Simeone sfida l’esperienza di Maxi Lopez: 11 anni di differenza, argentini a confronto

dal Corriere dello Sport - Stadio

0



El viejo y el nino, in un duello tutto argentino. Fra il “vecchio” Maxi Lopez e il “bambino” Simeone ci sono undici anni di differenza e oggi, fra esperienza e spregiudicatezza, sono pronti a darsi battaglia, all’ora di pranzo. Ci vuole una gran fame… di gol perché in palio non c’è l’asado (grigliata di carne argentina) ma piuttosto tre punti fondamentali. Il Cholito cerca la sua prima rete al Franchi, dopo averne fatte due in trasferta. Anche Maxi è a quota due grazie alla doppietta contro la Sampdoria. Entrambi di Buenos Aires, hanno in comune gli inizi nelle giovanili del River Plate, ma soprattutto sono attaccanti irrinunciabili per i loro allenatori che li hanno sempre schierati da quando li hanno in rosa.

Maxi un gol contro la Fiorentina lo ha già segnato quando vestiva la maglia del Catania. Era l’ottobre del 2011 e appena due mesi prima aveva sfiorato la casacca viola come possibile nuovo acquisto. Una trattativa mai conclusa per alcuni aspetti che non convincevano. Altri tempi, nessun rimpianto. Adesso tutti al Franchi aspettano soltanto Simeone.