Sonetti: “Troppi stranieri in rosa un problema per la Fiorentina, l’Atalanta va seguita”

12



sonetti

Nedo Sonetti, ex allenatore, ha parlato a Lady Radio del momento della Fiorentina e della sfida a Bergamo:”I problemi della Fiorentina sono psicologici ma anche di rosa; troppi stranieri non hanno rapporto di identità con la città di Firenze e non hanno senso di appartenenza. Se non sono validi è meglio puntare sui giocatori del vivaio. L’Atalanta è un modello, non vedo perché la Fiorentina non possa seguire questa strada dei giovani. Corvino? Ci ho lavorato a suo tempo. Per inseguire la strada dei giovani è un maestro, è da sfruttare in pieno”.

Commenta la notizia

avatar
Ordina per:   ultimi | più vecchi | più votati
Tiziano69
Ospite
Member

Caro Nedo, il calcio purtroppo non è più quello di 30 anni fa… giocatori legati alla città????

Ilcontedilautreamont
Tifoso
Member
La verità è sempre stata impietosa, diciamo una donna orribile che non si vuole mai guardare in faccia, ma per questa volta facciamo dunque un’eccezione: senza l’immigrazione italiana, l’Argentina sarebbe stata una nazione scarsa di talenti. Addirittura senza il contributo italiano non sarebbe nato nemmeno il tango. E siccome si hanno pochi argomenti in proposito, allora lo smemorato di turno, pur di infangare l’italianità, inizia a delirare sull’attaccamento alla maglia viola. Ecco la lista dei calciatori viola per numero di presenze: 429 – Italia Giancarlo Antognoni 389 – Italia Giuseppe Brizi 377 – Italia Claudio Merlo 362 – Svezia Kurt Hamrin 357 – Italia Giuseppe Chiappella 356 – Italia Manuel Pasqual 354 – Italia Giancarlo De Sisti 340 – Italia Sergio Cervato 337 – Italia Francesco Toldo 333 – Argentina Gabriel Batistuta 323 – Italia Giovanni Galli 318 – Italia Franco Superchi 315 – Italia Giancarlo Galdiolo 285 – Italia… Leggi altro »
Deyna
Ospite
Member
I primi tre hanno giocato quasi tutta la loro carriera nel periodo in cui erano chiuse le frontiere…Per la legge dei grandi numeri poi è chiaro che si sia determinata questa classifica. Resta il fatto che i peggiori infami della storia recente Viola, salutati sempre come tali dai nostri tifosi, sono Berti, Morfeo, Marco Rossi e Montolivo, tutti italiani, due di vivaio atalantino. Questo dimostra quantomeno che l’italianità non dà nessuna garanzia di attaccamento alla maglia e correttezza. Quanto all’Argentina, i giocatori devono la loro grandezza a quella terra, a quella cultura calcistica, alle infinite partite su piazzette sterrate o nei campi che vi si giocano fin da piccolissimi, al sangre ispanico e indio che ribolle nelle vene mischiandosi in tessuti e muscoli perfetti per il calcio, mondando perfino quel poco che resta dei trisavoli italiani veri o presunti. Il tango guarda caso è nato in Argentina, non in italia,… Leggi altro »
Ilcontedilautreamont
Tifoso
Member
Caro Deyna, ma che fai, insisti? Nell’elenco figurano italiani di ogni epoca! E proprio nella legge dei grandi numeri che trovi le mele marce. Poi ti aggrappi a Maradona, uno che non sarebbe mai passato indenne all’antidoping; uno che per strada ha lasciato tanti figli quanti Gengis Khan; uno che ha avuto anche il coraggio di rinnegarli per poi riconoscerli solo dopo aver perso le battaglie legali; uno che andava a braccetto con la camorra; si tutto questo è possibile grazie al sangre ispanico! Per quanto riguarda il tango è meglio che vai a darti una ripassata sui nomi dei compositori della cosiddetta Vecchia Guardia: tutti di origine italiana ( o quasi ). E ancora ti copri di ridicolo nel continuare questa battaglia contro la grandezza italica, senza tenere minimamente in conto che 24 milioni di argentini hanno almeno un antenato italiano. Perché non sproloqui contro l’Italia anche durante la… Leggi altro »
Gian Aldo Traversi
Ospite
Member

Deyna, svitato consapevole o inconsapevole?

Deyna
Ospite
Member

Consapevolissimo.

Frank
Ospite
Member

mi sa che sei te Gian Aldo a non essere consapevole di non avere un briciolo di ironia dentro

Deyna
Ospite
Member

Berti, Morfeo, Marco Rossi, Montolivo: tutti giovani italiani che hanno dimostrato un grande “rapporto di identità con la città di Firenze e senso di appartenenza”…

Deep Purple
Ospite
Member

Va seguita sicuramente! se Kurtic all’improvviso è diventato un fuoriclasse significa che hanno molte cose da insegnare!!!

www.casaccaviola.com
Ospite
Member

Ma perchè il prossimo anno non puntiamo su sergente di ferro SONETTI ??? …AAAAAaacerco e compro Vecchie Vecchissssime maglie fiorentina ed altre squadre, contattatemi ad [email protected]

Tiziano69
Ospite
Member

Veramente “Sergente di ferro” era il soprannome di Bersellini, non di Sonetti…

Gian Aldo Traversi
Ospite
Member

Oh, ma questa è dolce musica per le orecchie di quello svitato di Deyna!

wpDiscuz
Articolo precedenteNazionale Under 17: convocato il portiere viola Ghidotti
Articolo successivoACF, denuncia contro ignoti per lo striscione contro Della Valle
CONDIVIDI