Sousa: “Gara di domani non decisiva. Servirà gente fresca. Su Ilicic e Toledo…”

23



Vigilia di campionato in casa Fiorentina. Come di consueto prende la parola in sala stampa il tecnico viola Paulo Sousa: “Avvertiamo sempre la pressione di dover vincere. Abbiamo l’ambizione di vincere qualsiasi partita, questo per noi è naturale”

Sul futuro di Sousa a Firenze: “Rispetto le analisi dei giornalisti, ma posso non condividerle sul mio futuro”

Sul Milan: “La loro grande forza è la capacità di transizione con certi interpreti, sia quelli offensivi che altri giocatori. Hanno qualità individuali, per vincere partite anche quando sono in difficoltà”

Su Ilicic: “Ha sempre giocato lo scorso anno, anche con tre centrocampisti. Ultimamente non mi ha dimostrato di poterci aiutare a vincere le partite. Altri lo stanno facendo più di lui. Dentro il suo potenziale non è mai arrivato al suo massimo, può fare molto di più anche dello scorso anno. Quest’anno è una mia sconfitta, nonostante che lui possa vincere la partita con una giocata in qualsiasi momento. All’inizio ha preso tanti pali, a livello motivazionale è calato di rendimento. Difficile preparare una sfida così dopo la partita di giovedì. Alcuni hanno bisogno di riposare, vedrete in campo gente fresca per garantire concentrazione ed intensità mentale”

Scontro diretto domani: “Montella ha ragione, domani non è decisiva. Noi vogliamo fare più punti possibili. Ogni vittoria aiuta a recuperare più velocemente, ma chi gioca in Europa League, la domenica non fa i suoi risultati migliori”

Su Bernardeschi: “Sono sempre stato chiaro ed onesto con lui. Voi la vedete come una critica, io lo vedo come uno stimolo per aiutarlo a crescere. Ha bisogno di continuità e di ritmi alti, quando ci riuscirà sarà al pari dei grandi campioni”

Sull’ultima partita di Berlusconi da presidente: “Quando sono arrivato in Italia, la serie A era il campionato migliore con i giocatori più forti. Berlusconi ha portato il Milan a vincere tutto”

Su Roberto Baggio: “Ho avuto il privilegio di giocare con lui e di allenarmi con lui. Mi sono già espresso diverse volte, lui è stato il giocatore più forte tecnicamente con il quale io abbia mai giocato. Deve essere ricordato ogni giorno”

Su Saponara: “E’ al 100%, si allena con la squadra e fa tutto. Ha l’opportunità di giocare”

Su Tatarusanu: “E’ davanti agli occhi di tutti che sta molto bene e spero che continui così. Le grandi squadre hanno bisogno di portieri così”.

Su Suso: “Il nostro principio di gioco non prevede una marcatura a uomo, certo che ci sono zone di campo dove serve più attenzione. Dalla sua parte dovremo avere  un predominio territoriale”

Su addio di Toledo: “Come allenatore cerco di prendere le decisioni migliori. Evidentemente gli altri mi hanno convinto in maniera maggiore rispetto a Toledo”.

Commenta la notizia

avatar
Ordina per:   ultimi | più vecchi | più votati
Tiziano
Ospite
Member

E mette le mani avanti sulla fatica di giocare bene dopo un impegno di coppa… mentalità vincente ZERO. Così già dai una scusa ai giocatori e a TE per una eventuale figuraccia.
Un vincente, uno che dice vittoria chiama vittoria ( e sono parole tue!!) sostiene che appunto vittoria chiama vittoria e carica a mille suoi.
Forse sei un bravo tecnico ma come motivatore e team leader non ci sei proprio.

Ilgatto
Ospite
Member

Disse Cesare ….

Tresantiviola
Ospite
Member

Quache giocatore logicamente è a corto di energie e purtroppo va sostituito, il problema e che molti presunti titolari qualitativamente non eccellono per cui ditemi voi con che spirito va a mettere le riserve che,tolto Saponara e Ilicic quando è in giornata,ne hanno ancora meno ,spesso viene data la colpa a lui e certamente qualche volta ce l’ ha ma i giocatori che deve giostrare sono questi bisogna rendersene conto e poi giudicare .

Andre
Ospite
Member

Mmmh… non so, spero che il mister sappia quello che fa. Puntare più all’Europa League che alla Serie A? Forse, ma resta il fatto che a fine campionato l’obiettivo minimo per non essere un campionato “fallimentare” deve essere l’Europa, e direi che le possibilità di centrare il sesto posto (o magari anche il quinto) in Serie A sono infinitamente più alte di quelle di vincere l’Europa League e prenderci un posto in Champions… sarebbe molto più bello, certo, ma bisogna essere realisti…
Mah, speriamo… e tifiamo ovviamente!

sergio clerici
Ospite
Member

qui ci sono tanti che si lamentano a prescindere da qualsiasi argomento.
Ci sono giocatori che giovedi erano cotti .E’ normale e giusto che domani faccia tournover. Borja Valero è bene che si riposi, giovedi non aveva più fiato, guardatevi gli ultimi minuti.

Kubrick
Tifoso
Member

Non è decisiva ? Per entrare in Europa League serve arrivare minimo sesti. (Sempre sperando che la coppa Italia la vinca chi va in Champions). L’Atalanta con il Crotone vincerà, la Lazio e l’Inter probabilmente. Se perdiamo, il sesto posto sarà a SETTE punti, con due squadre da sorpassare. Sousa…svegliati !!

Japa
Ospite
Member

intervista piu’ chiara del solito, forse anche il mister si sta’ riprendendo, forza ragazzi a milano per vincere!!

Claudiopiombino
Tifoso
Active Member

cavolo lo stavo x scrivere io !! finalmente una intervista con risposte nn prestampate e con un minimo di argomentazione ( adesso Redazione sarebbe ora di scrivere anche le domande , cosi ci si capisce ancora di più ) Avanti la Viola

ciccio
Ospite
Member

secondo me questa è una gara molto importante!!!!!!!!

AntonioTrento
Ospite
Member

Sembra di capire che domani Ilicic gioca. Fa bene a fare turn over. Andare avanti il più possibile in europa league è ciò che può far fare il salto di qualità alla squadra.

Fantasma
Ospite
Member

Finalmente un’intervista senza inutili doppi sensi, l’avesse fatto sempre, sarebbe risultato decisamente più simpatico…tra l’altro sottolinea una cosa ovvia: Roberto Baggio era dio (in campo)…erano gli allenatori a non credere in lui…

albe47
Ospite
Member

Sousa se se più furbo di Montella potresti batterlo
Deve tatticamente rpetete la partire di Giovedì
prima NON prenderle poi tutti i santi….e i buoni attaccanti che abbiamo ti aiutano

mario
Ospite
Member

le parole sul suo futuro mi preoccupano un po’.
non vorrei che fosse cosi pazzo da restare.
grazie buon paulino, ma resto convinto che un altro allenatore, meno rigido e piu’ pragmatico, ci avrebbe sicuramente portato 5 o 6 punti in piu’.
e a chi da a paulino il merito di aver scoperto chiesa, io dico solo che chiesa si e’ scoperto da solo…..e anzi il buon paulino ci ha messo meta’ campionato a capire che era meglio lui che tello su quella fascia!!

Ilgatto
Ospite
Member

A te invece 14 persone riconoscono che dici idiozie Come lo spieghi?

Viola Inside
Ospite
Member

Parole sante… senza le sue inutili ostinazioni… Ilicic-tomovic-kalinic (in campo anche quando palesemente non in forma) Berna (sulla fascia) Tello (laterale arretrato) Babacar o Kalinici (in stritolati dal modulo schierati soli in mezzo a due/tre difensori) etc etc, senza i suoi moduli banali, con qualche cambio fatto al momento giusto i punti sarebbero stati ben altri… Berna e Chiesa sono due fenomeni a prescindere da sousa, Rossi è un fenomeno e non gli è stata data la possibilita di dimostrarlo, Toledo…bah… Sousa è una sfinge … il dubbo resta : ci fà o ci è?

Ilgatto
Ospite
Member

Rossi oramai è un ex globale…

CLAUDIO1
Ospite
Member

BRAVO SOUSA, VEDO CHE COMINCI A RAGIONARE BENE. FUORI GLI SVOGLIATI COME ILICIC

Pietro
Ospite
Member

A sentirlo domani gioca saponara al posto dell’addotmentato sloveno

Pietro una della VG

Veraviola
Ospite
Member

Montella dice: “gara non decisiva”…Sousa dice: “gara non decisiva”! Interessa solo a noi poveri tifosi?

Icchettuddici
Ospite
Member

Gara non decisiva non vuol dire che non interessa. Almeno in italiano, nella lingua social non saprei.

Ilgatto
Ospite
Member

Hai ovviamente ragione,ma che glielo dici a fare……

birillo
Ospite
Member

buona vittoria della primavera a trapani

Ilgatto
Tifoso
Member

Vediamo oggi che casino riesce ad innescare il mister in conferenza stampa ……..

wpDiscuz
Articolo precedenteFiorentina Women’s, obiettivo chiaro: non fermare mai la corsa
Articolo successivoSull’onda di un super Bernardeschi
CONDIVIDI