Spalletti: “Vincere così fa bene. Merito del carattere. Espulsione? Ho urlato solo gol…”

8



Parla il tecnico dell’Inter che affronterà i viola martedì sera a San Siro: “Questo modo di vincere frutto del nostro carattere”

Luciano Spalletti, allenatore dell’Inter, parla così a Dazn dopo la vittoria contro la Sampdoria: Espulsione? “Mi son girato verso la telecamera per urlare gol, c’era il quarto uomo che mi ha detto che l’ho fatto con troppo impeto. Ma io ero girato verso la telecamera perché era un gol importante, ma loro l’hanno interpretata come una reazione troppo emotiva”. Vincere in extremis può alzare la carica della squadra?  “Questo modo di vincere dà seguito al carattere mostrato dalla squadra nella partita precedente, dove è rimasta sempre in gara lottando su ogni pallone. Prendendo anche dei rischi, ma noi siamo l’Inter e dobbiamo giocarcela sempre sul filo del rasoio per la vittoria”.

8
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
flamel
Ospite
flamel

Non ce la faccio, mi dispiace,questo non lo reggo , mi ispira un antipatia roba da urlo.

berlioz
Ospite
berlioz

Da quanto l’ inda ha comprato kulovic la sfanga sempre anche se fa schifo…

Giovanni
Ospite
Giovanni

Anche il tottenham di quest’anno allucinante, perde con chiunque

Giovanni
Ospite
Giovanni

Più che “carattere” lo chiamerei con un nome molto più corto, 4 lettere “culo”)…
A parte il fatto che la Sampdoria stasera era allucinante …
Possibile che quel caprari che ci segna sempre non ci fosse?

PiElle, Fi
Ospite
PiElle, Fi

sono preoccupato per martedi
l’inter ha ricominciato come l’anno scorso, gioca maluccio ma la sfanga sempre

Julinho
Tifoso
Manlio

Ora il culo si chiama carattere. Vai vai pelatino che poi gira.

Violascuro
Ospite
Violascuro

Fuori la prossima.?..!

Ponzio
Tifoso
Trusted Member

espulsione scema. Segni all’ultimo secondo che fai: stai zitto? Non sono queste le cose da sanzionare

Articolo precedente#ASKPIOLI: fai la tua domanda al tecnico viola
Articolo successivoLa dinastia dei Chiesa. Da Enrico a Federico, e tra qualche anno toccherà a Lorenzo
CONDIVIDI