    0



    Montella vs MilanSi chiude con un pareggio il girone di andata della Fiorentina. Lo 0-0 di Torino lascia un po’ l’amaro in bocca nell’ambiente gigliato, anche se contro i granata le assenze in avanti erano pesanti e non di poco conto. Il primo vero test senza Rossi-Gomez, insomma, che la squadra di Montella poteva comunque superare insaccando una delle diverse palle-gol avute. La classifica vede i viola a -5 dal Napoli e a -7 dalla Roma: la Champions adesso sembra più lontana. Al giro di boa del campionato, però, la Fiorentina fa anche registrare numeri importanti che certificano l’ottimo lavoro svolto sin qui: in 19 partite sono 37 i punti conquistati dai gigliati, una media di quasi 2 a partita (con 11 vittorie, 4 pareggi e 4 sconfitte). +2 rispetto allo scorso campionato: questo è il secondo miglior risultato dell’Era Della Valle in Serie A. L’anno scorso, infatti, la Fiorentina chiuse la 19.ma giornata a 35 punti, mentre nei due anni precedenti a 22 e 23 punti. Con Prandelli, invece, 30 punti nel 2009/2010, 32 nel 2008/2009, 34 nel 2007/2008, 34 nel 2006/2007 e 40 nel 2005/2006. Nel primo anno della nuova Fiorentina in Serie A, invece, i punti al giro di boa furono 21.
    Numeri che avvalorano la bontà del lavoro viola: risultati peraltro arrivati senza Mario Gomez, assente fin dalla terza giornata di campionato. In totale, dunque, sono 34 i gol fatti (1.78 a partita) e 20 quelli subiti (1.05 a gara), con 20 gol fatti e 12 subiti in 9 gare casalinghe (20 punti raccolti al Franchi) e 14 gol fatti e 8 incassati fuori casa in 10 partite (17 punti esterni). Brillantezza di gioco e solidità dimostrate su ogni campo, con rendimento pressoché similare in casa e fuori. E’ questa la grande differenza rispetto allo scorso campionato, quando la squadra di Montella raccolse 23 punti in casa con soli 12 punti guadagnati lontano da Firenze dopo 19 gare. Il tutto, ovviamente, va considerato anche alla luce dell’impegno viola in Europa. Gare che hanno portato via energia alla Fiorentina, arrivata prima con pieno merito nel proprio girone (seppur non proibitivo). Una squadra che comunque, in campionato, ha saputo migliorarsi rispetto alla scorsa stagione. Adesso viene il difficile, senza il capocannoniere Rossi e ancora con i dubbi su Gomez. Intanto, però, i numeri viola al giro di boa sono quasi da record.