Sousa, l’orgoglio del gruppo e il futuro: “Più si vince più si apre il mercato”

17



Paulo Sousa ha il sorriso delle buone occasioni: molto per la vittoria, molto per il riscatto dopo la bruttissima sconfitta contro la Roma e da qui nascono i complimenti per i suoi calciatori accanto alla stima e alla considerazione che mai in realtà sono venuti meno. «Certo che sono soddisfatto, e non mi stancherò mai di ripetere che alleno un gruppo straordinario, che ha sempre l’atteggiamento giusto per onorare questa maglia. Un gruppo che dà sempre le risposte che deve dare». Così riporta Il Corriere dello Sport – Stadio.

Un applauso a Babacar. «Baba da mesi è in crescita, sono sicuro che ci aiuterà in futuro e, pensando alla partita contro l’Udinese ho pensato che lui fosse l’elemento ideale per giocare in attacco dall’inizio». Uno spunto dalla posizione “inedita” di Vecino. «Cerchiamo spesso questo tipo di soluzioni con i centrocampisti per togliere punti di riferimento agli avversari». Infine, una riflessione che lo riguarda. «Il mio futuro? Dipende sempre dal presente. Sono onorato e fortunato di essere nel calcio e ho una tremenda passione per questo lavoro che voglio fare al massimo. Con le vittorie il mercato si apre e arriveranno opportunità su cui prendere decisioni».

Commenta la notizia

avatar
Ordina per:   ultimi | più vecchi | più votati
Patcom
Tifoso
Member

Certo che si apre il mercato! Più si faranno partite decenti e più i nostri saranno in vetrina, già i ciabattini si fregano le mani. Non importa che facciano sempre grandi prestazioni, per Berna e Chiesa e c’è già la fila, Chiesa forse un anno ancora rimarrà (ma non è certo), Berna ha ha già fatto capire che lui vuole non tanto più soldi ma altri obiettivi, altre soddisfazioni, altre squadre e qui, invece, non troverà altro che una società che non vuole fare il salto di qualità che cerca solo di sopravvivere alla meno peggio che una partita vinta o persa non cambierà le cose perchè sarà sempre la solita mediocrità!

Moser fondo
Ospite
Member

La penso anche io come bruxelles. Proprio questo

Ale
Ospite
Member

Lo zio….tieniti pure l’allenatore e tutti quelli che ho nominato…rispetto solo per borja e gonzalo ma anche loro sono a fine ciclo….

Ale
Ospite
Member

Lo zio….tieniti pure il fenomeno dell’allenatore. Ognuno la sua opinione.

Lo Zio
Ospite
Member

Ale a giugno via anche te e stiamo bene!

Ale
Ospite
Member

A giugno grossa rivoluzione….fine di un ciclo….via gonzalo borja ilicic badelj babacar kalinic se c’è un’offerta superiore ai 35 milioni niente riscatto di tello di salcedo via milic e maxi olivera…ti ritrovi un tesoretto di almeno 70 milioni….!!! Certo bisogna saperlo spendere poi….

poveropecoros
Ospite
Member

Madonna, Pecos, quanto sei triste! Ma in casa tua si toccano quando gli dai il buongiorno?

PecosBill
Ospite
Member

Nessuna tristezza, ma solo realismo conoscendo i tirchi con cui abbiamo a che fare.

PecosBill
Ospite
Member

È il finale del tuo post che puoi scordarsi sin d’ora.

VIOLASOUL
Ospite
Member

Ora bisogna vincere col Crotone, Bologna, Pescara, Cagliari, Empoli, Palermo + un paio di pareggi e finiremo a 60p. Va bene così xchè le prime tre viaggiano su Ferrari; poi ci sono Lazio e Inter in Mercedes; tutte le altre fra cui la Viola, viaggiano invece con diversi tipi di utilitarie. Una botta di c..o e potremmo anche arrivare 6i. FV

Ale
Ospite
Member

Questa squadra con un allenatore normale vedi pioli lotterebbe tranquillamente per il quarto posto….via sousa subito!!! Per quanto riguarda la dirigenza non vedo grosse opportunità per venderla a meno che non ci siano investitori stranieri e anche su quelli avrei molti dubbi….se vogliono andare avanti con l’autofinanziamento che almeno investino su gente capace che riesca a trovare gente giovane su cui investire e non mezzi giocatori che alla fine sono solo soldi buttati via….migliorare quindi il reparto talent scout e osservatori….!!!

Fiesolesempre
Ospite
Member

Sono contento della vittoria e fino alla prossima partita sarò sereno con me stesso, questo è importante.
Cerco di dimenticare che è stata una partita in casa fra due squadre senza ormai nessuna motivazione in campionato e che visto la pochezza della formazione friulana ha avuto l’esito ampiamente previsto.

Tecnico Tattico
Ospite
Member

Caro Paulo,con le vittorie il mercato si aprira’ certamente,ma non nel senso di acquisti importanti come speri tu,anzi non ci speri nemmeno e lo hai gia’ capito da tempo,bensi’ in qualche futura cessione eccellente.Per una societa’ come la nostra,dove l’imperativo Numero Uno e’ il bilancio,vale sempre il detto,anche se ormai vecchio e un po’ logoro “Autofinanziamento=Campioni in partenza,Bidoni in arrivo……”

CVB Bruxelles
Ospite
Member

Secondo me stava parlando del SUO futuro e delle offerte che presumibilmente gli arriveranno per allenare altrove. Ce ne faremo una ragione, medaglia e arrideecci.

Tiziano
Ospite
Member

Sono molto contento per la vittoria ma non riesco a dimenticare nè le mancanze e bugie di proprietà / dirigenza nè le parole / formazioni / sostituzioni sconsiderate di Sousa.
Ok la Viola non può legittimamente aspirare a stare nelle prime tre ma un gioco rapido e la voglia di vincere sempre / non mollare mai sono l’imperativo di qualsiasi agonista di qualsiasi sport.
È questo che voglio vedere d’ora in avanti. Ci sta eccome perdere contro i tedeschi, ma dandoci dentro fino al fischio finale.
Orgoglio Viola.

Andrea Certaldo
Ospite
Member

Ecco…ora che si è vinto si tirano fuori parole come orgoglio, europa ecc…
mercoledì passato eravamo ormai fuori dall’europa, squadra distrutta, catastrofe viola….

cioè, ma un po di coerenza, no?…alla fine abbiamo perso una partita e ora abbiamo vinto una partita…i conti si fanno sempre alla fine…

e nulla toglie che Sousa ormai ha fatto il suo tempo.

jon München
Ospite
Member

La verita´ e´che giustamente Sousa visto il recente infortunio ha preservato Kalinic per la coppa…

Saluti Viola

wpDiscuz
Articolo precedenteFormazioni a confronto: Milic e Babacar sorprendono tutti
Articolo successivoLampi di Bernardeschi: la Fiorentina ritrova la luce
CONDIVIDI