Simeone gol, poi esce la Samp. Viola contenta a metà

6



Il Cholito spreca e poi la sblocca, ma la Fiorentina nella ripresa perde le distanze. Un pareggio e qualche rimpianto.

Ha brillato soltanto un tempo la Samp contro la Fiorentina dei ragazzi sempre più variopinta: il rosso indossato a Napoli non ha portato fortuna alla squadra di Pioli, il verde e il tridente verde hanno fatto meglio. E’ finita in pareggio, con un gol per tempo e un tempo per uno. Simmetrie non imprevedibili visto che si affrontavano due squadre che hanno cominciato la stagione giocando un buon calcio e che giustamente puntano all’Europa League. Così scrive La Gazzetta dello Sport.

INCROCI. La Samp è partita meglio, ma il lampo è durato dieci minuti. Al 13’ Simeone l’ha colpita: cross dalla sinistra di Biraghi, colpo di testa e Fiorentina in vantaggio. A quel punto la Samp si è trovata imbrigliata nel centrocampo viola guidato con intelligenza da Veretout e ha patito l’estro di Chiesa: ha provato a reagire Defrel, ci ha provato Caprari con qualche inserimento, ma l’occasione migliore l’ha avuto Pjaca alla mezzora, imbeccato da Veretout. Occasione fallita, e occasione ancora più grossa mancata dal croato pochi minuti dopo, quando un’uscita sbagliata di Sala ha propiziato una bella giocata di Chiesa. Il dato più evidente è l’ingenuità della Fiorentina, che non ha saputo chiudere la partita. Nel secondo tempo, quando il genio e la corsa elegante e forsennata di Chiesa si sono affievoliti, la Samp ha ritrovato geometrie e fermezza.

RISPOSTE. Nel secondo tempo la Samp ha assalito i viola ormai stanchi. Nonostante gli ultimi tentativi di Mirallas, Simeone e Milenkovic la squadra di Pioli non è riuscita a tornare in vantaggio. I segnali dal tridente giovane però sono stati positivi e Pioli da allenatore equilibrato qual è saprà insistere. 

6
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Corso
Ospite
Corso

Abbiamo ancora difficoltà a creare gioco. Gerson è certamente un buon giocatore ma non è un atleta. In mezzo al campo ci vogliono polmoni e grinta, non mi sembra che lui ne abbia abbastanza.

SERENO
Ospite
SERENO

Dai , ieri come a Napoli la squadra mi è piaciuta..tutti danno tutto…certo ci sono dei limiti e c’è ma lavorare ma ci sono anche potenzialità ancora inespresse…tipo Pjaca e lo stesso Gerson che col Chievo mi aveva entusiasmato e nelle ultime partite un po’ meno
Per il nostro obiettivo finale ce la giochiamo con tutti
Facciamo del Franchi un catino infernale e il tutto si tradurrà in punti in più in classifica
Forza ragazzi !

Fake taxi
Ospite
Fake taxi

…. Comunque se si dura solo un tempo é difficile x lo più se ci chiudiamo troppo nel secondo alla fine le becchi… Continuo ad avere dei dubbi su pioli al momento di leggere la partita!!! Ieri sera come a Napoli giampa è Ancelotti ci hanno messo sotto perché hanno sistemato la squadra nel secondo tempo rispetto al nostro allenatore… Speriamo che non sia così e che mi sbagli ma….

Nessie
Ospite
Nessie

Una incongruenza per riga o quasi … “dubbi su Pioli” al momento di leggere le formazioni ma poi scrivi che “giampaolo e ancellotti ci hanno messo un tempo ha prendere le contromisure”. Poi scrivi che ci hanno messo sotto ma questo proprio non e’ vero anzi!! Semmai nel primo tempo li abbiamo messi sotto noi ma l’hai vista la partita? Le hai viste le facce dei tifosi samp, allibite, quando sembrava solo per sbaglio che la samp non fosse sotto di tre gol come dopo le paratone su Biraghi e Pjaca ?

Nessie
Ospite
Nessie

Direi un tempo nostro che avremmo dovuto finire con almeno due gol di vantaggio. E un tempo equilibrato magari vinto ai punti dalla Samp ma che abbiamo finito in attacco con loro stremati. Insomma un pareggio stretto ma una volta sprecato tanto e poi raggiunti dalla Samp che in casa e’ sempre pericolosa temevo quasi una sconfitta e invece la squadra ha dimostrato forza anche mentale.

MoNrOo
Ospite
MoNrOo

Tra l’altro Mirallas la stava pure per insaccare. C’era libero Sottil sulla destra, ma il difensore si è spostato verso di lui, ha fatto bene a calciare. Peccato sia uscita a fil di palo.

Articolo precedentePjaca-Simeone-Chiesa: tridente promosso, ma serve affinare l’intesa
Articolo successivoEdimilson: “Partita difficile contro la Sampdoria, buon punto”
CONDIVIDI