Simeone, due minuti per sbloccarsi: anche papà Diego si è congratulato con il Cholito

6



Giovanni Simeone, attaccante figlio d’arte, ex Genoa, ha messo a segno al Bentegodi la rete fin qui più veloce della stagione. Come riporta il Corriere Dello Sport, a segno un minuto e 46 secondi dopo il fischio d’inizio di Damato, è il secondo gol più rapido di questa Serie A dopo quello messo a segno dal Genoa alla Juventus. Sui social lo hanno festeggiato tutti, dai tifosi fino alla famiglia, quella di sangue e quella acquisita. Si è congratulata con lui zia Natalia, che lo ha assistito in questo suo trasferimento, e pure papà Diego. Simeone, adesso, ha un solo obiettivo: la continuità di rendimento. Sabato di fronte si troverà il Bologna, la squadra a cui ha segnato il suo secondo gol italiano (consecutivo, dopo aver rotto il ghiaccio col Pescara) sotto quella Curva Fiesole che sogna di far esplodere di felicità.

6
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
marco mugello
Ospite
marco mugello

Chiesa ha un tiro preciso, ma deve ragionare di più.. spara subito senza cercare la precisione… e quindi scazza… appena si apre uno spiraglio spara a pallettoni…Dybala non usa tiri fortissimi.. di rado.!.. preferisce il colpo di biliardo e segna….infatti non sempre il tiratore è pressato e deve per forza anticipare… spesso c’è quell’attimo nel quale un tiratore può scegliere il palo sul quale tirare…. e se la palla sfiora il palo debole, o il portiere è in controtempo e scegli il palo da cui si sta allontanando, lui va a farfalle… Il giocatore è da serie A o da… Leggi altro »

Giovanni
Ospite
Giovanni

caro Marco, io invece penso che sia proprio il contrario. Può esistere qualche campione che tira poco e piazza molto, ma non sono certo i bomber di razza. Batistuta, per farti un esempio, era quello che tirava di più in serie A, e anche quello che sbagliava più tiri, proprio perché ci provava sempre da ogni posizione. Montella idem, infatti criticava Ljaijc perché prendeva troppo la mira all’angolino e per quello faceva pochi gol. Diceva sempre che bisogna puntare il portiere per farne tanti. Cristiano Ronaldo è un altro che spara facile e ne manda tanti in curva. Poi c’è… Leggi altro »

marco mugello
Ospite
marco mugello

Beh, Vecino faceva 20 tiri per ogni goal… HamsiK molti di meno..la base di tutto è un tiro preciso, se uno ha una rosa molto larga non segna molto, e forzando il tiro, la rosa si allarga a dismisura… sopra spezzavo una lancia a favore della precisione quando non manca l’attimo…, ammetterai che Chiesa, e Simeone per il poco che si è visto, forzano ed anticipano il tiro anche quando avrebbero tempo e potrebbero arrivare all’implatto più coordinati.. E’ logico che indipendentemente dalla qualità del tiro se uno raddoppia i tiri aumenta i goal… Ma a parità di tiri possibili,… Leggi altro »

Giovanni
Ospite
Giovanni

Certo, se uno per natura ha il tiro più preciso e soprattutto più freddezza per aspettare l’attimo giusto è avvantaggiato, non c’è dubbio, come non c’è dubbio che Hamsik fa più gol di Vecino. Dybala, Del Piero o Bernardeschi sono giocatori che amano piazzare il tiro piuttosto che sparare alla cieca, ma non lottano per la classifica cannonieri. Io volevo solo dire che spesso i bomber puri, quelle bestie che fanno 20 gol a stagione, sono più istintivi che precisi, tirano alla prima opportunità. Ma comunque il calcio è bello perché ognuno ha la sua opinione. Basta poterne parlare civilmente,… Leggi altro »

Ziggie Stardust
Ospite
Ziggie Stardust

Mi piace la tua analisi e sono convinto che tu abbia ragione.
Mi sono un po’ arrabbiato per l’occasione fallita da Simeone (palla a lato) ma rivedendola conferma ciò che dici tu: ha tirato d’istinto e ha sbagliato, ma ha cercato il goal senza fronzoli, come fanno i veri bomber. Speriamo che l’istinto sia quello.
Forza Fiorentina

AntoNiche
Ospite
AntoNiche

Giovanni hai ragione anche tu, ci sono tanti fattori in gioco rispetto il numero di tiri effettuati e quanti ne vanno in rete. Comunque Batistuta era un giocatore straordinario sia per la potenza del tiro che perla grinta che metteva in campo. Speriamo che Simeone ne segua le gesta, la predisposizione sembra che ci sia,

Articolo precedenteNuovo Stadio: si sblocca anche il nodo aeroporto. Altra tappa per lo sviluppo dell’area
Articolo successivoEysseric in pieno recupero: potrebbe esserci sabato contro il Bologna
CONDIVIDI