Suarez a Fi.it: “Bellissima questa Fiorentina..Macia e Borja..” 

    0



    suarezReduce dal passaggio del turno in Tim Cup, con la finale di Roma contro il Napoli raggiunta, la Fiorentina di Vincenzo Montella si prepara alla gara contro l’Inter di sabato sera. 44 punti per i viola in classifica, 36 per l’Inter di Mazzarri, che contro il Sassuolo ha centrato la prima vittoria del 2014. Per capire meglio che partita sarà quella di domani sera, la Redazione di Fiorentina.it ha sentito in esclusiva l’ex bandiera dell’Inter Luis Suarez:

     

    Che gara si attende per domani sera? “Sarà una bella partita, la Fiorentina gioca sempre bene, in casa poi, l’Inter però ha bisogno di fare qualche buona partita, qualche risultato positivo, pensando a non perdere il treno per l’Europa. Non dico il grande treno, ma almeno quello piccolo”.

     

    Si aspettava così tante difficoltà per l’Inter quest’anno? Sembrava partita bene, poi è crollata..Come mai? “Non mi aspettavo che andasse così bene, che fosse così forte e solida all’inizio, ma neanche così male come in questo periodo. Mi aspettavo un’Inter normale, che facesse un campionato di transizione, con qualche acuto ogni tanto. Anche perché la rosa è quella che è, servirebbe qualche innesto di grande qualità. Ad inizio stagione tutti seguivano Mazzarri al 100%, anche se è difficile da fuori capire certe cose. Correvano tutti, giocavano tutti per vincere, con più o meno qualità, ma mettevano tanta grinta, tanta aggressività, poi mi pare che col tempo queste cose siano venute meno. E non facendo queste cose, visto che la qualità della squadra è così così, allora poi è normale che i risultati non vengano”.

     

    Se non dovesse arrivare in Europa, sarebbe un fallimento secondo lei quest’annata per l’Inter? “Sicuramente sarebbe un fallimento. Almeno l’Europa League deve raggiungerla, non è una grande rosa per quello a cui siamo abituato, per il nome di questa società, ma non sarebbe ammissibile arrivare neanche in Europa League. Si devono svegliare, un po’, ormai la Champions è scappata, ma almeno l’altra Europa devono raggiungerla per forza”.

     

    All’andata, l’Inter contro i viola giocò una gara molto accorta, molto chiusi, per ripartire in contropiede. La Fiorentina ha dimostrato di soffrire un po’ questo tipo di atteggiamento tattico, sarà così anche domani? “Penso proprio di si, a Firenze è difficile. L’Inter adesso non fa certe cose come faceva all’andata, stava bene all’andata, aspettava, ha avuto anche fortuna visto che in alcuni momenti della partita in quella gara la Fiorentina poteva segnare, e poi ha colpito in contropiede. Ma l’Inter di adesso non è in grado di fare così bene come faceva allora, l’atteggiamento però sarà quello, credo. Stare dietro, accorti, e poi ripartire in contropiede”. 

     

    Detto che potrebbero giocare contemporaneamente Hernanes, Milito e Palacio..”Non credo giochino tutti e tre, non lo so, penso di no. Non dipende però solo dai nomi. Dipende dall’atteggiamento. Se giocano Milito, Hernanes e Palacio, e tornano dietro a dare una mano allora va bene. Ma credo che l’Inter a Firenze penserà a stare chiusa per ripartire in contropiede”.

     

    La Fiorentina ha centrato la finale di Coppa Italia, è in corsa per il terzo posto, e in Europa League..Cosa pensa di questa stagione viola? “E’ una stagione bellissima quella della Fiorentina, attraverso il gioco anche, gioca molto molto bene, anzi, a volte fin troppo. A volte si perde in qualche fraseggio di troppo, soprattutto in difesa, ed a volte anche in attacco. Già fino ad oggi è bellissima, se poi dovesse finire in una certa maniera, sarebbe straordinaria. Ha una base grandissima, e molto forte, migliorando un pochino e con qualche innesto potrebbe diventare davvero fortissima. Se dovesse finire in un certo modo la stagione viola, allora, dovremmo fare tutti dei grandi complimenti a questa squadra”. 

     

    Lei, grande centrocampista, spagnolo, mi viene in mente Borja Valero, sabato mancherà perché squalificato, può ambire ad un posto al mondiale? “La Spagna ha grandissimi giocatori in quella zona del campo. Purtroppo lui ha pagato un po’ i suoi inizi di carriera, e la sua esperienza in Spagna al Villareal, che non è entrato nel giro. Ma se mancasse qualcuno di sicuro verrebbe preso in considerazione. Adesso è difficile entrarci in quel giro. Ma per quello che sta facendo a Firenze può farcela senza problemi”. 

     

    A proposito di spagnoli, Macia si sta rivelando un’arma straordinaria per il mercato della Fiorentina..Se lo aspettava così “Bravissimo, sta facendo un lavoro straordinario. Parla poco, e lavora molto, e bene. Ciò che dovrebbe essere fatto da chi ricopre quel ruolo”. 

     

    Cosa ne pensa dell’acquisto di Anderson? “Quando era a Manchester ha dimostrato di avere grandi qualità, anche se mi pare gli sia mancato sempre un po’ di continuità, magari neanche per colpe sue, forse, e bisogna vedere adesso se trova continuità e lo fanno giocare sempre, allora…. Ha grandi doti, gli ho visto fare ottime cose, sicuramente può fare molto bene a Firenze”. 

     

    Ed invece della situazione societaria dell’Inter, da Thohir a Branca? “Thohir è appena arrivato, ha salvato l’Inter, ha messo il grano, sta cercando di salvare l’Inter che era in una situazione economica molto difficile, la gente dovrebbe dargli una mano, affinché la ritiri su. Tutti invece sono lì a criticare, sembra che lo trattino come un bambino piccolo, pronti a sculacciarlo, a rimproverarlo, non è un bambino di cinque anni. Dovremmo tutti lasciarlo lavorare. Poi è normale, arrivando un proprietario nuovo, ci possono essere dei cambiamenti, e Branca è il primo che è stato cambiato”. 

     

    Come la vede la sfida con il Napoli per il terzo posto per la Fiorentina? “Ce la può fare, mancano ancora tante partite, le distanze sono contenute, basta fare una piccola striscia, e gli altri scivolano un po’, e ti puoi inserire. La Fiorentina può farcela tranquillamente”.