Stadio a Campi, ecco perché potrebbero volerci più di 3 anni

104



L’ipotesi Campi Bisenzio è comunemente ritenuta la più rapida per vedere sorgere il nuovo stadio della Fiorentina. Ma è davvero così?

In un lungo focus de ilsitodifirenze.it sul nuovo stadio della Fiorentina, si mette in luce anche l’opzione Campi Bisenzio, per il quale il sindaco Fossi ieri ha ribadito che potrebbe essere realizzato in tre anni. Il portale scrive così:

“A nord sarà riqualificata la Mercafir e Nardella ha assicurato che i tempi saranno contingentati, garantendo a chi costruirà lo stadio di avere a disposizione i lotti liberi dagli immobili attualmente occupati dai mercati generali alimentari entro 24 mesi ed aprire lo stadio al pubblico dopo altrettanti: 4 anni per vedere in città lo stadio aperto ai tifosi.

Tempi che, qualora fossero rispettati, andrebbero ad anticipare quelli per il via libera effettivo della costruzione dello stadio a Campi Bisenzio. Sì, perché per ottenere il via libera nel comune limitrofo a Firenze serve la VAS (valutazione ambientale strategica), la VIA (valutazione d’impatto ambientale), studio di fattibilità, progetto definitivo e progetto esecutivo. Una quantità di documenti ed adempimenti che potrebbero essere svolti in tempi che non si discostano dai 24 mesi che il Comune di Firenze dichiara di impiegare per liberare l’area di Novoli dove costruire lo stadio. Anzi, certi pareri richiedono che a valutare non sia il comune di Campi, ma altre istituzioni ed enti e le progettazioni (nelle varie fasi) non si risolvono in pochi mesi.

Inoltre a Campi Bisenzio esiste un problema di infrastrutture per gestire il flusso degli spettatori: al triplice fischio finale di una partita ci saranno almeno 40.000 persone che contemporaneamente vorranno tornare a casa (con mezzi privati, mezzi pubblici e a piedi). Le prescrizioni della conferenza dei servizi potrebbero autorizzare la costruzione dello stadio a Campi Bisenzio, ma consentire l’apertura al pubblico solo se fossero realizzate determinate infrastrutture e su questo punto Firenze è già molto più avanti rispetto al comune limitrofo.

La grossa discriminante che poteva far optare il patron viola per lasciare Firenze era la possibilità di avere il vero stadio di proprietà (così da incrementare il valore patrimoniale della Fiorentina col valore immobiliare dell’impianto sportivo), mentre a Firenze avrebbe goduto del solo diritto di superficie (che consente di beneficiare degli introiti, ma non del valore immobiliare, poiché scaduta la concessione l’impianto torna nelle disponibilità della Pubblica amministrazione).

Cosa resta in favore di Campi Bisenzio? Senza dubbio i terreni di proprietà privata liberi da immobili, mentre i tempi indicati da Nardella per sgomberare l’area stadio dai magazzini del mercato alimentare (riqualificandolo nel comparto nord) lo sono sulla carta. Ma Nardella ha assicurato che la vendita prevede che nel bando siano inserite clausole vincolate al rispetto dei tempi”.

104
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
fagiano
Ospite
fagiano

Forza viola campi Bisanzio è con te

Lupo Ezechiele
Ospite
Lupo Ezechiele

Sempre bello leggere i commenti, mi sembrano tutti bambini che giocano con le costruzioni Lego o con Sim City, per cui costruire e demolire qui o lì è un gioco da ragazzi, senza tenere conto delle prescrizioni di legge. 😀

Maxx
Ospite
Maxx

Ragazzi su state sereni, nella piana è seccato pure i laghetto, un ci son più nemmeno gli aironi e i rospi smeraldini i che gli si fa vede ai turisti la steppa?

Maxx
Ospite
Maxx

https://www.facebook.com/tapiro.doro.1

Molti degli stadi europei sono visitati da turisti
e si paga anche caro per vederli, ma se lo stadio lo facessi a Campi dovresti pagare tu per portarceli.

Ma questo ormai è tutto superato, parliamo d’altro.

Marco77
Ospite
Marco77

Sei quasi più doddo del GAT, e ce ne vuol eh!

VIA I DV
Ospite
VIA I DV

VAS, VIA, tutti mezzi che Nardy userebbe per fare la guerra a Campi.
Arrivi tardi ciccio, hai avuto dieci anni, tu avevi a muoverti prima.
Non giocare brutti scerzi Nardy!!! Stadio NUOVO a Campi e senza intoppi!!

Marcosciupa
Tifoso
Marcosciupa

…..solo per come ha reagito e poi dichiarato Nardella,non fiderei….ma al di la dei permessi,vi siete chiesti che materiali troveranno nel distruggere la mercafir ed eventualmente i tempi di stoccaggio dei materiali? IMPOSSIBILE a meno di fare qualche manfrina…tutto risolto in 20 giorni ?

Vedremo
Ospite
Vedremo

Se tutto andrà bene alla Mercafir a Campi Bisenzio si potrebbe anche fare uno stadio più piccolo di circa 10000 posti per le donne e la primavera così anche il sindaco Fossi è contento.

Maras
Member
Maras

Ma chissenefrega di far contento il sindaco di campi

Claudio_Granducato
Member
Claudio_Granducato

Si sono impuntanti su quei 23 ettari alla Mercafir perchè ci saranno interessi vari. Altrimenti più facile, eventualmente, spostare l’ippodromo del Visarno (23 ettari). Quanto a 50.000 persone che lasciano contemporaneamente il luogo è già stato ampliamente testato con il Firenze Rock e tutto potrebbe essere migliorato. Riqualificando l’area dopo la scuola aeronautica, nei pressi del Mugnone, ecco anche dove fare i concerti.

geronimo
Ospite
geronimo

in questo articolo si riassume il xchè in questo paese non si arriva mai in fondo a niente. nardella dice che …… ma cisono ricorsi tar ecc ecc ..quindi niente di certo altro che 24mesi ???? fandonia, Campi c’è Vas,vai pigia guarda e infine il sempre ricorrente PRRRRRRRR!!! pernacchione x la qual cosa si ricomincia d’accapo. Almeno così è andata negliultimi 70anni, e non vedo proprio xchè la cosa sia cambiata ….. Perchè lo dice Nardella ?????? “ma mi faccia il piacereee” diceva Totò…. Voglio vedere x credere……….. caro Rocco non siamo in america….

Max
Ospite
Max

Alla fine ci vogliono 5 anni per Campi… Ma non rompete. affossati..

Bdnmko
Tifoso
bdnmko

Che bell’articolo partigiano. “Per fare lo stadio a Campi servono la VAS, la TAS, la CAS …. “. Perché per la Mercafir è tutto pronto? Domani a Novoli possono partire le ruspe? Ma sarà meglio costruire lo stadio in un quartiere gia’ congestionato, a tutte le ore del giorno e della notte, oppure farlo in aperta campagna, a pochi chilometri da Novoli, vicino ad autostrada, aereoporto e futura tramvia? Gli urbanisti (Cervellati e altri) parlavano di decentramento delle funzioni sul territorio più di mezzo secolo fa. Ma loro pensavano alla vivibilità, alla sostenibilità, non al campanile o alle elezioni.

VIA I DV
Ospite
VIA I DV

articolo commissionato da Nardy, è evidente!!

Articolo precedenteL’Uefa apre un’indagine sul saluto militare dei giocatori della Turchia
Articolo successivoLe formazioni ufficiali di Liechtenstein-Italia: gioca l’ex viola Biraghi
CONDIVIDI