Simeone sfida Immobile: due bomber ‘in ritardo’. Il Cholito a digiuno da 3 gare

8



Duello a distanza tra le due punte, unite da una caratteristica… ma lontane (per ora) sui gol.

Così diversi, ma con molte affinità. Come la voglia di arrivare che è stata la molla che ha portato Simeone ad entrare nel giro della nazionale argentina; per Immobile, invece, energia per rimettersi in discussione (anche in chiave azzurra) dopo essere rientrato dall’esperienza in Germania. Giovanni sta bruciando le tappe verso la definitiva consacrazione, Ciro invece è nel pieno delle maturità, non per niente in 76 presenze con la maglia biancoceleste è andato in gol per 56 volte. Così scrive La Nazione.

BOMBER IN RITARDO. Cifre che stridono con quelle di Simeone. Ma Gio ha dalla sua la gioventù e la fame di arrivare e soprattutto ha la fiducia di tutto l’ambiente viola a iniziare da Pioli. La voglia di arrivare è quasi un’ossessione. Simeone fin qui ha giocato tutte le sette partite per un totale di 595’ con due reti; il laziale ha sempre sette presenze divise su 569 minuti, ma con 4 gol: la metà della rivelazione Piatek (tanto per dire). Entrambi sono comunque in ritardo sulla tabella di marcia.

DIGIUNO. Ma se da una parte Immobile è fresco di gol (inutile) nel derby, dall’altra il Cholito è a digiuno dal 19 settembre (rete alla Sampdoria). Sei mesi dopo il gol alla Roma, c’è la Lazio nel mirino. E sarebbe il momento giusto per aiutare i viola e vincere il duello con Immobile.

8
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Eddy
Ospite
Eddy

“Giovanni sta bruciando le tappe verso la definitiva consacrazione…”

Mug
Ospite
Mug

paragone imbarazzante per ora

...
Ospite
...

Simeone c’ha anche 5 anni di meno di Immobile… a pari età non è che sfigura, anzi i numeri sono più dalla sua parte.

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

A 23/24 anni Immobile (febbraio 1990) aveva segnato 27 reti in 66 partite di A (Genoa 5 e Torino 22), Simeone ne ha segnate 26 in 73 partite (media 0,356). Non mi sembra che i numeri siano più dalla parte dell’argentino.

Lo Scettico
Ospite
Lo Scettico

…e dopo aver risuscitato Icardi ora probabilmente si resuscita anche Immobile…

Bruno81
Ospite
Bruno81

Chiamare Simeone “bomber” mi sembra un pô esagerato!!!Se non era per il cognome forse a quest ora giocava in Eccellenza….e dico forse!!

marco mugello
Ospite
marco mugello

qualcosa va cambiato, è troppo solo e sembra un coiote del deserto americano…corre, corre per una preda, corre sempre, ma ci sono solo topi e ramarri.

Tifoso
Ospite
Tifoso

Pioli e Simeone non possono coesistere, L’ allenatore ha una sua concezione di gioco e fase offensiva che non coincidono con le caratteristiche del Cholito. O la società decide di puntare su Simeone e quindi convincono Pioli a cambiare modo di giocare o cambiano allenatore, se puntano su Pioli allora è bene che lo vendono e prendano un centravanti più idoneo al gioco.

Articolo precedenteIl derby di Pioli: divieto di sorpasso. Con la Lazio andò in CL, vuole riuscirci anche in viola
Articolo successivoPjaca si sveglia: tripletta nel test e messaggio a Pioli. Mirallas a parte (ma non preoccupa)
CONDIVIDI