Simeone: “La Fiorentina è una famiglia. Abbiamo una missione, nel nome di Davide”

di Benedetto Ferrara - La Repubblica

12



Il giovane attaccante argentino ha sottolineato l’unità che c’è all’interno della squadra viola e di un obiettivo importante che vogliono raggiungere nel nome di Astori

Lunga intervista dell’attaccante della Fiorentina Giovanni Simeone a La Repubblica. Molti i temi toccati dal giovane giocatore viola, a iniziare dalla squadra e senza dimenticare Davide Astori

Simeone, la Fiorentina in due parole?
«Una famiglia».
Un gruppo unito, insomma.
«No, di più. I nuovi che sono arrivati lo hanno capito subito. Qui non c’è spazio per egoismi o prime donne. Quando perdi un amico ti ritrovi a condividere un dolore violento. Attraverso le lacrime siamo diventati uomini. Abbiamo una missione. E nessuno può tirarsi indietro».
La missione è sorprendere?
«Dare tutto quello che abbiamo dentro. Siamo un gruppo che vuole divertirsi a giocare a calcio senza lamentarsi mai e senza mai tirare il freno. Lo abbiamo già dimostrato dopo la morte di Davide. Vogliamo continuare a farlo».
Già, nei giorni del dolore avete reagito sul campo.
«Sì. E non è retorica. È la nostra storia. Ci allenavamo come mai era successo prima. Sempre a mille, nessuno ha risparmiato una goccia di sudore. Abbiamo reagito così, come avrebbe voluto Davide».
E la storia della fascia? Ha davvero temuto che la Lega ve la strappasse dal braccio?
«No, mai. Quella era l’eredità del capitano. Il nostro simbolo, e certi simboli non si toccano».
Chi l’ha aiutata in quei momenti così delicati?
«In quel periodo avevo da poco trovato una ragazza. Mi ero innamorato. Sì, è stata Giulia a darmi una mano. E poi la meditazione, una strada che mi ha indicato mia madre».
Simeone, si può dire che quel dolore ha costruito una nuova strada?
«Nessuno di noi è più quello di prima. I nostri valori sono scritti su quella fascia. L’amore per Firenze, la gratitudine per Davide Astori, il nostro capitano per sempre».

12
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
PolemicoViola
Ospite
PolemicoViola

Un gruppo legato da valori importanti è già una cosa da apprezzare e che, alla fine, renderà dei punti anche in campionato. Ma ugualmente importante è l’impegno concreto di un Presidente, non per forza economico, ma almeno di presenza. Andrea deve continuare a venire allo stadio, contestazioni o meno. Se persiste, alla fine anche la curva si calmerà.

Rambaldo
Ospite
Rambaldo

Grazie Giovanni, le tue parole ci riempiono di orgoglio e onestamente mi fanno scendere due lacrime di emozione…….io non lo so se prima o poi riusciremo a vincere qualcosa, me lo auguro con tutto il cuore ovviamente, ma già il semplice fatto di vedervi così uniti nel affrontare le partite e gli allenamenti, sacrificio e sudore in nome di Davide è qualcosa che trascende il semplice giocare a calcio, è davvero qualcosa di spirituale e magico.
Noi tutti, Davide in primis da lassù, ve ne saremo eternamente grati!!
FORZA RAGAZZI!!FORZA FIRENZE!!!!ANDIAMO A VINCERE!!!!

gullo
Ospite
gullo

bravi ragazzi..così vi voglio! grinta e sudore senza tirarsi mai indietro..poi saremo la squadra che siamo..di certo non si vincerà niente ma quest’anno allo stadio sento un clima diverso..un rapporto squadra/tifoseria molto caloroso e coinvolgente

Rocco54
Ospite
Rocco54

Le parole di Simeone non sono parole, sono MACIGNI.
Famiglia, missione, sudore, simbolo … se non si trattasse di calcio ci sarebbe da impaurirsi, si potrebbero scambiare per INTEGRALISMO religioso e/o politico.
Ma, fortunatamente, si tratta solo di calcio e a dirle è questo ragazzo che finora è andato migliorando di giorno in giorno, alla faccia dei suoi precoci detrattori (nonché “tifosi” del Baba).
E’ troppo presto per dirlo e per fare pronostici finali, ci mancherebbe altro, però penso già da ora che QUESTA Fiorentina è squadra che non molla l’osso e quindi ben venga un pò di SANO integralismo VIOLA.

Lo Scettico
Ospite
Lo Scettico

E’un bravo ragazzo,e “innocente facea l’età novella”…peccato che il capo della famiglia è DDV che tra l’altro non c’è mai…e di fronte ai suoi diktat la realtà è un’altra,anche Badelj era legato ad Astori e alla Fiorentina,alla fine però data l’intransigenza societaria se ne è andato anche lui nonostante tutto eh…

Johnny viola
Ospite
Johnny viola

Scettico.. ma anche nella vita sei così.. Io fossi in te cambierei nome.. Pessimista cosmico..

Altavista
Ospite
Altavista

Ma come si fa a rimpiangere un giocatore come Badely? Per carità mica un bidone……ma non è che s’è perso Pirlo eh….su …un pò di raziocinio….
Forza Viola

Julinho
Tifoso
Manlio

Se era veramente legato al Capitano e alla Viola sarebbe rimasto.

IL PALLA
Ospite
IL PALLA

Appunto. La penso come te. Se n’è andato perché l’ha voluto lui

Luca
Ospite
Luca

Bravo

paoloparma
Ospite
paoloparma

Sei giovane, ma grande, auguri per una vita piena di successi

Lars Porsenna
Ospite
Lars Porsenna

Grande Giovanni!! Uomo maturo e gran giocatore! Speriamo rimanga a lungo!!

Articolo precedenteNapoli-Fiorentina, VOTA QUI la FORMAZIONE dei TIFOSI di FI.IT
Articolo successivoPartire forte può aiutare. Napoli disastroso nei primi 45’. Subiti il 67% dei gol nel 1° tempo
CONDIVIDI