Da spot per il calcio ad una nuova (e diversa) miglior Fiorentina della stagione

15



“Uno spot per il calcio”, fu definito Fiorentina-Napoli 1-1 del primo anno di Sousa. Forse l’ultima grande prestazione di quella squadra prima del lento e inesorabile declino del 2016. Che aveva fatto seguito alla grande gara del San Paolo contro gli azzurri con il gol fantastico targato Ilicic-Kalinic che ammutolì, solo momentaneamente, Fuorigrotta fino al gol di Higuain. In entrambe le circostanze si parlò di “Fiorentina migliore della stagione”, capace di tener testa al Napoli, di creare e divertire sfiorando il colpaccio. Così come accadde anche nel 3-3 contro la squadra di Sarri al Franchi l’anno scorso.

Tempi che furono. La Fiorentina che strappa meritatamente un punto dal San Paolo è forse la migliore della stagione per capacità di non soccombere e di tener testa ad un avversario più forte e con ambizioni diventate nel frattempo differenti rispetto a quelle viola.  Una nuova, e diversa, miglior Fiorentina della stagione insomma. Non bella, ma di cuore. Non pirotecnica e di qualità ma di grande sostanza e quantità. Che si riscopre solida, compatta, ed in grado di poter guardare al futuro con maggior serenità e convinzione. D’altronde non è da tutti riuscire a far non tirare il Napoli per un tempo. Non è da tutti portar via punti dal San Paolo. Non è da tutti uscire da Fuorigrotta con pugni chiusi in segno di esultanza.

Una nuova concezione di miglior Fiorentina che rappresenta l’emblema del cambiamento tra ciò che è stato, o comunque doveva essere, nell’ultimo quinquennio, tra Montella e Sousa, e quello che è adesso la Fiorentina. Che da costante e piacevole intrusa è passata al ruolo di semplice spettatrice nella lotta per le prime quattro posizioni, ma che per la conquista di un posto in Europa comunque se la potrà giocare fino alla fine. La strada intrapresa è quella giusta. Fase difensiva adesso ok,

Spirito di sacrificio e dedizione non sono mai mancati. Concentrazione e testa a volte si. Come a Crotone e Verona sponda Chievo. Vere macchie di questa prima parte di stagione. La Fiorentina può essere, infatti, quella di Ferrara, che commette un errore in fase difensiva e che regala un tempo agli avversari. Ma è la stessa che poi si danna l’anima per cercare di rimetterla in piedi. Non può, invece, essere quella di Crotone o del Chievo. E non è un caso se in quelle circostanze lo stesso Pioli è letteralmente esploso contro i suoi stessi giocatori.

Fiorentine simili, in passato, hanno appassionato Firenze anche se il clima attorno alla proprietà sta contribuendo ad alimentare il raffreddamento del tifo per una squadra, ed un tecnico, che in fondo se lo meriterebbe anche un forte abbraccio da parte del suo popolo.  Ma d’altronde si sa, abituarsi ad un passo indietro, in ambizioni e caratteristiche, non è mai facile.

15
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Claudiopiombino
Tifoso
Active Member

Bel servizio…..e quella ” battuta ” in fondo al Suo editoriale è da applausi
Speriamo che adv legga…..

Canterbury
Tifoso
Canterbury

Squadra in crescita, su questo non ci sono dubbi, ma terzini da serie B, senza se e senza ma. Lo ripeto ancora per l’ennesima volta; con i soldi spesi (tanti) due terzini assai migliori si potevano prendere e magari un centrocampista di un certo livello al posto di alcuni giocatori come Gaspar, Cristoforo, Sanchez. Mi chiedo che Fiorentina sarebbe stata….

Gaesill
Ospite
Gaesill

Ragazzi, per favore, ve lo dico convinto. Non è il caso di esultare ora, così come non era il caso di distruggere tutto qualche settimana fa. Io vi dico che questo doveva essere, ed è. un anno di transizione e ricostruzione. Lo hanno avuto, e lo hanno tutte le Società. Ci sono big, o presunte tali, anche in campo europeo, che per diversi anni hanno bivaccato intorno al 7°,8° posto. Vedi anche da noi Inter. Lazio, Milan, Napoli, ecc. E noi, che big non siamo. mettetevelo bene in testa, perchè non dovremmo occupare questo posto in classifica? Sì qualcuno dirà… Leggi altro »

Gianluca puɐןɐǝz ʍǝu
Ospite
Gianluca puɐןɐǝz ʍǝu

Mettersi una dimensione nello sport equivale a partire sconfitti.
Provarci sempre, buttare sempre il cuore oltre l’ostacolo. Questo è il modo di vivere lo sport. Questo chiede Firenze.
Questo ha fatto nei secoli Firenze! E la Fiorentina rappresenta questo spirito, a partire dal colore viola delle maglie scelto anche per differenziarci!

Clint Giglio
Ospite
Clint Giglio

Se oggi stanno tutti, gufi e avvoltoi compresi, ad osannare la Fiorentina è merito di tutti: allenatore, giocatori e società. Mettiamocelo in testa. Se stiamo facendo bene è merito anche di Corvino che ha messo a disposizione del tecnico questi giocatori. Mettiamocelo in testa. Poi se si vuole per forza mettere la testa sotto la sabbia e attaccare a prescindere liberi di farlo, ma così si dimostra di non amare questa squadra. Serve unità di intenti: squadra, tecnico e società stanno mostrando di essere compatti. Ora manchiamo all’appello noi tifosi, tutti noi tifosi.

max
Ospite
max

Ma non era TOTALMENTE SBAGGLIATO IL MERCATO.. si doveva lottare per non retrocedere… GLI SBAGLI DI CORVINO MACROSCOPICI… ERA BOLLITO… Ci vuole tempo cosa che in campionati esteri sono elementi fondati del calcio… pazienza e rpogrammazione sono punti forti. Dopo due sconfitte si fanno PROCESSI SU PROCESSI DA SANTA INQUISIZIONE. Va migliorata la rosa.. come era normale che fosse.

Paolo Sardegna viola
Ospite
Paolo Sardegna viola

Diró una cavolata, ma secondo me è più facile pareggiare in casa della Lazio e del Napoli piuttosto che vincere a Crotone e a Ferrara…

Carlo
Ospite
Carlo

capisco che questo è il sito dei tifosi, ma mettere continuamente in evidenza il contrasto fra “tifosi” e proprietà oltre che stucchevole è un regalo a quei “tifosi” che pretendono di occuparsi di ciò che a loro non compete.

Ciabas Cliente deluso
Ospite
Ciabas Cliente deluso

OOOHHHHH finalmente una partita tatticamente perfetta da squadra vera !!!! Pareggio ultrameritato !!! Ancora c’è da lavorare sp. in attacco, ma la mano di Pioli si comincia a vedere!!! Ora vediamo se lor signori, con una squadra che sembra in crescita (dico sembra, perchè ancora ci vogliono conferme !!) interverranno come si deve sul mercato di gennaio con un paio di rinforzi “veri” oppure se ci sentiremo dire di nuovo che entrare in Europa sarebbe una catastrofe ….. a buon intenditor…..!!!! FORZA VIOLA !!!

cerbero
Ospite
cerbero

l’ultimo minuto della partita e’ l’esempio: la Fiorentina continua a correrre e ad attaccare il napoli su ogni pallone. Cosi li voglio: dando il, cuore e correndo su ogni pallone. Solo cosi si puo colmare le lacune tecniche che abbiamo. Bravo mister e bravi ragazzi per ieri. Adesso pero continuiamo cosi!

Winny
Ospite
Winny

Si perse 2-1, segnò Insigne su diagonale sbagliata di Tomovic (guardacaso)

Kiniko
Ospite
Kiniko

Bravo Pioli! Finalmente ha abbandonato le velleità di bel gioco e impostato la squadra su catenaccio e ripartenza. E i punti cominciano ad arrivare! Un bel bagno di umiltà, lasciando da parte i discorsi ed i proclami di inizio stagione. Questa Fiorentina si può salvare agevolmente e fare un campionato, magari anonimo e noioso, ma tranquillo. Ci sono voluti tre mesi, ma finalmente c’è arrivato!

SANDRO
Ospite
SANDRO

MA NON PERDENMO QUELL’ ANNO 2 A 1???

Fagin
Ospite
Fagin

Sì, se non erro perdemmo. Inoltre l’articolo parla di un passo indietro, mentre al momento siamo ottavi come l’anno scorso.

La voce della verità
Ospite
La voce della verità

con 4 punti meno

Articolo precedenteFormazioni a confronto: nessuna sorpresa da Pioli. La classifica
Articolo successivo200 vs 50mila. Ma anche chi contesta la società non può non apprezzare il lavoro di Pioli
CONDIVIDI