Sottil: “Che emozione l’esordio. Lavoro per guadagnarmi il campo. Parlo molto con Pioli”

1



Il giovane esterno viola, classe ’99, ha parlato dell’esordio a Marassi e delle sue caratteristiche: “Sono estroso, ma devo migliorare”.

Parla così Riccardo Sottil a Sky, a pochi giorni dall’esordio in Serie A a Marassi: “L’esordio è sempre emozionante, specie per me che ho 19 anni. Ma non dev’essere un punto d’arrivo, bensì di partenza. Lavoro ogni giorno per guadagnarmi un ingresso in campo”.

FIGLI D’ARTE. “Io, Chiesa e Simeone siamo tre figli di giocatori, può essere un vantaggio perché abbiamo consigli da casa”.

OGGI LA SPAL. Oggi una partita importante per noi, per superare la Spal e cercheremo di dare il massimo in campo”.

CARATTERISTICHE. “Sono un giocatore estroso, mi piace fare l’uno contro uno, ho molti margini di miglioramento e devo migliorare su molti aspetti. Parlo molto con il mister, cerco di migliorare ogni giorno in allenamento. Piedi migliori di babbo Andrea? Sì, sicuramente”.