Sousa si fida sempre della sua squadra tipo…

    0



    GonzaloCome ricorda La Nazione, tutti convocati, tutti disponibili. E questa è la più bella notizia per Paulo Sousa con il nuovo anno che arriva. Pasqual ha recuperato, come Kuba. A proposito, entrambi partiranno dalla panchina, ma entrambi potrebbero essere utili a gara in corso e soprattutto pedine importantissime per la successiva sfida di campionato. Kuba si è allenato regolarmente negli ultimi giorni, è tornato in gruppo. Non ha ancora i novanta minuti nelle gambe ma sta molto bene dal punto di vista fisico e mentale. Un recupero che ci voleva a destra, dove Sousa attende dal mercato qualche rinforzo importante per completare la rosa e l’assetto tattico. Intanto al Barbera i viola scenderanno in campo con la formazione tipo. La migliore possibile, probabilmente la stessa che nell’ultima apparizione del 2015 ha battuto meritatamente il Chievo. Una formazione offensiva, che proverà da subito ad indirizzare la sfida nel verso giusto. Con Bernardeschi, Ilicic e Borja Valero posizionati subito dietro a Kalinic. Soltanto panchina per Babacar, così come per Giuseppe Rossi. Entrambi, in modo diversi, relegati ad un ruolo da comprimari. Anche il centrocampo non cambierà, Vecino e Badelj stanno bene e allora toccherà ancora una volta a loro. Rigenerati da questa sosta natalizia, che ha restituito freschezza fisica e mentale dopo un paio di mesi davvero intensi dal punto di vista delle partite giocate. A sinistra Alonso, fresco di rinnovo contrattuale, a destra più Roncaglia che Tomovic, anche se questo ballottaggio sarà sciolto solo e soltanto oggi a poche ore dalla partita. Perché Roncaglia potrebbe diventare, a sorpresa, uno dei calciatori in partenza. E Sousa non vuole correre correre nessun rischio. La difesa non si tocca: Tatarusanu in porta, Gonzalo Rodriguez e Astori in mezzo. Una partita da vincere, su un campo che negli ultimi anni ha detto sempre molto bene ai colori viola e contro un avversario che non vive un momento brillantissimo. Dal 2012 la Fiorentina non vince la prima gara dell’anno e i rischi di ricominciare dopo una lunga sosta Sousa li conosce bene.
    Per questo motivo, anche ieri, prima della partenza per la Sicilia ha parlato alla squadra chiedendo a tutti la massima concentrazione. Come se fosse una finale. Tre punti che potrebbero contare moltissimo in chiave futura e che, matematica alla mano, potrebbero anche restituire il primo posto in classifica a Borja Valero e compagni. Si giocherà anche per questo obiettivo questo pomeriggio, con l’Inter capolista chiamata alla difficile trasferta di Empoli. Contro la squadra probabilmente più in forma del campionato. Gia stasera, dopo la partita, il ritorno a Firenze per preparare la sfida di sabato prossimo al Franchi contro la Lazio. Lì ci sarà anche Andrea Della Valle, che seguirà la sfida contro il Palermo in tv assieme al fratello.