Stelle e strutture, calcio Women’s è l’anno zero. Juventus e Fiorentina su tutte

di Marco Calabresi - La Gazzetta dello Sport

2



Parte il torneo più atteso di sempre: 8 club su 12 nascono dalle società maschili. Bianconeri e viola in pole

La Serie A femminile più attesa di sempre non poteva che cominciare nel giorno dell’inizio dell’autunno. L’estate si porta via i botta e risposta tra Figc (sostenuta dai club) e Lega Nazionale Dilettanti su chi dovesse organizzare il campionato. Alla fine il Collegio di Garanzia del Coni ha deciso: sarà direttamente la Federcalcio a occuparsi di tutto.

Delle 12 squadre al via, ben otto sono espressione di club maschili: l’ultima a compiere il passaggio, in ordine di tempo, è stato il Verona, che sarà Hellas Women. Le altre grandi novità sono il Milan, che ha preso il titolo del Brescia, e la Roma, che ha rilevato la Res.

Il Milan di Carolina Morace, dal Brescia ha preso gli attaccanti Giacinti (capocannoniere dell’ultimo campionato), Sabatino e Bergamaschi, ma anche il portiere Ceasar, i difensori Fusetti e Mendes e i centrocampisti Giugliano e Heroum, oltre — tra le altre — a Carissimi (ex Fiorentina) e Manieri (ex Ravenna e Bayern).

La Roma, invece, ha una squadra fortissima in prospettiva (tante ragazze nelle Nazionali Under) e si affida al portiere Pipitone, ai difensori Bartoli (capitano) e Di Criscio, alla svizzera Bernauer e agli attaccanti Piemonte e Pugnali per dare la caccia a un posto in Champions. L’esordio per la Roma non sarà per nulla semplice, contro un Sassuolo rinforzato anche dalla romana (ex Res) Martinovic e che in panchina avrà l’ex Brescia Piovani.

LE BIG. Juventus e Fiorentina partono in prima fila. Le bianconere dopo lo scudetto si sono migliorate con diversi acquisti dall’estero e con l’ex Brescia Cristiana Girelli ma la prossima settimana dovranno vincere in casa del Bröndby per non salutare subito la Champions. A guidarle, ancora Rita Guarino in panchina e il blocco azzurro (Giuliani, Gama, Salvai, Boattin, Galli, Cernoia, Bonansea, non Rosucci, che si è rotta il crociato).

Le viola, a cui basterà perdere con un gol di scarto sul campo del Fortuna Hjorring per andare avanti in Europa, hanno notevolmente ridotto il gap. Anche per Cincotta, tanti volti nuovi arrivati dall’estero, con l’aggiunta della scozzese Clelland (ex Tavagnacco) a fare coppia con Mauro e con il pieno recupero dall’infortunio di Alice Parisi, probabilmente la centrocampista più talentuosa dell’intero campionato.

VERSO IL MONDIALE. Sky Sport garantirà una diretta a settimana, la Figc domani lancerà il nuovo sito ufficiale (femminile.figc.it): il tutto nell’anno che porterà la Nazionale al Mondiale. «Sarà il campionato più competitivo degli ultimi anni — dice il c.t. azzurro, Milena Bertolini — Sono arrivate tante straniere di qualità e il confronto con loro permetterà anche alle nostre giovani di crescere. Vedo favorita la Juve, ma Fiorentina, Milan e Sassuolo hanno fatto un ottimo mercato. Rispetto agli ultimi anni le grandi rischiano di perdere punti per strada». All’Atalanta, oggi ospite della Fiorentina, il compito di realizzare la prima sorpresa.